19-11-2021

La SNFL di Mecanoo: ristrutturazione con ampliamento sulla Fifth avenue

Mecanoo,

John Bartelstone, Max Touhey,

New York, USA,

Biblioteche, Cultural Center, Ristrutturazione,

Metallo, Cemento,

La ristrutturazione della Mid-Manhattan Library a New York, effettuata da Mecanoo in associazione con Beyer Blinder Belle Architects & Planners, ha trasformato un edificio del 1914 nella Stavros Niarchos Foundation Library.



La SNFL di Mecanoo: ristrutturazione con ampliamento sulla Fifth avenue La SNFL (Stavros Niarchos Foundation Library) si trova sulla Fifth avenue a New York e nasce dalla ristrutturazione di un edificio del 1914 in cui prima c’era la Mid-Manhattan Library.
Non era per nulla facile ristrutturare un edificio nato più di cento anni fa e dalla tecnologia mista in muratura, cemento e acciaio. Otretutto della sua sobria e geometrica impostazione decorativa interna rimaneva ben poco, pur conservando quella esterna. Eppure, nonostante si trattasse di un edificio di soli sei piani fuori terra, celava grandi potenzialità panoramiche, in particolare dal tetto. Infatti, i grattacieli che attorniano la biblioteca erano una cornice talmente ghiotta che gli architetti non si sono fatti sfuggire l’occasione per rendere la cosa uno dei temi più suggestivi dell’intero progetto.
Dall’esterno sul tetto, infatti, si nota un volume rivestito in lamiera di rame preossidata che con il suo bel colore verde dialoga con gli alberi di Central park. Dal suo interno, dove si trova un auditorium dalla forma suggestiva, come dal terrazzo che lo attornia, si può ora godere di un panorama che merita di essere visto più di una volta nella vita.
Anche l’interno comunque non manca di novità. La grande Long room concepita dagli architetti è in sostanza la vera protagonista, in quanto è stata realizzata tagliando travi e solai al suo centro per ottenere un volume libero largo 9 metri (31 ft) e alto 26 (85 ft). In tal modo le sue colonne sono state alleggerite dai carichi e si possono gustare nella loro forza strutturale, diventando a tutti gli effetti, anche grazie alla loro nuova livrea dorata, delle co-protagoniste dell’interior design.
Nella sua ridotta volumetria questa biblioteca comunque smista non meno di 2 milioni di articoli all’anno. Per onorare tutto ciò dalle finestre affacciate sulla strada, debitamente valorizzate dai progettisti, è ora possibile osservare le attività che i dipendenti svolgono nel seminterrato.
Non da ultima va rimarcata la delicata quanto sapiente scelta effettuata per i materiali degli interni, i quali rendono questa costruzione uno dei più sexy e provocanti luoghi del sapere newyorkese.



Fabrizio Orsini



Mecanoo in collaborazione con Beyer Blinder Belle Architects & Planners
Sup. 16.722 m2 (180.000 ft2)
Photo: John Bartelstone – Max Thouey

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature