27-03-2020

Frangisole fisso in alluminio per l’AGORÀ di Behnisch Architekten

Behnisch Architekten,

David Matthiessen,

Losanna, Svizzera,

Istituti, Centro Ricerche, Salute & Benessere, Ospedali,

Vetro, Metallo, Cemento,

L’ampliamento del Polo per la ricerca sul cancro di Losanna ha una facciata con frangisole piramidali in alluminio microforato al laser



Frangisole fisso in alluminio per l’AGORÀ di Behnisch Architekten
L’ AGORÀ è un polo per la ricerca sul cancro a Losanna, in Svizzera, che è stato da poco ampliato, grazie a un progetto di Behnisch Architekten, per il quale hanno studiato una facciata con frangisole fissi in alluminio.

Lo studio di Stoccarda Behnisch Architekten ha realizzato il progetto di ampliamento per il Polo di ricerca sul cancro di Losanna chiamato AGORÀ. Si tratta di un edificio affacciato sulla valle con una ottima esposizione solare che necessitava un intervento, sia per creare nuovi spazi che per dare un volto a una costruzione oramai datata e non più rispondente alle esigenze dei nuovi staff di ricerca.
Il vecchio edificio, scalettato senza grandi pretese, è stato affiancato da un nuovo corpo, che si collegano attraverso uno spazio centrale, che di fatto è una grande piazza coperta da una vetratura sorretta da sottili travi di acciaio. Il suo scopo è quello di far entrare una calda luce diurna e donare un aspetto molto familiare a un luogo votato alla seria ricerca scientifica. Inoltre, le facciate, lievemente curve e dal dolce andamento iperbolico, sono state concepite con grandi aperture, cosicché negli ambienti interni si trovano delle finestre a tutta parete. Con un tale espediente progettuale, quindi, la grande parete esterna è a sua volta schermata da una sofisticata rete di elementi piramidali fissi, in grado di caratterizzarne la superficie in modo originale. Si tratta di una composizione realizzata con pannelli in alluminio microforati al laser. Questi presentano una forma in grado di migliorare l’irraggiamento solare durante le stagioni. In effetti, quando il sole è più alto, nei mesi estivi, il riflesso dei raggi sui pannelli viene smorzato dai fori e la restante parte penetra, in maniera morbida, rimbalzando sul controsoffitto. Invece nei periodi invernali, quando il sole è più basso, i raggi vengono schermati in maniera diretta, diminuendone il fastidio per chi è all’interno dell’edificio, addolcendo di conseguenza lo stile di vita nei laboratori. Come è facile intuire in questo caso la messa in opera doveva essere comoda ed efficace, perciò i progettisti hanno studiato, agli estremi di ogni pannello, un sistema molto semplice di giuntaggio, che è poi stato declinato in altri progetti con identico successo.


Fabrizio Orsini


Client: Fondation ISREC
Architect: Behnisch Architekten, Stuttgart
Projektleitung / Project leader: Cornelia Wust
Mitarbeiter / Team: Natasa Bogojevic Ioana Fagarasan Michael Innerarity Matthias Jäger Heinrich Lipp (Wbw) François Servera Saori Yamane
Partnerarchitekten: Fehlmann Architectes SA
Tender/Construction Management: Fehlmann Architectes SA, Morges
General Contractor: Steiner SA, Tolochenaz
Planning and construction: 2013-2018
Gross: 22.500 m² / 241,700 sq.ft.
Volume: 93.000 m³ / 3,300,000 cu.ft.
Address: Rue de Bugnon 25A, CH-1010 Lausanne – Switzerland

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature