05-05-2021

Rafael Moneo Leone d’oro alla carriera della Biennale di Architettura Venezia 2021

Rafael Moneo,

Germán Saiz, Juan Carlos Vega, Michael Moran, L. Casals, Duccio Malagamba,

Venezia, Italia,

Mostre,

Il Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia ha accolto la proposta dell'architetto Hashim Sarkis, curatore della 17. Mostra Internazionale di Architettura, e attribuito all'architetto Rafael Moneo il Leone d'oro alla carriera.



Rafael Moneo Leone d’oro alla carriera della Biennale di Architettura Venezia 2021

Il 22 maggio 2021 nel corso della cerimonia di inaugurazione della 17. Mostra Internazionale di Architettura "How will we live together?" della Biennale di Venezia, l'architetto spagnolo Rafael Moneo riceverà il Leone d'Oro alla carriera e per l'occasione sarà celebrato anche il Leone d’oro Speciale alla memoria di Lina Bo Bardi.
Il Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia ha, infatti, accolto la proposta dell'architetto Hashim Sarkis, curatore della mostra internazionale, che ha definito Rafael Moneo come “uno degli architetti più innovatori della sua generazione”.
Nella sua proposta l'architetto Hashim Sarkis ha richiamato tutti gli ambiti in cui Rafael Moneo ha esercitato la sua influenza sulla disciplina. L'architetto spagnolo ha firmato numerosi edifici tra cui il Kursaal Auditorium, il Museo del Prado, la Atocha Train Station e la Cattedrale di Los Angeles, e ha legato il suo nome anche a Venezia, per lavori come il progetto abitativo della Giudecca realizzato nel 1983 e nel 1991 ha vinto il concorso internazionale per il nuovo Palazzo del Cinema al Lido di Venezia.
Moneo” dice Sarkis ha sottolineato la capacità di ogni progetto architettonico di rispondere alle circostanze specifiche di luogo e di programma e, allo stesso tempo, di superarle”. Il curatore ha ricordato poi come attraverso la sua attività didattica, Moneo abbia guidato diverse generazioni di architetti “verso un’architettura intesa come vocazione" o come da studioso abbia saputo “reinterpretare con occhi nuovi alcuni dei più classici edifici storici” e infine come da critico abbia promosso e partecipato ad alcuni dei più importanti dibattiti che riguardano la scena architettonica contemporanea internazionale.
“Nell’arco della lunga carriera” ha concluso Hashim Sarkis “Rafael Moneo ha conservato la sua abilità poetica, rammentandoci la capacità propria della forma architettonica di esprimere, plasmare, ma anche di perdurare. Ha inoltre dimostrato un impegno costante nei confronti di un’architettura intesa come atto del costruire”.

Rafael Moneo è nato nel 1937 a Tudela, Spagna. Nel corso dei suoi studi di architettura ha lavorato dal 1958 al 1961, anno in cui si è laureato, con l'architetto Francisco Javier Sáenz de Oiza a Madrid. Dal 1961-62 ha lavorato con Jørn Utzon a Hellebaeck, in Danimarca e nel 1963 è stato insignito di una borsa di studio presso l'Accademia di Spagna a Roma. Rientrato in Spagna nel 1965 ha aperto il suo studio d'architettura e si è dedicato all'attività accademica, prima a Barcellona e poi dal 1980 al 1985 a Madrid. Dal 1985 al 1990 è presidente del dipartimento di architettura della Harvard University Graduate School of Design, presso la stessa università nel 1991 è nominato "Josep Lluís Sert Professor of Architecture" e continua a tenere conferenze come professore emerito. È membro di prestigiose istituzioni come L’ Accademia di San Luca di Roma (1992), della American Academy of Arts and Sciences (1993), la Swedish Royal Academy of Fine Arts (1994), è Honorary Fellow dell'American Institute of Architects (1995) e del Royal Institute of British Architects (1995), della Royal Academy of Fine Arts of Spain (1997), è Foreign Honorary Member della American Academy of Arts and Letters (2013). La sua lunga carriera è stata costellata da riconoscimenti prestigiosi, tra i più importanti ha ricevuto: il Pritzker Prize (1996), la Royal Gold Medal del Royal Institute of British Architects (2003), il Premio Príncipe de Asturias de las Artes nel 2012 (dal 2014 è diventato Premio Princesa de Asturias) e il Praemium Imperiale (2017).

(Agnese Bifulco)

All images courtesy of La Biennale di Venezia, photo by (10) L.Casals, (09) Duccio Malagamba, (01, 03-05, 07-08) Michael Moran, (02) Germán Saiz, (06) Juan Carlos Vega


La Biennale di Venezia
17th International Architecture Exhibition

How will we live together?
Curator: Hashim Sarkis
Date: (preview May 20th and 21st) May 22nd 2021 – November 21st 2021
Location: Giardini and Arsenale, Venezia - Italy.

Official website of the Biennale Architettura 2021: www.labiennale.org
Official hashtag: #BiennaleArchitettura2021 #HowWillWeLiveTogether


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature