27-08-2021

Monsoon House di Taliesyn

Taliesyn,

Harshan Thomson, Shamanth Patil J.,

Thrissur, Kerala, India,

Ville,

Lo studio d'architettura indiano Taliesyn ha realizzato nel Kerala la Monsoon House, una lussuosa villa monofamigliare dalle generose dimensioni: 3500 metri quadri edificati su due piani, per un totale di quattro stanze matrimoniali. Il progetto ricerca la pulizia delle forme, una grande varietà di materiali, pattern e arredi, rendendo l'abitazione opulenta, ma con eleganza. La grande metratura ha infatti permesso l'inserimento di diversi ambienti e servizi, come la piscina coperta, la palestra, un teatro, due ascensori, una sala da ballo, un centro massaggi e un salone per i banchetti. Monsoon house di Taliesyn, grazie alla cura progettuale, alle risorse messe in campo e alle raffinate diversità, rappresenta la casa dei sogni per qualsiasi famiglia indiana, pur non essendo alla portata di tutti.



Monsoon House di Taliesyn

Taliesyn è uno studio d'architettura con sede a Bangalore, fondato nel 2010 dagli architetti Shalini Chandrashekar e Mahaboob Basha. I loro lavori si distinguono per l'incredibile cura del dettaglio, la capacità di accostare materiali e arredamento, ma soprattutto per la realizzazione di residenze lussuose e particolari. L'ultimo progetto completato, in ordine cronologico, è la Monsoon House, una generosa residenza privata unifamiliare a Thrissur, Kerala, ultimata nel dicembre 2019 e che sorge su un lotto di 4042 metri quadrati, dei quali 3252 edificati.

Il perché di una tale metratura è spiegato dall’incredibile lista di ambienti e servizi presenti, come raccontano gli stessi architetti dello studio Taliesyn in una nota stampa: "La Monsoon House comprende quattro suite private per i membri della famiglia e spazi condivisi come l'home theatre, la palestra, la piscina coperta e i saloni". Non solo, Monsoon House include anche una sala da ballo, un cortile interno, un salone per i banchetti, un centro massaggi e due ascensori, tutti al servizio di quattro camere matrimoniali poste al primo piano. In più, un grande terrazzo orientato a nord-est offre delle piacevoli vedute panoramiche sul circondario e, in lontananza, sulle risaie.

Le forme architettoniche di questa ampia residenza sono squadrate, geometriche, fatte di volumi che si intersecano in un gioco complesso di pieni, vuoti, terrazzi, aperture e pannelli forati, il che rende dinamico il suo aspetto esterno. Una complessità che però mantiene una certa eleganza, rintracciabile anche nel design degli interni, a loro volta progettati attorno a un giardino centrale. Da questo glia ambienti dell’abitazione si snodano come un unico grande open space, in cui a ogni metro i rivestimenti, le carte da parati, i mobili, i marmi Serpeggiante e Tobacco, come le illuminazioni (alcune disegnate da Roberto Cavalli), variano drasticamente, andando a creare una eleganza magnificente, ma dosata, capace di riportare lo sfarzo indiano in chiave contemporanea. Un approccio al progetto che si ritrova anche nelle parole dello studio Taliesyn, quando afferma: "la Monsoon House, elegante nella sua semplicità, è stata ideata per esaltare il viaggio esperienziale di ognuno. L'identità progettuale della casa è orgogliosamente radicata nella tradizione indiana stratificata in motivi senza tempo e giochi di materiali. La pianta, che evoca quella delle case tradizionali del Kerala, esalta gli spazi fluidi, le aree condivise per la famiglia e l'abile distribuzione di servizi discreti. Il dialogo ininterrotto con la natura era inoltre una priorità sia per i clienti che per gli architetti".

Oltre a progettare il lusso per la Monsoon House, gli architetti Chandrashekar e Basha hanno pensato nel minimo dettaglio pure all'efficientamento energetico. Questo è interamente basato sul clima locale, da cui deriva anche il nome dell’abitazione, in quanto i monsoni del Kerala durano circa sei mesi l'anno e la grammatica architettonica della villa è quindi stata scandita per romanzare tali violente piogge. E non solo, queste sono pure sfruttate: l'acqua piovana viene recuperata, mentre sul tetto si trovano dei pannelli fotovoltaici per garantire l’indipendenza energetica dell’intera casa. Inoltre, il giardino centrale aiuta la ventilazione incrociata fra gli ambienti, a loro volta studiati in modo da annullare la necessità di un raffrescamento artificiale.

Per concludere non si possono che citare le parole dello stesso studio Taliesyn, "La Monsoon House incarna il prefetto incrocio tra un design rispettoso del sito e le aspirazioni degli utenti finali. L'architettura che ne risulta esalta una dimora che indossa con stile la sua aura spaziale e il suo valore esperienziale".

Francesco Cibati

Typology: Residential (+ Lounge space on Terrace)
Name of Project: Monsoon House
Location: Thrissur, Kerala, India
Name of Client: Confidential
Principal Architect: Mis. Shalini Chandrashekar and Ar.G S Mahaboob Basha
Design Team: Nitika Ojha / Zakeer / Noufal / Nirupama
Site Area: 43500.00 Sft (4042.00 Sqmts)
Built-Up Area: 35000 .00 Sft (3252.00 Sqmts )
Start Date: 14th of January 2014
Completion Date: 28th of December 2019
Photographer: Mr.Harshan Thomson / Mr.Shamanth Patil

www.taliesyn.in
https://www.instagram.com/taliesyn_design/


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature