15-04-2019

Transformation of 530 dwellings Grand Parc Bordeaux vince EU Mies Award

Christophe Hutin Architecture, Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture,

Philippe Ruault,

Bordeaux, Francia,

Appartamenti,

Mies van der Rohe Award,

Gli studi d'architettura Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture hanno vinto il Premio dell'Unione Europea per l'Architettura Contemporanea Mies Van Der Rohe Award 2019 con il progetto Transformation of 530 dwellings Grand Parc Bordeaux. Il premio all'architetto emergente è stato assegnato allo studio BAST di Toulouse.



Transformation of 530 dwellings Grand Parc Bordeaux vince EU Mies Award

I vincitori dei premi assegnati dalla Commissione Europea e dalla Fundació Mies van der Rohe per l'Architettura Contemporanea (Mies Van Der Rohe Award 2019 e Architetto Emergente), resi noti nel corso della conferenza stampa che si è svolta a Bruxelles il 10 aprile, confermano ancora una volta il grande interesse e l'importanza che rivestono nel dibattito architettonico internazionale i temi del recupero urbano e degli alloggi popolari, unitamente all'architettura delle zone rurali. La giuria del premio, presieduta dall'architetto Dorte Mandrup, dopo un lungo confronto e sottolineando l'alta qualità di tutti e cinque gli edifici finalisti nonché la complessità dei rispettivi contesti, ha deciso di assegnare il Mies Van Der Rohe Award 2019 al progetto Transformation of 530 dwellings Grand Parc Bordeaux, realizzato dagli studi Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture. Tracciando quindi un'ideale legame con l'edizione precedente, 2017, quando come vincitore del premio dell'Unione Europea per l'Architettura Contemporanea era stato premiato il progetto di ristrutturazione del complesso residenziale deFlat Kleiburg, realizzato dagli studi NL Architects e XVW architectuur ad Amsterdam.

La trasformazione del Grand Parc Bordeaux ha riguardato il rinnovamento dei 530 appartamenti di un complesso residenziale degli anni 1960, composto da tre imponenti edifici. I tre studi d'architettura: Lacaton & Vassal architectes, Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture, autori del progetto, sono riusciti a trasformare gli appartamenti migliorando gli spazi e i servizi con costi d'intervento contenuti, tanto che non è stato necessario aumentare gli affitti, ma soprattutto gli abitanti non hanno dovuto lasciare le proprie case durante i lavori, minimizzando quindi i disagi. Gli architetti hanno dotato gli appartamenti anche di balconi e giardini d'inverno aumentando sensibilmente la quantità di luce naturale recepita da ogni unità abitativa.

Tra i punti a favore del progetto, messi in evidenza dalla giuria del Mies Van Der Rohe Award, c'è proprio il metodo di lavoro adottato dagli architetti e la grande attenzione riservata alle persone. I giurati hanno infatti evidenziato come con questo progetto gli architetti abbiano dimostrato di conoscere a fondo il mix di abitanti del complesso edilizio e le loro esigenze. Un'attenzione che in egual misura è stata riservata alla conoscenza dei materiali e degli spazi preesistenti. Adeguando quindi le trasformazioni degli appartamenti per soddisfare e migliorare la qualità di vita e il benessere di tutte le tipologie di utenti. La giuria ha inoltre lodato il committente pubblico, che ha sostenuto il coraggioso progetto di trasformazione. Perché in controtendenza, rispetto alle preiscrizioni di altre analoghe commissioni di edilizia popolare, il progetto ha aumentato la superficie degli appartamenti, dando maggiore valore e dignità sia al complesso di edilizia popolare che ai suoi abitanti.
La cerimonia di premiazione dei Mies Van Der Rohe Award e la mostra dei lavori vincitori e finalisti si terrà il 7 maggio 2019 al Pavillon Mies van der Rohe di Barcellona.

(Agnese Bifulco)

Name of work: Transformation de 530 logements - Grand Parc Bordeaux / Transformation of 530 dwellings - Grand Parc Bordeaux
Studios: Lacaton & Vassal architectes; Frédéric Druot Architecture; Christophe Hutin Architecture
Authors: Anne Lacaton (1955 France); Jean Philippe Vassal (1954 France); Frederic Druot (1958 France); Christophe Hutin (1974 France)
Location: Bordeaux, France
Year completed: 2017 (Year began 2014)
Total area: 23745 m2
Usable floor area: 81000 m2

Images courtesy of Fundació Mies van der Rohe, photo by Philippe Ruault


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×