02-06-2021

Il Museo d'Arte di Yunshan, progettato "con amore" da CROX e Yuan Gou Design

CROX, Yuan Gou Design,

Kuomin Lee,

Chongqing, China,

Musei,

Gli studi d'architettura cinesi CROX e Yuan Gou Design hanno da poco completato i lavori per lo Yunshan Art Museum, realizzato nei pressi del monte Simian, luogo di grande bellezza naturale e popolato da diverse leggende tutte incentrate sul tema dell'amore. Gli architetti, nel realizzare il museo e centro di accoglienza, si sono concentrati sul richiamare negli interni diversi elementi naturali caratterizzanti il contesto esterno. Gli ambienti emersi dalla progettazione hanno assunto quindi uno stile contemporaneo e variegato che, giocando sulle cromie dei materiali per scandire i passaggi da una zona all'altra nell'edificio, fluttua tra il calore del legno e l'asetticità del total white. Il tutto si ricompone come un grande open space dagli spazi fluidi, ampi e intersecanti.



Il Museo d'Arte di Yunshan, progettato

La montagna di Simian si trova nel lussureggiante distretto cinese di Jiangjin, vicino alla metropoli di Chongqing, ed è famosa nel paese per le numerose leggende che la popolano, tutte a tema amoroso. Per citare due esempi, qui si trovano una scalinata di seimila gradini incisi a mano da un ragazzo per amore e la cascata più alta di tutta la Cina, rivendicata come “la prima cascata al mondo a forma di cuore”. È in questo contesto che il noto studio d'architettura cinese CROX si è trovato a progettare, assieme a Yuan Gou Design, il nuovo museo d'arte di Yunshan. Un luogo quindi ricco di bellezza naturale, quello attorno al monte Simian, diventato una meta molto gettonata per i curiosi di tutta la Cina e internazionali, grazie anche alla vicinanza del sito storico di Zhongshan e alle avvincenti storie antiche che custodisce. Gli architetti stessi, parlando del posto, citano espressamente una "straordinaria cultura dell' “amore", insita nel luogo, approfondendo poi: "La gente viene qui per cercare le origini dell'amore, che sia l'amore tra persone, l'amore per gli oggetti e l'amore per la natura".

Dal punto di vista progettuale Yuan Gou ha curato la struttura architettonica, mentre CROX è stato responsabile del design e della suddivisione degli ambienti. Fin dall’inizio l'idea caratterizzante è stata quella di utilizzare gli stessi elementi naturali presenti nel contesto, al fine di restituire, formalmente e visivamente, quella piacevole, ricca e vibrante atmosfera che contraddistingue la zona.

Arrivando al cospetto del nuovo Yunshan Art Museum il visitatore è accolto da uno specchio d'acqua artificiale che riflette alla perfezione l'immagine dell'imponente ingresso, ospitato sotto una copertura con due grandi e scenografiche falde che discendono fino quasi a toccare l'acqua. Entrando nella hall il livello del pavimento è ribassato e scendendo alcuni sottili scalini in pietra ci si trova al centro di uno spazio magniloquente per altezza e luce naturale. Questo è caratterizzato da grandi scritte luminose che scendono verticalmente dal soffitto e fanno da contrappunto al vuoto dell’atrio. Si tratta della prima installazione d'arte che si incontra nel museo: un'opera calligrafica chiamata Love Waterfall.

Per realizzare gli interni CROX ha utilizzato diversi materiali, andando a creare spazi molto ampi e fluenti l'uno nell'altro, ma ben delimitati dalle cromie dei rivestimenti impiegati. L'ingresso ad esempio ha un pavimento in pietra grigia e tutte le pareti, fino all'alto soffitto, sono in legno. Proseguendo nella visita, però, si arriva in spazi espositivi in cui il legno è utilizzato per il pavimento e le pareti, mentre il soffitto si tinge d'intonaco bianco. Più avanti il visitatore trova invece del candido marmo sotto ai propri piedi e, guardandosi attorno, scopre di trovarsi immerso in un ambiente total white sospeso tra zone ristoro, salottini conviviali e opere d'arte pittorica o scultorea.

Nel centro del museo il soffitto acquista una dimensione particolare pensata da CROX come rappresentazione del cielo, altro elemento naturale imprescindibile nella poetica cinese. Una struttura di listelli equidistanti, ondulati e trasparenti, illuminati con speciali LED che imitano le radiazioni solari.

In conclusione, gli architetti esprimono la propria poetica con queste parole: "Il cielo ti circonda ogniqualvolta alzi lo sguardo. La struttura ondulata e tridimensionale si ispira alle varie forme delle nuvole che fluttuano al di sopra del Monte Simian. Il cielo è proprio sopra di te e offre una sensazione visiva e spaziale mutevole".

Francesco Cibati

Project Name: Yunshan Art Museum
Space Design: CROX
Design Team: C.R.Lin , Li Bentao, Duan Meichen, Mo Shulin, Ling Yufeng, Zhao Wenhui, Huang Peigeng, Zhu Sihan, Wan Ruoja, Gu Bowen, Liu Jingfei
Soft Decoration Design: CROX + Shanghai Dayan Architectural Design Consulting Co., Ltd
Architectural Design: Yuan Gou Design & Consultant
Landscape Design: Chongqing Wei Tu Landscape Design Co., Ltd.+ CROX
Client: China Construction Real Estate (Tianjin) Co., Ltd
Spatial Nature: tourist center, town marketing exhibition hall, art exhibition
Venue: Jiangjin District, Siping Town, Chongqing
Completion time:2020
Construction Unit: Shenzhen Jianyi Decoration Group Co., Ltd
Indoor Area: 5800 M2
Main Materials: black walnut, Douglas fir solid wood, artificial stone, terrazzo, marble, granite, red copper, manual paint, brown glass
Photographer: Kuomin Lee


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature