24-01-2019

Felipe Assadi Arquitectos progetta La Roja una casa rossa tra le montagne del Cile

Felipe Assadi Arquitectos,

Fernando Alda,

San José de Maipo, Cile,

Ville, Housing,

Il reportage fotografico di Fernando Alda, ben evidenzia il forte gioco di colori in contrasto tra il verde intenso e lussureggiante delle montagne cilene e la piccola casa rossa progettata dallo studio d'architettura Felipe Assadi Arquitectos.



Felipe Assadi Arquitectos progetta La Roja una casa rossa tra le montagne del Cile

Nella natura verde e lussureggiante delle montagne di San José de Maipo, nella provincia di Cordillera – regione metropolitana di Santiago del Cile, lo studio d'architettura Felipe Assadi Arquitectos ha firmato il progetto di una piccola casa su due livelli. La casa Roja, prende il nome dal forte colore rosso dei suoi esterni. Gli architetti hanno quindi adottato una soluzione “semplice” per dare a questa costruzione di piccole dimensioni un carattere forte, che la distingue e la rende immediatamente visibile nel verde del lussureggiante panorama.

Il reportage fotografico di Fernando Alda, ben evidenzia il forte gioco di contrasti tra il verde intenso e lussureggiante delle essenze arboree naturali delle montagne cilene e di contro il colore rosso acceso della piccola casa, progettata dagli architetti Felipe Assadi, Trinidad Schönthaler e Macarena Ávila dello studio Felipe Assadi Arquitectos. A sottolineare questo distacco dalla natura e la volontà di apparire come un oggetto posato sul territorio, gli architetti hanno posto grande attenzione nel progetto dell'attacco a terra della casa. Le pareti rosso fuoco sembrano sollevate dal suolo, grazie a un sistema costituito da ghiaia, cemento e legno che segna la mediazione tra il terreno naturale e la quota 0 del costruito.
Ad alimentare questo gioco di contrapposizioni e contrasti è anche la matericità della piccola costruzione. All'ambiente naturale apparentemente “disordinato”, gli architetti oppongono la geometria semplice di un volume solido: un cubo rosso. La casa appare come un volume “pieno” dove attraverso attente e studiate sottrazioni gli architetti sono riusciti a ottenere finestre, verande, una terrazza a doppia altezza che diventa ingresso, le pendenze della copertura ecc. Affermare la presenza della costruzione con un segno forte, il rosso, un colore che non si presta a compromessi e che non può dissimularsi nel verde della vegetazione è stata una scelta ben precisa degli architetti. La casa si trova infatti in una zona montuosa, in un contesto poco urbanizzato e fortemente rurale, dove la densità abitativa è molto bassa. Mediamente ogni casa ha a disposizione un lotto di circa 5000 mq e non c'è contatto visivo con altre case. Elementi che fanno ben comprendere la volontà da parte degli architetti di creare un “oggetto forte” che dichiarasse la sua presenza e diventasse un landmark per il contesto paesaggistico. A queste considerazioni, va aggiunto anche che il colore scelto è abbastanza comune nelle costruzioni della vicina città e questo consente alla costruzione di essere immediatamente identificata come “una casa”.

La casa Roja è stata costruita direttamente in loco, ma gli architetti l'hanno progettata in modo da poter prefabbricare gli elementi che la compongono.
Ogni piano è infatti composto da due moduli, per un totale di quattro elementi che si potevano costruire in fabbrica e poi trasportare singolarmente in loco con camion. La modularità unitamente alla simmetria del progetto fanno parte di un programma ben studiato dagli architetti per permettere nel tempo un'estensione della casa, aggiungendo nuovi moduli ai lati sia del livello inferiore che superiore e collegandoli attraverso il corridoio laterale alla scala centrale.
Il gioco di contrasti continua all'interno, dove ai colori forti della facciata si oppongono i colori più tenui della pietra naturale e del legno adatti all'arredamento minimalista degli ambienti.

(Agnese Bifulco)

Felipe Assadi Arquitectos www.felipeassadi.com
Architects: Felipe Assadi, Trinidad Schönthaler, Macarena Ávila
Location: San José de Maipo, Chile
Gross useable floor space: 5400 m2
Lot size: 87 m2
Start of work: 2017
Completion of work: 2018

Images courtesy of Felipe Assadi Arquitectos
Photographs: Fernando Alda


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×