1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Cino Zucchi Architetti

Cino Zucchi Architetti


Biografia

Architetto milanese, Cino Zucchi (1955) si è laureato al MIT di Cambridge in Arte e Design e in Architettura presso il Politecnico di Milano (1979), dove è docente di Progettazione Architettonica e Urbana.
Particolarmente attivo sul piano teorico e su quello didattico, negli ultimi due decenni ha tenuto numerosi seminari e conferenze in prestigiose accademie (Harvard, Firenze, Madrid, Zurigo).
Membro di molti gruppi di ricerca internazionali, come "ARE_Living sull'innovazione abitativa", Zucchi è stato presidente della giuria del Premio dell'Unione europea per l'architettura contemporanea - Mies van der Rohe Award 2015.
Molte le pubblicazioni su numerose riviste di spessore internazionale, quali Domus, Casabella, Abitare, Lotus, tra le altre. Zucchi è inoltre autore dei volumi "L'architettura dei cortili milanesi 1535-1706" (Electa, 1989), "Asnago e Vender. Architetture e progetti 1925-1970" (Skira, 1999), "Processo e modello in architettura e design" (Silvana, 2016).

Con lo studio Cino Zucchi Architetti (CZA) e la fitta rete di professionisti di cui lo studio si avvale, ha progettato edifici residenziali e pubblici (abitazioni a Venezia, Milano, Ancona); musei privati e spazi commerciali (Abbiategrasso, Milano), con l’obiettivo di ricercare “nuove soluzioni spaziali per la vita contemporanea nel complesso e delicato contesto del paesaggio europeo”.
Come dichiarato dallo stesso architetto, l'approccio progettuale nasce da riferimenti, accostamenti e riflessioni anche inconsueti (architettura e musica, letteratura e cinema, per citarne alcuni), fino a che non si riesce "a trovare un carattere appropriato al luogo e al tema, anche se questo carattere non è tutto deducibile da una pura analisi".

Sono nati così molti progetti noti e premiati, indirizzati soprattutto al ridisegno di aree industriali, rurali e di rilevanza storica, tra i quali si segnala il complesso residenziale D a Venezia (2002), nel progetto dell’area ex Junghans: un edificio di forma cubica, basato su acciaio e cemento armato, che ospita 16 appartamenti dislocati su 4 piani e dialoga con la specificità della città lagunare proponendo un'architettura moderna e non invasiva.
Il progetto di recupero dell'area ex Alfa Romeo al Portello a Milano (2002-2008) s'inserisce nella rilettura di un'area strategica, iniziata negli anni Novanta, col masterplan e il centro commerciale di Gino Valle. Nel nucleo residenziale di Cino Zucchi che sorge alle spalle del centro commerciale, "la percezione immediata è quella di un insediamento denso, costruito attraverso il dialogo serrato tra edifici pensati come famiglie di individui autonomi legati da assonanze, rimandi, dettagli ripetuti, materiali che si rispecchiano" (Molinari).
Gli edifici e gli spazi aperti sono "costruiti sulla percezione continua del paesaggio urbano circostante e sul piacere della scoperta di nuovi scorci e prospettive inattese", per un'architettura a misura d'uomo che punta sulla qualità e la forza dello spazio.
Le residenze nell'area dell'ex fabbrica di ceramica di Laveno (2006-2017), con spettacolare vista sul Lago Maggiore, sono frutto di un progetto che valorizza sia il nuovo quartiere open-air, sia la passeggiata sul lungolago.

Si segnalano inoltre il porto di Epano Skala a Mytilene-Lesbo (1996); la riforma dell’area mineraria a Herten nella Ruhr (2001) e quella della Central Pasila Tower Area ad Helsinki (2009); il progetto per il settore 2b-2c dell’area ex Alfa Romeo Portello a Milano (2008); i complessi residenziali dell'area ex Rossi & Catelli a Parma (2011), dell'area ex Mercato Navile a Bologna (2014) e il Novetredici a Milano (2016); il complesso per uffici del Gruppo M a Milano (2011), il magazzino automatizzato Pedrali a Mornico al Serio in provincia di Bergamo (2016) e il rinnovo urbano della Nuvola Lavazza a Torino (2017).

Membro attivo dell’organizzazione e dell’allestimento di numerose Triennali di Milano, il lavoro di Zucchi è stato esposto più volte alla Biennale di Architettura di Venezia: l’installazione Copycat. Empathy and Envy come Form-makers (2012) si è aggiudicata la menzione speciale della giuria, per avere rappresentato in modo migliore il tema relazionale “Common Ground” della Biennale.
 
Cino Zucchi Architetti opere e progetti famosi
 
- Reinventing Paradise: new interiors of the Caffè Paradiso at the Biennale Giardini, Venezia (Italia) 2018
- Nuovo centro direzionale Nuvola Lavazza, Torino (Italia), 2017
- Complesso residenziale dell’area ex Laveno, Varese (Italia), 2017
- Magazzino automatizzato Pedrali, Mornico al Serio, Bergamo (Italia), 2016
- Complesso residenziale Novetredici, Milano (Italia), 2016
- XXI Triennale di Milano. XXI Century: Design after Design, Milano (Italia), 2016
- XXI Triennale Esposizione Internazionale Milano. Sempering: process and pattern in architecture and design, Milano (Italia), 2016
- Almini Shoe store, Milano (Italia), 2016
- Residential building, Milano (Italia), 2015
- New Karnak. Lithic Vertigo at Marmomacc, Verona (Italia), 2015
- Complesso residenziale Sofia Embankment, Mosca (Russia), 2015
- Complesso residenziale dell'area ex Mercato Navile, Bologna (Italia), 2014
- 14th Biennale di Venezia. Innesti/Grafting: Padiglione Italia, Venezia (Italia) 2014
- Holy See Pavilion per EXPO 2015, Milano (Italia), 2014
- “Urban Graft” InfoPoint Pavilion for EXPO Milano 2015, Milano (Italia), 2013
- Boschetsrieder Straße / Ecke Drygalski-Allee, Monaco (Germania), 2013
- Pav Etoile, Ginevra (Svizzera), 2013
- Copycat. Empathy and Envy as Form-makers - Biennale di Venezia (Italia), 2012
- Complesso residenziale dell'area ex Rossi & Catelli, Parma (Italia), 2011
- Salewa Headquarters, Bolzano (Italia), 2011
- Progetto di recupero dell'area ex Alfa Romeo, Nuovo Portello, Milano (Italia), 2008
- Museo Nazionale dell’Automobile, Torino (Italia), 2005
- Masterplan nuovo quartiere Cornaredo, Lugano (Svizzera), 2004
- Masterplan Central Pasila, Helsinki (Finlandia), 2003
- D Building - Progetto dell’area Ex Junghans, Venezia (Italia), 2002
- Riforma dell’area mineraria di Ewald, Herten (Germania), 2001
- Museo privato di stampi per tessuto, Milano (Italia), 1999
- Ristrutturazione del quartiere Fiera, Abbiategrasso (Italia), 1997
- Progetto di recupero del porto antico di Epano Skala, Mytilene-Lesbo (Grecia), 1996
- Residenze a Venezia, Abbiategrasso, Ancona, Milano (Italia), Enschede (Olanda), 1994-2008
- Edificio per uffici, Casorezzo, Milano (Italia), 1990-1994
- Spaccio aziendale, Urago d’Oglio (Italia), 1990
 
Sito ufficiale
 
www.zucchiarchitetti.com

 

 

 

 

 

 

Correlati: Cino Zucchi Architetti


Correlati

04-08-2020

Korean National Football Centre di Seoul vince progetto UNStudio

Il concorso di progettazione per la realizzazione del nuovo Korean National Football Centre di...

More...

03-08-2020

atelierpng rivalorizza il Fort L'Écluse di Léaz

Il Fort L'Écluse di Léaz è stato ristrutturato su progetto dello studio...

More...

31-07-2020

CF Møller Architects The Heart in Ikast vince Civic Trust Awards

"The Heart in Ikast" il nuovo centro per la cultura e la comunicazione progettato dallo studio C.F....

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature