11-07-2016

Un landmark infrastrutturale di DVVD

Luc Boegly,

Parigi,

riqualificazione,

Il viadotto pedonale e ciclabile Claude Bernard, a opera dello studio di architettura francese DVVD, unisce con un gesto scultoreo Parigi e Aubervilliers.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Un landmark infrastrutturale di DVVD

Un landmark infrastrutturale di DVVD Il viadotto pedonale e ciclabile Claude Bernard, a opera dello studio di architettura francese DVVD, unisce con un gesto scultoreo Parigi e Aubervilliers. Un'importante infrastruttura e simbolo per un'umanizzazione della scala urbana.



Parigi è una città in continuo divenire, oggetto di molti progetti di riqualificazione e di rinnovamento. Non si tratta solamente di nuovi blocchi residenziali o multifunzionali (link), ma anche di interventi infrastrutturali di grande importanza nella riconfigurazione del tessuto urbano, il tutto a scala urbana e a misura d'uomo. La passerella Claude Bernard dello studio di architettura, design ed ingegneria DVVD è una di queste infrastrutture. Dall'ottobre 2015 si estende così un elegante arco lungo 100 metri sopra il Boulevard Péripherique che divide di fatto Parigi da Aubervilliers, offrendo una nuova connessione attraverso un percorso pedonale e ciclabile.





L'organicità della struttura è sottolineata dal materiale principale, ovvero legno quale promessa di un futuro sostenibile, creando un piacevole contrasto in un tessuto fortemente dominato da asfalto e cemento. L'apparente semplicità di questa calda “onda di legno” nasconde le più moderne tecniche di realizzazione per un ponte prefabbricato, la cui posa doveva avvenire in tempi rapidi per non intralciare il traffico essendo il Boulevard Péripherique di importanza strategica a Parigi.





Come sostiene Daniel Vaniche, fondatore dello studio DVVD insieme a Vincent Dominguez, la passerella Claude Bernard innanzitutto è un progetto urbano più che un oggetto di design o pura architettura. In effetti sul ponte troviamo circa a metà del percorso degli spazi che invitano alla sosta. Un gesto che sottolinea il desiderio di committenti e progettisti di creare non solamente un elemento di unione del territorio, ma un “luogo” fruibile oltre la sua mera funzione infrastrutturale. 





La passerella Claude Bernard dello studio DVVD ha convinto anche i cittadini, i quali la frequentano moltissimo, dalla sua apertura a Ottobre 2015, creando di fatto un flusso di traffico sostenibile verso e dal nuovissimo quartiere Rosa Parls-Macdonald, sorto su di una vecchia area industriale.

Christiane Bürklein

Progetto: DVVD
Luogo: Parigi, Francia
Anno: 2015
Immagini: © Natahlie Prébende, © Luc Boegly
Thanks to v2com

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature