24-07-2019

Mostra UIC sul destino di Poblenou Barcellona

UIC Barcelona School of Architecture,

Jesus Arenas,

Barcellona, Spagna,

Mostre,

Mostra,

Barcellona, meta gettonata per le vacanze non solo d’estate, ospita la mostra 22@_What? How to achieve balance in Northern Poblenou, Barcelona.



  1. Blog
  2. Eventi
  3. Mostra UIC sul destino di Poblenou Barcellona

Mostra UIC sul destino di Poblenou Barcellona Barcellona, meta gettonata per le vacanze non solo d’estate, ospita la mostra 22@_What? How to achieve balance in Northern Poblenou, Barcelona. Si tratta di dieci progetti creati dagli studenti della Scuola di Architettura dell'UIC di Barcellona. Nuove proposte di urbanistica e architettoniche per un'area che ha iniziato la sua metamorfosi a inizio 2000.


Sono passati 20 anni da quando è stato definito il Piano 22@Barcelona per l’area di Poblenou, un quartiere della città che ha iniziato la sua metamorfosi all'inizio del 2000. Le origini di questa trasformazione si ritrovano nella proposta iniziale, ovvero la creazione di un "modello di città compatta" che comprende alloggi, strutture e aree verdi di alta qualità con il preciso scopo di "lavorare, vivere e imparare”.
Ora tali proposte iniziali sono state riprese dagli studenti dell'UIC Barcelona School of Architecture. Divisi in tre workshop, condotti dagli architetti insegnanti Iñaki Baquero, Marta García-Orte, Mamen Domingo e Ernest Ferré, gli studenti hanno rivisitato il Piano 22@Barcelona. Il loro scopo è stato quello di dare una risposta alle questioni urbane e architettoniche attraverso progetti di laurea di tipo architettonico e urbanistico. Il tutto a 20 anni dalla definizione di questo piano.
Tutte le idee sviluppate sono partite dal lavoro eseguito durante il corso Urban Design coordinato, lo scorso anno, da Álvaro Cuéllar e Pere Vall. 
Dalla ricerca si evince che l'area di Poblenou Nord, per vedere una rinascita, manca ancora di una densità residenziale sufficientemente dedicata al commercio locale, inoltre i collegamenti con la rete metropolitana sono limitati. Come se non bastasse in questo quartiere la mancanza di un progetto urbano, che abbia una visione d'insieme, porta a una frammentazione dello spazio urbano e a una discontinuità di quello aperto. Tutto questo rende quindi difficile la creazione e identificazione di uno centro, portando di conseguenza a processi di gentrificazione. E non solo, ha spinto gli abitanti, che da sempre vi hanno vissuto e lavorato, ad spostarsi in altre zone della città. Inoltre Poblenou è un quartiere costruito quale sovrapposizione alla zona dell'Eixample, progettata dal famoso urbanista Ildefonso Cerdà, nonché  autore del piano di riforma e ampliamento di Barcellona sulla base del sistema agrario e industriale del XIX secolo. Allora la tensione tra questi due quartieri, così differenti anche se limitrofi e in parte sovrapposti, è alla base dei progetti realizzati dagli studenti. Il loro scopo? Creare un ulteriore strato di struttura urbana per chi vi abita.
Le proposte aggiornano le condizioni urbane esistenti attraverso l'inserimento di nuovi edifici, programmi e spazi pubblici, i quali interagiscono e arricchiscono la rete della città. Viene infatti qui suggerito un modello urbano meno regolare, più flessibile e adattabile alle nuove esigenze di una città in continua evoluzione.
La mostra intitolata 22@_What? How to achieve balance in Northern Poblenou, Barcelona è stata inaugurata il 18 luglio nella vecchia fabbrica tessile del 1853 di Poblenou, Ca l’Alier. Quest’ultima un emblema del quartiere, in quanto dopo la sua ristrutturazione, avvenuta lo scorso anno, ospita la fondazione BIT Habitat, la quale promuove l'innovazione urbana in ambito sociale, economico e tecnologico, collaborando con Cisco e Schneider, al fine di sviluppare progetti con aziende emergenti, PMI locali, università, associazioni e amministrazione. 

Christiane Bürklein

Mostra: "22@_What? How to achieve balance in Northern Poblenou, Barcelona”
dal 18 al 31 luglio 2019
Ca l’Alier, Barcellona, Spagna
Immagini: courtesy of UIC - fotografo Jésus Arenas
Render dei progetti

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×