07-10-2020

Il KilometroVerdeParma, riforestare insieme lungo l’autostrada

Studio Bellesi Giuntoli,

Foto Carra,

Parma, Italia,

Parco urbano, Paesaggio,

Il KilometroVerdeParma è un progetto nato nel 2015 dalla volontà di un gruppo di persone e da un’intuizione: creare un corridoio alberato lungo gli 11 chilometri dell’autostrada A1 che affiancano Parma, al preciso scopo di riqualificare l’ambiente di uno dei tratti autostradali più trafficati d’Europa.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Il KilometroVerdeParma, riforestare insieme lungo l’autostrada

Il KilometroVerdeParma, riforestare insieme lungo l’autostrada Il KilometroVerdeParma è un grande progetto di riforestazione nato da un’iniziativa del designer e grafico Franco Maria Ricci, ideatore anche del famoso Labirinto della Masone alle porte della città. L’intento è quello di schermare alcune aree industriali che si affacciano sull’A1. Un’idea che è stata in seguito condivisa e appoggiata da Davide Bollati, Presidente dell’azienda Davines. Quest’ultimo a sua volta, nel 2015, ha coinvolto Stefano Mancuso, Direttore dell’International Laboratory of Plant Neurobiology dell’Università di Firenze, e lo Studio Bellesi Giuntoli, specialista in architettura del paesaggio. Ed è proprio Alberto Giuntoli a proporre l’idea di un KilometroVerdeParma.
Il nome del masterplan si riferisce al famoso Kilometro Rosso, il Parco Scientifico Tecnologico che ospita aziende, attività di produzione hi-tech, centri di ricerca e laboratori lungo l’autostrada A4. Mentre però l’idea proposta a Parma ha quale obiettivo la valorizzazione paesaggistico-ambientale del tratto dell'autostrada A1 che affianca la città. Un percorso a intenso scorrimento che collega Milano con la costa adriatica, tagliando a metà l’Emilia-Romagna, nonché una delle autostrade più trafficate e inquinate d’Italia. Il KilometroVerdeParma ha quindi l’intento di dare un valido contributo all’aumento della biodiversità e con essa anche alla resilienza della cintura periurbana di Parma, mitigandone l’inquinamento. Insomma, un intervento che mira, grazie alla realizzazione di una fascia verde con alberi, arbusti e prati, a limitare l'impatto dei gas di scarico prodotti lungo l’autostrada, nonché a creare un landmark territoriale in grado di dare una nuova identità a un paesaggio antropizzato e altamente frammentato. 
L’iniziativa si è concretizzata negli anni a partire dall’ottobre del 2019, quando il Comune di Parma, la Regione Emilia-Romagna, l’Unione Parmense degli Industriali, l’associazione di sviluppo sostenibile Parma, io ci sto!, la CIA di Parma, Confagricoltura Parma, la Coldiretti e l’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale – Parchi del Ducato, hanno firmato il Protocollo d’Intesa per la realizzazione del progetto. Un’occasione in cui ha preso forma la creazione di aree verdi e boschi permanenti a Parma e nella sua provincia, in particolare lungo gli 11 chilometri di autostrada, con l’obiettivo di diventare un modello replicabile ed estensibile al di là dei confini parmensi. 
Anche l’ordine degli architetti di Parma, quest’estate, ha aderito all’iniziativa, entrando nel Consorzio del KilometroVerdeParma. A tal proposito racconta Daniele Pezzali, Presidente dell’Ordine: “Attraverso la nostra partecipazione e collaborazione, affermiamo con forza e convinzione che l’architetto, figura di sintesi tra tecnica e creatività, tra scienza e cultura, possa offrire molto in termini di interpretazione dei traguardi e visione sulle prospettive”.
Il progetto del KilometroVerdeParma, da una prima idea circoscritta si è così evoluto e ampliato, diventando il grande piano di riforestazione aperto ai cittadini che è oggi. Da giugno è online il sito web www.kilometroverdeparma.org, in cui è possibile reperire tutte le informazioni utili a partecipare alla creazione di un ambiente più sano e vivibile per tutti. 

Christiane Bürklein

Ulteriori informazioni: https://www.kilometroverdeparma.org/
Immagini: Foto Carra

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature