18-09-2015

Belvedere ed edificio difensivo del Parco Genovese a Cadice

José Luis Bezos Alonso,

© José Luis Bezos Alonso,

Cadice,

Sport & Wellness, Paesaggio,

Vetro,

José Luis Bezos Alonso è l’autore di un intervento urbano dall’anima duplice. A Cadice, Bezos Alonso ripristina la connessione tra un’importante area verde e il lungomare Santa Barbara, mediante un belvedere che è anche edificio difensivo del Parco Genovese, storico giardino pubblico di Cadice.



Belvedere ed edificio difensivo del Parco Genovese a Cadice

Nei pressi del centro storico di Cadice, l’architetto spagnolo José Luis Bezos Alonso ha realizzato un progetto dall’anima duplice, che è belvedere ed edificio difensivo dello storico Parco Genovese. Vincitore di un concorso internazionale indetto dall’amministrazione comunale e dal locale ordine degli architetti, il progetto di José Luis Bezos Alonso principia dalla necessità di proteggere il Parco Genovese dalle intemperie e dai venti provenienti dall’Oceano Atlantico, in cui l’intera città di Cadice sembra tuffarsi dal promontorio roccioso su cui sorge. Tuttavia questa diventa l’opportunità per riqualificare l’area prospiciente, il lungomare Santa Barbara, prima isolato dalla vita cittadina e trattato come semplice parcheggio. 

La funzione protettiva su cui interviene Bezos Alonso era svolta in passato da un lungo muro di mattoni, intonacato di bianco e lasciato all’incuria, un elemento che non dava alcuna possibilità di accesso dal parco al lungomare, salvo saltuarie aperture in cui comunque era interdetto il passaggio, proprio a causa della presenza del parcheggio.
Nel progetto di José Luis Bezos Alonso tale muro viene completamente abbattuto e sostituito da una struttura protettiva permeabile, che disegna il confine tra il parco e il lungomare senza costituire una barriera visiva tra i due fondamentali elementi del paesaggio di Cadice. La struttura infatti si sviluppa su due livelli, dove quello inferiore, realizzato completamente in vetro, è sormontato da un percorso pedonale, da cui si gode una bella vista sulla baia di Cadice da un lato e dall’altro sul Parco e sul centro storico. In questo modo la struttura di protezione non è più concepita come limite e barriera, ma come momento di contatto, in quanto le superficie trasparenti aprono un dialogo tra il mare e la natura del parco botanico, con le sue piante esotiche di origine americana. Oggi Il parco Genovese è infatti il giardino pubblico più importante della città,  anche se fu aperto nel XVIII secolo come sentiero per il passeggio, senza troppe aspettative. Dopo vari rimaneggiamenti, alla fine dell’Ottocento acquisì preziose e delicate specie botaniche ampliandosi a parco, grazie alle cure di Gerónimo Genovés i Puig, al quale deve il suo nome attuale.


E’ lo stesso Bezos Alonso che attribuisce l’ispirazione del suo progetto all’azione attivista di Bansky, che disegnò una bambina in altalena, appesa alla A della scritta PARKING, a cui l’artista aveva cancellato il suffisso ING, auspicando così la trasformazione di un’area di Los Angeles da parcheggio a giardino pubblico. Così egli restituisce alla città un affaccio diretto sul mare, prolungando l’area del Parco Genovese con una pedonale ripavimentata e arricchita con il verde e con spazi per attività all’aperto. Dall’edificio belvedere, che si estende per tutta la lunghezza del parco, si aprono 5 nuovi accessi al lungomare, la cui superficie è ridisegnata da direttrici che creano zone in cui aree artificiali e naturali si alternano. I vari servizi (bagni pubblici, spogliatoi per il personale del parco, piccole aree espositive, ecc) che un tempo giacevano disordinati in superfetazioni edilizie a fianco del vecchio muro di protezione del parco, hanno trovato posto ordinatamente all’interno del nuovo edificio belvedere.

Mara Corradi

Architect: José Luis Bezos Alonso
Location: Cádiz, Spain
Architectural technician, Quantity surveyor: José Antonio Hidalgo Requena
Architectural collaborator: Antonio Alonso Bellido
Structural consultant: Miguel Hernández Valencia
Facilities consultant: Mariano Alonso Béjar
Area ground floor: 1920 sqm
Area Upper level, balcony: 1948 sqm
Completion: 2015
Client: Instituto de Fomento, Empleo y Formación del Excmo. Ayuntamiento de Cádiz
Contractor: Corsan Corviam Construcción, S.A.
Photographs: © José Luis Bezos Alonso

http://joseluisbezos.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×