1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Alvaro Siza

Alvaro Siza


Biografia

Con una carriera lunga più di mezzo secolo, Alvaro Siza Vieira (1933) è unanimemente considerato uno dei principali esponenti dell’architettura portoghese moderna e uno dei più importanti architetti della scena internazionale degli ultimi decenni.
Le sue strutture, dalle piscine agli edifici pubblici, risultano "caratterizzate da una chiarezza di forma e funzione, una sensibile integrazione nel loro ambiente e un impegno mirato con le tradizioni culturali e quelle architettoniche" (Enc. Britannica).

Continuatore dell’opera dei grandi razionalisti, anche attraverso il recupero di materiali e metodologie tradizionali, ma sempre con un tratto originale e distintivo. In giovane età Siza intendeva diventare scultore, "ma le obiezioni di suo padre e la sua stessa ammirazione per il lavoro dell'architetto catalano Antoni Gaudí” lo portarono nel 1949 a iscriversi a un programma di architettura presso la Scuola di Belle Arti di Porto. Nel 1954, un anno prima della laurea, "aprì uno studio di architettura privata a Porto e progettò quattro case nella sua città natale".

Tra il 1955 e il 1958 segue un’importante formazione nello studio del suo ex professore Fernando Tàvora, dal quale apprende “la lettura sensibile e attenta al racconto antropologico e topografico”.
Questo apprendistato lo porta, inoltre, a una visione architettonica "che mantiene il rispetto delle tradizioni vernacolari, ma cercando la loro continuità in un contesto contemporaneo".
In seguito, apre il proprio studio e inizia una lunga attività d’insegnamento in Svizzera, Stati Uniti e Colombia.

Le sue prime celebri costruzioni sono il ristorante-Casa del Tè a Boa Nova (1963) e le Piscine a Leca da Palmeira (1966).
Entrambi i progetti ricevono il plauso della critica. Nel primo caso per l'uso di materiali diversi e la sapiente interazione con il paesaggio roccioso su cui sorge il complesso, dichiarando in merito “il progetto fu il risultato dell’attenzione prestata all’equilibrio naturale dell’area, che si estende tra una chiesetta e un faro più lontano. Il ristorante pertanto non è alto (...) per non risultare in contrasto con le dimensioni della chiesa. L’obiettivo del progetto era di non competere con questa presenza, evitando al contempo che la costruzione risultasse priva di carattere, conciliando l’autonomia del nuovo edificio con le preesistenze”. Nel secondo, le Piscine a Leca da Palmeira rappresentano una perfetta integrazione tra il costruito e la roccia costiera, grazie ai bordi modellati sia dal cemento che dalla pietra. Un progetto che si distingue ancor oggi come uno dei più apprezzati della sua lunga carriera.

Col procedere della sua ricerca, inizia a rifiutare il retaggio della figura dell’architetto-demiurgo, in grado di distinguere gli elementi utilizzabili e importanti da quelli in apparenza secondari, arrivando ad affermare che “tutto quello che esiste è importante e niente si può escludere dalla realtà”.

Nascono così i suoi innumerevoli schizzi, disegnati con straordinaria maestria, oggetti di studio e di numerose mostre: disegni talmente accurati che “hanno inventato non solo una calligrafia ma un metodo di progressivo avvicinamento al progetto” (Gregotti), in grado di immaginare una poetica “in cui il possibile si misura con il reale” (Angelillo).
Tra le molte opere, si ricordano le residenze in tutto il Portogallo, realizzate a partire dal 1964; il Banco Borges & Irmão a Vila do Conde (1986), la Scuola superiore di educazione a Setúbal (1994); la facoltà di Architettura di Porto (1995) e la Biblioteca del campus di Aveiro (1994).

Fuori dal Portogallo, si segnalano in Spagna il Centro galego di arte contemporanea (1993) e la facoltà di Scienze dell’informazione (2000) a Santiago de Compostela. In Italia Siza ha realizzato, col suo allievo e collaboratore di lunga data Eduardo Souto De Moura, la Stazione Metropolitana Municipio a Napoli (2015) e la riqualifica della piazza; a Londra il padiglione della Serpentine Gallery di Hyde Park (2005); a Rotterdam la New Orleans Tower (2010).

Dal 2011 Siza è impegnato con Juan Domingo Santos nel progetto (attualmente sospeso) del nuovo centro visitatori dello storico complesso monumentale dell'Alhambra a Granada, patrimonio mondiale dell'UNESCO.
Con il progetto della sede della Fondazione Iberê Camargo di Porto Alegre in Brasile (ultimata nel 2008) si aggiudica il Leone d’oro a Venezia (2002), bissato da quello alla carriera dieci anni dopo. Nel 1992 ha vinto il Pritzker Prize.
 
Alvaro Siza opere e progetti famosi
 
- Ristrutturazione del Museo Civico Abade Pedrosa - MMAP (con E. Souto de Moura), Santo Tirso (Portogallo), 2016
- Museo Internazionale di Scultura Contemporanea - MIEC (con E. Souto de Moura), Santo Tirso (Portogallo), 2016
- Progetto Stazione Municipio della linea metropolitana (con E. Souto de Moura), Napoli (Italia), 2015
- Nuovo spazio per l'accoglienza dei visitatori - Atrio de La Alhambra (con J. Domingo Santos, progetto), Granada (Spagna), 2011 - in corso
- New Orleans Tower, Rotterdam (Olanda), 2010
- Sede della Fondazione Iberê Camargo di Porto Alegre, Porto Alegre (Brasile), 2008
- Padiglione della Serpentine Gallery (con E. Souto de Moura), Hyde Park, Londra (Regno Unito), 2005
- Padiglione portoghese all’Expo 2000 (con E. Souto de Moura), Hannover (Germania), 2000
- Facoltà di Scienze dell’informazione, Santiago de Compostela (Spagna), 2000
- Museo d’Arte Contemporanea, Porto (Portogallo), 1999
- Padiglione portoghese all’Expo ‘98, Lisbona (Portogallo), 1998
- Sede del Rettorato dell’Università di Alicante (Spagna), 1998
- Quartiere Malagueira, Evora (Portogallo), 1997
- Facoltà di Architettura, Porto (Portogallo), 1996
- Scuola superiore di educazione, Setúbal (Portogallo), 1994
- Biblioteca del campus universitario, Aveiro (Portogallo), 1994
- Centro galego di arte contemporanea, Santiago de Compostela (Spagna), 1993
- Abitazioni nel parco Van der Venne, L’Aia (Olanda), 1988
- Agenzia del Banco Borges & Irmão, Vila do Conde (Portogallo), 1986
- Abitazioni Bouca e S. Victor, Porto (Portogallo), 1977-1979
- Piscine del Parco di Quinta da Conceicao e del lungomare, Leça da Palmeira (Portogallo), 1965-1966
- Ristorante e casa del tè, Boa Nova, Leça de Palmeira (Portogallo), 1963

Correlati: Alvaro Siza


Correlati

13-12-2019

JCA Living Lab vince il World Interior of the Year 2019

Il 6 dicembre ad Amsterdam si è concluso l'INSIDE Festival of Interiors 2019. Oltre 90 i...

More...

12-12-2019

Le architetture residenziali di 2b architectes a Losanna e Gaou Bénat

Due recenti progetti residenziali dello studio 2b architectes. Due progetti di trasformazione e...

More...

11-12-2019

Tempodacqua la Biennale di Architettura di Pisa

"È stata un successo" ha dichiarato Alfonso Femia, direttore della terza edizione della...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×