1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Zaha Hadid

Zaha Hadid


Biografia

Nata a Baghdad e naturalizzata britannica, Zaha Hadid (1950-2016) si colloca sulla scena dell’architettura contemporanea come una delle figure più note per il suo stile versatile e suggestivo, di grande fascino e impatto.
Negli anni settanta si laurea in matematica a Beirut, quindi studia architettura a Londra, aprendo il proprio studio nella capitale britannica nel 1980. Il primo importante riconoscimento internazionale è del 1983, quando si aggiudica il concorso per The Peak Leisure Club di Hong Kong.

Il progetto non viene realizzato, ma si evidenzia in particolare per i disegni progettuali che mettono in luce (anche attraverso la pittura) una creatività non comune, unita a una profonda ricerca e al desiderio di misurare e oltrepassare i limiti spaziali, allontanandosi dagli schemi classici.
Questo approccio così creativo e peculiare, marchio di fabbrica di Zaha Hadid nei decenni successivi, ha portato a numerose retrospettive dei suoi progetti architettonici (comprensivi di schizzi, dipinti, animazioni) in importanti musei d’arte contemporanea, tra cui MOMA, Guggenheim e Deutsches Architektur Museum.

Oltre a questo aspetto creativo e interdisciplinare Hadid si distingue per l’utilizzo dell’alta tecnologia, collocandola quale esponente di spicco del moderno decostruttivismo in campo architettonico.
Il suo studio Zaha Hadid Architects (ZHA), con 40 anni di attività e quasi un migliaio di progetti in tutto il mondo, è uno dei principali punti di riferimento nel panorama architettonico odierno, con opere imponenti che trasmettono al tempo stesso leggerezza, fluidità e trasparenza, grazie anche al sapiente utilizzo dei diversi materiali (vetro, plastica, lastre di titanio, acciaio).
Tra le molte opere si segnalano il Bergisel Ski Jump a Innsbruck (2002); il Rosenthal Center for Contemporary Art a Cincinnati (2003); l’Ordrupgaard Museum Extension a Copenhagen (2005); il MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo a Roma (2009); l'Heydar Aliyev Center a Baku (2012).

Numerosissimi i riconoscimenti internazionali, tra cui spicca il premio Pritzker (2004), per la prima volta assegnato a una donna; il Design of the Year 2014 per l'Heydar Aliyev Center di Baku le la Royal Gold Medal RIBA (2016).
In ambito non strettamente costruttivo, a dimostrazione di una creatività che abbraccia molti campi del design e dell’interior, si evidenziano anche le collezioni di scarpe Lacoste (2008) e i lavori per Louis Vuitton e Swaroski. Tra le mostre dedicate alla sua opera, segnaliamo quella al Palazzo d'Inverno dello State Hermitage Museum di San Pietroburgo (2015) e la mostra L'Italia di Zaha Hadid al MAXXI di Roma (2017) da cui emerge lo stretto rapporto intercorso tra la penisola e la designer.

Tra gli ultimi progetti realizzati dallo studio Zaha Hadid Architets si ricordano l'Al Janoub Stadium ad Al Wakrah in Qatar e il nuovo aeroporto internazionale di Pechino, entrambi inaugurati nel corso del 2019.
Lo stadio Al Janoub, dalla capacità di 40 mila posti, è il secondo stadio portato a termine tra gli otto previsti, in previsione del Campionato Mondiale di Calcio del 2022 che si svolgerà in Qatar. Dichiaratamente ispirato alle tipiche imbarcazioni chiamate Dau, tradizionali barche a vela araba con una o più vele triangolari, lo stadio è una struttura fortemente iconica e molto discussa anche per motivi non direttamente riconducibili a questioni architettoniche.

Dal punto di vista costruttivo, si segnala, oltre la particolare forma "post moderna e neo-futurista", anche "la possibilità di chiudere completamente il tetto, con una tensostruttura progettata da Schlaich Bergermann Partner che rende possibile la climatizzazione del campo e degli spalti nei torridi mesi estivi" (S. Peluso, Domus).

Il nuovo aeroporto internazionale di Pechino è situato nel distretto di Daxing, a 46 km di distanza dal centro città. Il progetto risale al 2014 e la nuova infrastruttura risulta perfettamente integrata nella fitta rete di trasporti locali; l'opera consentirà di diminuire in modo considerevole la congestione dell'aeroporto internazionale già esistente nella capitale cinese.
 
Zaha Hadid opere e progetti famosi
 
- Bora Residentail Tower, Città del Messico (Messico), 2021 (previsto)
- Bee'ah Headquarters, Sharjah (UAE), 2020 (previsto)
- Daxing International Airport, Pechino (Cina), 2019
- Al Janoub Stadium, Al Wakrah (Qatar), 2019
- Aljada Central Hub, Sharjah (UAE), 2018
- Capital Hill Residence, Mosca (Russia), 2018
- Torre Generali, Milano (Italia), 2017
- Dominion Office Building, Mosca (Russia), 2015
- Issam Fares Institute, Beirut (Libano), 2014
- Dongdaemun Design Plaza, Seul (Corea del Sud), 2014
- Heydar Aliyev Center, Baku (Azerbaijan), 2012
- New National Stadium, Tokyo (Giappone)
- Soho Peaks, Pechino (Cina), 2014
- Serpentine Sackler Gallery, Londra (Regno Unito), 2013
- Pierrevives, Montpellier (Francia), 2012
- The Arum Shell, Venice Architecture Biennale, Venezia (Italia), 2012
- London Aquatics Centre, Londra (Regno Unito), 2011
- Mobile Art Chanel Contemporary Art Container, sedi varie, 2008-2010
- Glasgow Riverside Museum of Transport, Glasgow (Regno Unito), 2011
- Sheikh Zayed Bridge, Abu Dhabi (UAE), 2010
- MAXXI - Museum of XXI Century Arts, Roma (Italia), 2009
- Zaragoza Bridge Pavilion, Saragozza (Spagna), 2008
- Neues Stadt-Casino, Basilea (Svizzera), 2006
- Ordrupgaard Museum Extension, Copenhagen (Danimarca), 2005
- Lois & Richard Rosenthal Center for Contemporary Art, Cincinnati (USA), 2003
- BMW Central Building, Leipzig (Germania), 2003
- Bergisel Ski Jump, Innsbruck (Austria), 2002
- Hoenheim-Nord Terminus and Car Park, Strasburgo (Francia), 2001
- Vitra Fire Station, Weil am Rhein (Germania), 1993

Sito ufficiale

www.zaha-hadid.com

Correlati: Zaha Hadid Architects


Correlati

25-05-2020

Architettura, pandemia e il futuro del progetto: Form4 Architecture

In pochi mesi tutto è cambiato, anche il mondo dell’architettura. Alla ricerca di...

More...

29-05-2020

Panorama Architecture Campus di ricerca MMSH Aix-en-Provence

Lo studio Panorama Architecture ha firmato il progetto di ristrutturazione e ampliamento di un...

More...

28-05-2020

Gio Ponti Amare l'architettura al Maxxi e le altre mostre, si riparte

Dopo lo stop alla cultura imposto dalle misure di contenimento per la diffusione della pandemia da...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature