30-12-2020

Two and a Half Storey House di Bradley Van Der Straeten Architects

Bradley Van Der Straeten Architects,

French+Tye,

Londra,

Ville,

Lo studio d'architettura londinese Bradley Van Der Straeten ha realizzato un progetto di ristrutturazione particolare, pensato in modo da aggirare le restrizioni del piano regolatore. Per una giovane coppia, in cerca di spazio, l'innalzamento di mezzo piano della propria abitazione è stato sufficiente per ricavare un terzo livello, in cui sistemare il secondo figlio in arrivo. Il redesign degli interni, nato da un tale vincolo, è molto particolare ed interamente giocato sull'uso del compensato.



Two and a Half Storey House di Bradley Van Der Straeten Architects

Two and a Half Storey House è un progetto realizzato all'inizio di quest'anno da George Bradley e Ewald Van Der Straeten, fondatori di BVDS Architects. Bradley abita nel quartiere di Stoke Newington a Londra, dove ha conosciuto Beth e Andrew, una giovane coppia in dolce attesa del secondo figlio e per questo in cerca di spazio. Avendo bisogno di una terza camera, ma non potendosi permettere di acquistare una nuova proprietà in zona, Beth e Andrew hanno chiesto due volte il permesso di innalzare di un piano la propria casa, ricevendo due volte un rifiuto come risposta. È a questo punto della storia che entrano in gioco George e Ewald con il team di Bradley Van Der Straeten Architects, ai quali, grazie all'utilizzo creativo degli spazi, è bastato innalzare l'abitazione solo di mezzo piano per inserire un livello aggiuntivo abitabile, risolvendo così il problema della coppia.

Per arrivare alla soluzione finale, il progetto è stato approcciato come un puzzle a incastro. L'intero design quindi ruota attorno alla possibilità di utilizzare il soffitto della camera da letto al livello inferiore come base per il letto di quella superiore. A tal proposito raccontano gli architetti: "Sapevamo che la mezza altezza del soppalco era fissa, abbiamo quindi cercato di creare due livelli interconnessi nello spazio di un piano e mezzo. Forse abbiamo ottenuto una minore superficie calpestabile, ma usandola in modo creativo abbiamo creato più volume e una camera in più".

Integrare il piano su cui poggia il materasso come livello rialzato nel design della camera superiore si è rivelata quindi una mossa vincente. Inoltre, grazie a due ampie aperture praticate sul soffitto, la stanza è illuminata e la luce viene trasmessa al piano inferiore attraverso una finestra interna, la quale permette anche di controllare i bambini mentre giocano. Il materiale scelto per l'operazione di ammodernamento è il legno compensato, estremamente versatile, in quanto unisce con coerenza ambienti nuovi e già esistenti ed è stato usato anche per celare vani e ripostigli. La famiglia ha apprezzato molto l'utilizzo del legno, parlandone in una nota pubblicata da BVDS Architects: "Ritengo che la cosa più sorprendente sia stata scoprire quanto ci piace il compensato! Il compensato è un materiale molto caldo e normalmente non lo si vede utilizzare in questa quantità. Adoriamo il calore che conferisce alla casa".

Per rendere il gioco d'incastri possibile è stata necessaria una cura millimetrica. Bradley e Van Der Straeten hanno fatto in modo di massimizzare l'altezza disponibile, sfruttando ogni risorsa, così le travi che reggono il soffitto sono state lasciate a vista e per la coibentazione del tetto è stato utilizzato un pannello isolante sottovuoto alto appena tre centimetri, ottenendo comunque ottimi risultati in quanto a inerzia termica.

La struttura che sostiene il "piano e mezzo" progettato da BVDS è in metallo saggiamente utilizzato dagli architetti, in quanto hanno scavato le pareti in muratura per non sottrarre spazio abitabile. La struttura metallica è infatti completamente invisibile.
In conclusione, gli stessi architetti si sono detti molto soddisfatti del progetto, sostenendo che: "I clienti sono felici della loro nuova casa e adorano veder giocare il loro bambino nella sua nuova stanza nel soppalco dalla finestra del corridoio al primo piano, grazie alla suddivisione dei livelli. (...) L'estensione del soppalco ha la metà dell'altezza che avrebbe dovuto avere. Questo ha dato vita a un design davvero unico per gli interni. Il progetto è degno di comparire nel sequel di Essere John Malkovich".

Francesco Cibati

Location: Stoke Newington, London, United Kingdom
Year: 2020
Project: Bradley Van Der Straeten Architects https://b-vds.co.uk/
Typology: renovation, expansion
Material: plywood, metal, glass
Client: Private (Beth + Andrew)
Pictures: French+Tye


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature