19-06-2020

Tierwelthaus di Feldman Architecture: comfort moderno nella California selvaggia

Feldman Architecture,

Paul Dyer,

Portola Valley,

Ville,

Tierwelthaus significa letteralmente "Casa della fauna selvatica". Sorge in California, nella Bay Area, e Feldman Architecture le ha dato nuova vita dopo l'intervento di restauro parziale a opera di un precedente proprietario. Il comfort, la natura, gli spazi ampi e l'arredo curato sono le principali caratteristiche di questa abitazione, disegnata in modo da essere contemporanea e sofisticata, ma senza richiedere eccessive cure.



Tierwelthaus di Feldman Architecture: comfort moderno nella California selvaggia

L'ultimo lavoro di Feldman Architecture, malgrado l'esotico nome in lingua tedesca, sorge in California nella Portola Valley a circa mezz'ora di auto da Palo Alto. Si tratta di una residenza privata ed è stata battezzata "Tierwelthaus", vale a dire "Casa della fauna selvatica".

«Il nome – raccontano gli architetti – si è evoluto dalla relazione unica tra la casa e il terreno tutt'attorno. Un sentiero che attraversa il vicino canyon da Nord a Sud è molto usato dai cervi. Una civetta, che ha fatto il nido nella struttura durante la costruzione, ora frequenta la proprietà. Un paio di puma pattugliano regolarmente il giardino, mentre uccelli e altre piccole creature hanno costruito le loro case nel terreno circostante.»

La casa era già passata di mano una prima volta e in quella occasione ristrutturata, solo superficialmente, nella facciata esterna e al piano superiore. Al momento dell'acquisto degli attuali proprietari, la villa di 465 metri quadri si presentava con una forte discrepanza tra l'aspetto rurale in stile ranch, voluto dal primo proprietario, e le addizioni in stile contemporaneo apportate dal secondo. La coppia di nuovi proprietari, provenienti rispettivamente da Nuova Zelanda e dalla Bay Area di San Francisco, desideravano una casa moderna, confortevole e spaziosa, che non necessitasse di troppe cure. Nello stile abbozzato della ristrutturazione precedente hanno trovato una traccia da seguire, decidendo dunque, per semplicità progettuale e convenienza economica, di terminare i lavori di modifica già iniziati tempo addietro.

Tierwelthaus sorge sul lato di una strada quasi mai trafficata, in posizione ribassata rispetto al ciglio. Feldman Architecture ha intuito la necessità, per dare maggiore dignità all'architettura, di risollevare la facciata e la parte esterna della casa. Si tratta della facciata che guarda a ovest, che per aumentare la privacy ospita solamente l'ingresso.

Sul lato opposto, a Est, la casa si affaccia su un ampio e rigoglioso panorama, che discende dolcemente fino a tuffarsi, lontano dallo sguardo, nella parte meridionale della baia di San Francisco. Gli interni sono disegnati in modo da lasciar libera l'ampia vista a chi varca l'ingresso, pur trovandosi dalla parte opposta dell'abitazione rispetto alle grandi vetrate scorrevoli. Queste ultime ricoprono quasi per intero la facciata, oltre la quale si stagliano due grandi terrazze, una per ciascuno dei due livelli della casa. Le terrazze, seguendo l'andamento del terreno, ricreano l'impressione di trovarsi nel mezzo della vegetazione, che pochi metri più avanti la fa da padrona. Non a caso siamo nella "Casa della natura selvaggia".

Gli interni sono contraddistinti dall'ampiezza degli spazi e dall'arredo, quest’ultimo contenuto nel numero ma ben selezionato. La scelta dei materiali ha favorito la pulizia del bianco alle pareti contrapposta ad alcune parti rivestite in legno, come ad esempio la cucina. I pavimenti sono in lastre di color grigio scuro.

Le facciate esterne sono decorate da lunghe liste orizzontali in legno, di un colore bruno che richiama quello della terra circostante. La scelta è dettata da una necessità funzionale, oltre che da quella estetica di dare una continuità alle facciate. Infatti, il clima caldo della California richiede necessariamente una ventilazione e una costante ombreggiatura, facilmente ottenibile attraverso un tale sistema. Una piccola aiuola minimale è stata posta all'esterno davanti all'ingresso, nascosta e ricoperta dalle stesse doghe in metallo sul lato superiore. Ciò ha consentito al contempo di donare una maggiore privacy all’ingresso in casa e al breve vialetto coperto che invita a entrare.

A decorare ulteriormente il perimetro della casa sono state poste una serie di piante resistenti al caldo, come l'agave, la cordinlinea e altre varietà floreali tutte ispirate dalla vegetazione neozelandese. Una scelta che da vita a un raccordo visivo tra il design moderno della casa e la vegetazione autoctona, la stessa che, più lontano, torna a prendere possesso dei declivi della proprietà.

Francesco Cibati

PROJECT INFO:
Completed: May 2018
Location: Portola Valley, CA, USA
Size: 465 mq

PROJECT TEAM:
Architects: Feldman Architecture https://feldmanarchitecture.com/
Structural Engineer: Sheerline Structural Engineers
Builder: John Rodhouse, Olivewood Inc.
Landscape: Surface Design Inc
Civil Engineer: Lea + Braze Engineering Inc
Geotechnical Consultant: Murray Engineers
Photographer: Paul Dyer


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature