30-07-2020

Stefano Boeri Architetti China Rehabilitation Center Shenzhen

Stefano Boeri Architetti,

Shenzhen, Cina,

Ospedali,

Un edificio integrato nel tessuto urbano, accessibile, costituito da un'insieme di terrazze verdi e volumi sovrapposti, adiacente a un grande parco pubblico e direttamente connesso con la mobilità leggera della città. Un sistema sostenibile che combina verde naturale, architettura e biodiversità, e dove c'è una nuova concezione della disabilità motoria e cognitiva. Questo è in sintesi il Rehabilitation Center di Shenzhen, o meglio è quello che sarà perchè il nuovo centro di ribialitazione annunciato come il più grande e innovativo di tutta la Cina, sarà costruito nei prossimi tre anni e il progetto è del branch cinese dello studio italiano Stefano Boeri Architetti.



Stefano Boeri Architetti China Rehabilitation Center Shenzhen

Stefano Boeri Architetti China, branch cinese dello studio fondato dall'architetto italiano Stefano Boeri, ha vinto il concorso internazionale di progettazione per la realizzazione di un nuovo centro di riabilitazione a Shenzhen, grande metropoli della Cina Sud-orientale. L'approccio innovativo ai temi della disabilità è stato certamente l'elemento distintivo del progetto dello studio italiano, notato e apprezzato dalla giuria composta da amministratori cinesi e da architetti internazionali come Peter Cook e Sou Fujimoto.
Quello proposto dal team Stefano Boeri Architetti China è un edificio integrato nel tessuto urbano del distretto di Longhu, Shenzhen. Un edificio accessibile, costituito da un'insieme di terrazze verdi e volumi sovrapposti, adiacente a un grande parco pubblico e direttamente connesso con la mobilità leggera della città. Un sistema sostenibile che combina verde naturale, architettura e biodiversità. Il progetto come raccontato dallo stesso fondatore dello studio, l'architetto Stefano Boeri, “apre una nuova prospettiva all’architettura dei grandi Centri di Riabilitazione”.
Un'idea progettuale che si fonda su tre principi chiave. In primo luogo, il nuovo centro di riabilitazione, che sarà dedicato a persone dai 16 ai 60 anni, propone una nuova concezione per la disabilità motoria e/o cognitiva. La disabilità non è più considerata “la fragilità di una minoranza di cittadini”, dice Stefano Boeri, “ma come una condizione comune a tutti noi, seppure solo in una fase della nostra vita”. Un approccio inclusivivo e di coesione sociale da cui discende la necessità di realizzare un edificio integrato nel tessuto urbano. Non più un recinto relegato a luoghi marginali e periferici dove non vedere, ma un edificio permeabile alla città e adiacente a un importante spazio pubblico come un parco urbano. A questo primo principio segue il secondo, legato a “un’idea di totale accessibilità agli spazi e ai servizi di riabilitazione”. Infine gli architetti riconoscono una grande importanza al verde e alle proprietà terapeutiche della natura, che nel progetto si traduce “in una straordinaria disponibilità di spazi verdi e aperti dedicati a tutti i diversi tipi di riabilitazione”. Oltre alla vicinanza al parco pubblico, lo stesso edificio è organizzato con un insieme di terrazze verdi e volumi sovrapposti, con giardini pensili e terapeutici dedicati alla riabilitazione dove sono presenti sia specie vegetali locali che varietà curative.
Il progetto di Stefano Boeri Architetti China sarà realizzato nei prossimi tre anni e sarà un progetto pilota con molteplici funzioni tra cui: riabilitazione, formazione, attività ludiche ed artistiche, alloggi, spazi museali, di istruzione e di lavoro, centro sportivo per allenamenti e competizioni individuali e di squadra, strutture e percorsi formativi dedicati alle diverse disabilità per dare supporto o accompagnare i pazienti nel percorso riabilitativo verso una nuova quotidianità.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Stefano Boeri Architetti China www.stefanoboeriarchitetti.net

Credits

Stefano Boeri Architetti China
Partner: Stefano Boeri, Yibo Xu
Project Director: Pietro Chiodi
Competition Phase
Concept design: Luojia Xu, Sebastiano Cattiodoro
Schematic design: Juan Liu, Luojia Xu, Sebastiano Cattiodoro, Mohamed Yasser Elsarif, Jinye Du
Structure Consultant: Lei Gu
  Design&Development Phase
Design Team: Juan Liu, Luojia Xu, Sebastiano Cattiodoro, Mohamed Yasser Elsarif, Jinye Du, Yinxin Bao,Yitao Huang

Client: Engineering Design Management Center of Bureau of Public Works of Shenzhen Municipality
Location: Shenzhen, China


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature