06-11-2020

Una facciata aerospaziale per la MIRA Tower di Studio Gang

Studio Gang,

Studio Gang,

San Francisco, California, USA,

Grattacielo, Residenze,

Metallo, Vetro,

La MIRA Tower di Studio Gang a San Francisco è una spirale architettonica di 425 piedi con una facciata aerospaziale



Una facciata aerospaziale per la MIRA Tower di Studio Gang A San Francisco, in un quartiere di torri avvenieristiche firmate dai più importanti architetti del momento, è stata da poco conclusa la Mira Tower, progettata dallo Studio Gang, la cui facciata è stata realizzata adottando una tecnologia aerospaziale.
Si tratta di una torre sfaccettata e dichiaratamente espressionista dell’altezza di 425 piedi, 129,7 metri, il cui seducente aspetto spiraliforme è ottenuto grazie alla ripetizione in verticale di un pacchetto di 11 piani. Il meccanismo progettuale che la contraddistingue, quindi, consiste nell’aver sovrapposto una serie di beauwindows che si alternano uno sull’altro in maniera disallineata piano per piano, ottenendo in questo modo l’effetto di un volume che si avvita su sé stesso. Un risultato finale che riesce a catturare l’occhio dell’osservatore senza dargli tregua, cosicché lo sguardo tende a investigare ogni più piccolo dettaglio formale e costruttivo. Infatti, la ricca progressione di 8239 pannelli in alluminio e vetro si alterna fino a ottenere un effetto frastagliato che, a sua volta, si unisce a quello twister della torre. Tutto questo però ha prima di tutto un risvolto funzionale, in quanto serve a incanalare e gestire il carico del vento, sia quello diretto che quello generato dalle correnti ascensionali prodotte dalla forma della torre stessa. Non a caso la facciata è stata studiata adottando una tecnologia aerospaziale e realizzata da una ditta italiana. Nel dettaglio, altrimenti, a causa dei forti flussi di aria che circolano nella baia, si sarebbero potuti creare fruscii e deformazioni in punti sporgenti e quindi con il passare del tempo la stabilità degli infissi si sarebbe potuta compromettere. In più, le scomode e pericolose infiltrazioni, come l’effetto vela su interi lati, avrebbero potuto influire sulla rigidità della torre, generando oscillazioni in grado di disturbare gli abitanti dei piani più alti. Ed è per tali motivi che questo progetto presenta una forte attenzione al dettaglio, quindi le stondature dei profili, l’inclinazione degli aggetti, nonché la complanarità fra pannelli e vetri sono qui coordinati al fine di ottenere una curtain wall bella e soprattutto performante sotto ogni punto di vista.




Fabrizio Orsini




Architect: Studio Gang - Jeanne Gang - Founding Partner
Associate Architect: Perry Arcitects
Developer: Tishman Speyer - Carl Shannon - Senior Managing Director
Associate Architect: Barcelon Jang Architecture
Landscape Architect: INTERSTICE Architects
General Contractor: Lendlease
Structural Engineer: Magnusson Klemencic Assoc.
Civil Engineer: Urban Design Consulting Engineers

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature