18-06-2021

La foresta verticale ad assorbimento di carbonio di Vincent Callebaut

Vincent Callebaut Architectures,

Vincent Callebaut Architectures,

Appartamenti, Grattacielo,

Cemento, Vetro,

La foresta verticale di Vincent Callebaut a Taipei è un ecosistema anti-riscaldamento globale



La foresta verticale ad assorbimento di carbonio di Vincent Callebaut La torre di Vincent Callbaut a Taipei è un edificio che si può considerare come una foresta verticale ad assorbimento di carbonio e allo stesso tempo un ecosistema verde anti-riscaldamento globale.
Una costruzione particolarmente singolare, quella di Vincent Callebaut a Taipei Taiwan chiamata «Tao Zhu Yin Yuan», nata da una precisa intenzione dei progettisti. Realizzata attorno a un cilindro in vetro, per un’altezza di 21 piani, ogni coppia di solai è sorretta da una trave vierendel, poggiante sia sul cuore centrale che sui piloni posti alle estremità dell’edificio. Per spiegare questo sistema gli architetti hanno usato la metafora dello sciatore: un corpo centrale, due braccia e due bastoncini che mantengono l’equilibrio strutturale e allo stesso tempo garantiscono una flessibilità negli arredi degli appartamenti, (165 m² di ambient sky garden per ogni unità), sia in senso orizzontale che in quello verticale.
Il progetto sarebbe risultato piuttosto semplice se i piani non fossero stati sfalsati di 4,5° man mano che si sale verso l’alto, fino a raggiungere una rotazione completa di 90° tra il piano terra e l’ultimo. Quindi, nonostante l’effetto finale sia quello di una spirale, la struttura riesce a garantire al piede della fondazione un’elevata resistenza all’accelerazione data da possibili terremoti, fino a quelli di Classe 7 (China Liedu 9, surface acceleration PGA=0.40Gal).
L’edificio, inoltre, culmina con un attico coperto da una tettoia che contiene dei pannelli solari.
L’energia è infatti l’altro tema dominante di questa costruzione, in quanto l’effetto serra della torre centrale vetrata, unito all’azione dei pannelli solari, genera una grossa mole di aria calda, qui utilizzata per riscaldare gli spazi comuni. Invece, gli alvei dei grandi giunti di dilatazione, posizionati alla base dell’edificio e che si snodano verso l’alto, garantiscono una ventilazione naturale sfruttata dagli impiantisti per veicolare l’aria di servizio a uso comune, mentre la fornitura di energia elettrica, per gli spazi pubblici, raggiunge annualmente la riduzione di anidride carbonica a 35 tonnellate.
Infine, per realizzare una simbiosi con l'ambiente naturale, Tao Zhu Yin Yuan tower copre i suoi spazi aperti con alberi, tra cui 6600 m² di parco artistico al piano terra. Nel suo insieme si tratta di circa 23.000 alberi, arbusti e piante presenti nel giardino al piano terra, nei balconi e nelle terrazze di ogni famiglia. In particolare, va segnalato che si trovano 14 grandi alberi per ogni piano. L'assorbimento annuo di carbonio raggiunge così circa 130 tonnellate, con una copertura verde al 246% che è quasi 5 volte superiore alla normativa locale.






Fabrizio Orsini






INTERNATIONAL ARCHITECT : Vincent Callebaut Architectures, Paris
LOCATION: Taipei Taiwan, Xinyi district, Song Gao Road & Song Yong Road
SITE AREA : 8,160 M2
TOTAL FLOOR AREA: 42,705 M2
ZONING : Residential area (Taipei XinYi Development District)
FLOOR STRUCTURE: 21 floors and 4 floors basement, Steel Structure & Earthquake Protection System
CLIENT: BES Engineering Corporation, Taipei
CONTRACTOR: Taiwan Kumagai Co, Ltd
CURRENT PHASE : Gardens planting, waterfalls construction and interior decoration of public facilities space are undergoing
GREEN CERTIFICATION: U.S. Green Building Council LEED Gold +; Low Carbon Building Alliance Diamond Level
LOCAL ARCHITECT: LKP Design, Taipei
STRUCTURAL ENGINEER: King Le Chang & Associates, Taipei
LOCAL MEP ENGINEERING: Sine & Associates, Taipei
INTERNATIONAL INTERIOR ARCHITECT: Wilson & Associates (WA), Los Angeles
LOCAL INTERIOR ARCHITECT: Chu Chih-Kung + Metro Space Design, Taipei
INTERNATIONAL LANDSCAPE ARCHITECT: SWA, Sausalito, San Francisco
LOCAL LANDSCAPE ARCHITECT: Horizon & Atmosphere (H&A), Taipei
INTERNATIONAL LIGHTING DESIGNER: L'Observatoire International, New-York
LOCAL LIGHTING DESIGNER: Unolai Design, Taipei
GREEN CONSULTANT: Enertek, Taipei
VCA’S TEAM: Emilie Diers, Frederique Beck, Jiao Yang, Florence Mauny, Volker Erlich, Philippe Steels, Maguy Delrieu, Vincent Callebaut
PHOTO: Vincent Callebaut Architectures


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature