08-02-2019

Sketch: ristrutturazione della casa La Moderna a Panama

Sketch,

Fernando Alda,

Panama,

Ville,

A Panama City lo studio Sketch ristruttura la casa La Moderna, progettata in stile modernista nel 1962. Lasciata all'incuria per anni, La Moderna rinasce quale emergenza visiva del centro storico di Panama, grazie all'attento recupero della facciata gradonata e al ritmo delle vetrate su Avenida B.



Sketch: ristrutturazione della casa La Moderna a Panama

Lo studio Sketch, fondato nel 2006 da Johann Wolfschoon a Panama City, si è occupato del recupero della casa La Moderna, un edificio a uso misto situato nel centro storico della capitale che da anni versava in stato di abbandono.
La Moderna, costruita nel 1962, si inserisce oggi in un tessuto urbano di difficile definizione stilistica. L’architettura è situata all’incrocio tra Avenida B e Calle 12 Este, ai limiti del Casco Viejo, una zona centrale affacciata sulla baia, caratterizzata dallo stile coloniale tipico del paese. Divenuta zona turistica, con molti ristoranti e locali, ha conservato e replicato stilemi di un’architettura succeduta alla conquista del territorio da parte degli Spagnoli nel sedicesimo secolo.
Oggi però Panama è anche molto altro, cioè una incurante mescolanza di antico e contemporaneo, dove grattacieli di vetro, sorti a partire dagli anni sessanta, adombrano la città vecchia, quella delle banche, dell’industria immobiliare, degli hotel, degli uffici, dei centri commerciali, un triste orizzonte per quartieri in cui invece la povertà non consente cura e attenzione verso lo sviluppo urbano.
Anche senza emergenze visive di particolare rilievo, i principali periodi e movimenti dell’architettura del novecento hanno lasciato la loro impronta a Panama, ma la difficoltà di reperire mezzi per la sua conservazione ha popolato la città di scheletri abbandonati, edifici che un tempo avevano determinato l’impatto e la vitalità di strade e quartieri e che oggi versano in uno stato tale da impedirne quasi il riconoscimento. Il modernismo giunto in città negli anni Trenta sente ancora l’influsso dei linguaggi precedenti, dall’art nouveau all’art decò e non trovando mai una sua purezza si manifesta in esempi di contaminazioni architettoniche, oggi meritevoli di essere salvaguardate come parte della storia.
In questo solco va letto il progetto di recupero della casa La Moderna, portato a termine da Sketch secondo una filosofia che riscopre le strutture portanti rinforzandole, ristruttura le facciate per riportare in vita gli stilemi modernisti e aggiorna gli interni ai livelli di comfort ed ai requisiti tecnici oggi necessari.
Eretta nel 1962, La Moderna presentava due fronti su strada in leggera pendenza con un’originale e potente scansione ritmica di pieni e vuoti. Il prospetto ovest su Avenida B in particolare era il vero fronte principale, affacciato sul celebre teatro Amador. A sua volta edificio ad uso misto, con la sala degli spettacoli al piano inferiore e una residenza a quello superiore, l’Amador, eretto nel 1908, fu un cinema molto noto per tutto il ventesimo secolo, ma dopo l’invasione statunitense di Panama nel 1989, cadde in disuso. Solo di recente è stato riqualificato e riaperto come spazio per eventi e spettacoli dal vivo e forma oggi, insieme alla casa La Moderna, un luogo urbano di contrasti e connessioni tra passato e attualità.
Nel 2014, all'inizio del processo di progettazione, gli interni e la struttura della casa La Moderna si trovavano gravemente deteriorati e con problemi di umidità ai livelli superiori, a causa di difetti nella impermeabilizzazione della copertura. L’edificio offre oggi nuovamente alla città la sua facciata a gradoni, con quattro volumi aggettanti su un piano d’ingresso e un mezzanino. I progettisti hanno demolito gli appartamenti originali sul tetto per impermeabilizzare completamente il piano di copertura e al suo posto collocare 12 nuove piccole residenze, disposte su tre linee. A est 5 unità con vista sul Golfo di Panama, nel centro 3 unità con giardini interni privati e infine a ovest 4 unità disposte secondo il fronte gradonato, con ampi balconi coperti affacciati su Avenida B, sul teatro e sul resto del centro storico.
I livelli inferiori sono completamente ristrutturati ricavando 7 locali commerciali: nel seminterrato quattro ambienti a cui si accede da Calle 12 Este che è in forte pendenza; piano terra e mezzanino sono stati invece ripensati come un’unità, suddivisa in tre spazi commerciali comunicanti verticalmente. Il primo piano a pianta libera ospita gli uffici con una facciata vetrata che percorre tutta la Avenida B e gira l’angolo su Calle 12 Este. I tamponamenti eseguiti negli anni su Avenida B sono stati riaperti e sostituiti da finestre ad andamento orizzontale per garantire la più ampia relazione con il quartiere. Combinato al fronte a gradoni, il ritmo di aperture verticali al piano terra, orizzontali al mezzanino e nuovamente verticali al primo e ultimo livello, movimentano il prospetto principale come una quinta che accompagna il transito su strada. La scelta dirompente del verde scuro ai piani bassi, innalza e alleggerisce i due piani superiori, ripristinati al puro bianco originale.

Mara Corradi

Architects: SKETCH www.sketch.com.pa
Team: Johann Wolfschoon, Carlos Chen, Daniela Manfredi, Anthony Flores, Diego Segundo
Location: Avenida B y Calle 12 Este, Ciudad de Panamá, República de Panamá
Area: 5,340 sqm
Years: 2014-2018
Photos by: © Fernando Alda www.fernandoalda.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×