14-02-2020

RRA: residenze Bygdøynesveien n. 15 a Oslo

Reiulf Ramstad,

Mariela Apollonio,

Oslo, Norvegia,

Residenze,

Quella che fu l’abitazione dell’ambasciatore canadese a Oslo è il fulcro prospettico di un masterplan di residenze di pregio, progettate sulla penisola di Bygdøy da Reiulf Ramstad Architects e ricavate proprio su porzioni di terreni del parco monumentale.



RRA: residenze Bygdøynesveien n. 15 a Oslo

Lungo la Bygdøynesveien, la strada sulla penisola di Bygdøy, fuori dal centro di Oslo, al numero 15, si è da poco conclusa la costruzione di un complesso di sei residenze singole, progettate dallo studio norvegese Reiulf Ramstad Architects per l’immobiliare Bygdøy Boligutvikling. L’intero progetto ha come fulcro un’imponente villa, risalente al 1916, che fu abitazione dell’ambasciatore canadese dal 1956 fino al 2012, al giardino della quale apparteneva anche la porzione su cui oggi sorgono le residenze Bygdøynesveien 15.
Simmetricamente costruite attorno a un asse, che ha come fulcro prospettico la villa, e circondate da alberi ad alto fusto, le residenze sorgono su un terreno in pendenza che si rialza ulteriormente a nord, in corrispondenza del palazzo.
Si dibatté a lungo negli uffici del Comune di Oslo sui destini della proprietà di notevole valore storico, finché nel 2012 l’intero lotto di 16 acri, villa compresa, fu messo in vendita e acquistato dall’immobiliarista Tore Eiklid. Il grande parco in stile inglese fu porzionato e le due aree laterali furono rivendute alla Bygdøy Boligutvikling a scopo residenziale, mentre il palazzo neobarocco, i viali e la fetta di giardino a esso prospiciente, rimasero a Tore Eiklid, che pare ne abbia fatto la sua abitazione.
Per quanto un parco così vasto sia una rarità, tutta la penisola di Bygdøy contempla abitazioni immerse in ampi giardini e spazi verdi. La presenza di numerose ville signorili e di alcuni musei dedicati al mare e alla navigazione, costituiscono il genius loci che il progetto di Reiulf Ramstad Architects intende proteggere e valorizzare.
Dal punto di vista compositivo le residenze sono 6 volumi a due piani, allineati rispettivamente a est e a ovest del giardino centrale che conduce alla villa, come a proseguirne idealmente lo scalone monumentale. Scavati in modo da lasciare ampio passaggio di luce in ogni stanza e da creare spazi piani, adibiti a terrazze, le architetture sono state concepite secondo i criteri dell’orientamento, dividendosi tra Case del parco, a est, tra la strada Bygdøynesveien e il parco della villa, e Case del giardino, a ovest, tra il suddetto parco e le aree verdi delle proprietà adiacenti.
Le prime hanno gli accessi da Bygdøynesveien e si affacciano sul parco a ovest. La scelta di collocare l’ingresso principale sempre al centro di ogni volume fornisce un ordine e un ritmo ai fronti pur tutti differenti. Gli ambienti giorno, che si trovano al piano terra, ricevono più luce durante le ore più assolate, mentre le camere al piano di sopra sono orientate verso nord per rimanere più fresche. Le Case del giardino al contrario guardano il parco della villa a est e hanno accesso diretto da un sentiero che lo costeggia. La pianta è organizzata in base al percorso del sole, in modo che la zona diurna abbia sempre la luce del giorno da tre lati, con visuale sia verso il parco sia verso il sole della sera a sud-ovest.
La scala delle nuove unità non solo è la stessa delle residenze del contesto di Bygdøy, ma stabilisce una gerarchia netta con la villa, la quale resta il punto di riferimento visivo insieme al suo giardino centrale. D’altro canto, le residenze ne imitano l’idea di volume compatto ma aperto sul contesto, essendo realizzate in mattone con ampie vetrate verticali su tutti i lati. La scelta poi di utilizzare il mattone anche come rivestimento enfatizza il legame con la storia locale.
L’intero complesso si caratterizza per un’intensa sobrietà, fatta di una tavolozza di colori molto ridotta che accomuna i mattoni, la malta e il rovere delle porte. Il colore nero segna invece gli infissi laccati, le componenti tecniche come cancelli e corpi illuminanti esterni.

Mara Corradi

Architects: Reiulf Ramstad Architects
Client: Bygdøy Boligutvikling
Location: Oslo, Norway
Gross useable floor space: 6800 sqm
Invited competition: 2015
Start of work: 2015
Completion of work: 2019
Photographs: © Mariela Apollonio - fotografadearquitectura


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature