28-06-2019

Miralles Tagliabue EMBT The Kálida Sant Pau Centre Barcellona

Benedetta Tagliabue,

Lluc Miralles,

Barcellona, Spagna,

Ospedali,

Maggie's Cancer Centre, Patricia Urquiola Studio,

Nel complesso Art Nouveau dell'Ospedale Sant Pau di Barcellona, l'architetto Benedetta Tagliabue dello studio Miralles Tagliabue EMBT ha progettato il primo centro della rete Maggie al di fuori dei confini del Regno Unito. Il progetto di interior design è di Patricia Urquiola Studio.



Miralles Tagliabue EMBT The Kálida Sant Pau Centre Barcellona

Due donne, due importanti firme dell'architettura e del design internazionale, Benedetta Tagliabue per il progetto architettonico e il landscape design, Patricia Urquiola per l'interior design, hanno collaborato alla realizzazione di un nuovo centro per la cura del cancro, il primo della rete Maggie al di fuori dei confini del Regno Unito. La nuova struttura si chiama: Kálida Sant Pau Centre ed è stata realizzata a Barcellona nel complesso Art Nouveau dell'Ospedale Sant Pau, un bene iscritto nella lista UNESCO patrimonio mondiale dell'umanità e progettato in origine dall'architetto Domènech i Montaner, maestro del Modernismo Catalano.

Il Kálida Sant Pau Centre è una struttura a sostegno dei malati di cancro e dei loro familiari, fa parte della celebre rete dei Maggie's Cancer Caring Centre. Centri nati grazie all'opera di un'organizzazione benefica del Regno Unito ideata dagli architetti e coniugi Charles Jencks e Maggie Keswick Jencks, scomparsa proprio in seguito al cancro. La particolarità di questa rete è quella di rinoscere un ruolo fondamentale all'architettura nel processo di cura. La progettazione dei centri, con relativi giardini o spazi esterni, è infatti affidata sempre a importanti firme dell'architettura internazionale, tra gli altri sono stati progettati Maggie’s Centre da: Norman Foster, Zaha Hadid, OMA, e ancora l'architetto Steven Holl, autore del Maggie’s Centre di Londra inaugurato nell'autunno 2018. Come tutti i Maggie's Centres anche l'edificio progettato da Benedetta Tagliabue è unico nel suo genere. È una costruzione di 400 mq, un padiglione giardino inserito nel complesso ospedaliero di Sant Pau, tra il vecchio e il nuovo ospedale. La sua forma insolita è nata a seguito delle ricerche condotte dagli architetti, è infatti ispirata alle ceramiche floreali esistenti nei padiglioni dell'ospedale Art Nouveau progettato da Lluís Domènech i Montaner. Allo stesso modo le piastrelle in ceramica verde che rivestono la copertura e le facciate in mattoni con inserti in ceramica smaltata, sono tutte scelte coerenti con la preesistenza e con l'idea di proseguire la lezione del maestro del modernismo catalano: creare spazi di particolare bellezza, dove i fiori e l'armonia del luogo aiutino a guarire l'anima. L'edificio si sviluppa su due piani e ogni camera offre una vista sul giardino e sugli edifici Art Nouveau dell'ospedale. Il pianoterra è aperto verso il giardino, è stato progettato come uno spazio flessibile con al centro una sala pranzo a doppia altezza, tutti gli spazi continui si possono separare grazie a porte scorrevoli in modo da adeguarsi alle esigenze degli ospiti. Sempre a pianoterra sono presenti l'ingresso, la cucina, una piccola biblioteca e una sala polivalente, all'esterno il percorso pavimentato mette in connessione diretta il centro con il reparto oncologico. Il progetto del giardino con muri, pergolati e vegetazione assicura privacy agli ospiti, anche se impegnati in attività esterne. Al piano superiore le camere sono distribuite intorno allo spazio centrale a doppia altezza della sala pranzo e hanno grandi finestre che recuperano il dialogo visivo con le costruzioni liberty dell'ospedale.

(Agnese Bifulco)

Credits

Images courtesy of Miralles Tagliabue EMBT, photo © Lluc Miralles

KÁLIDA SANT PAU CENTRE
Parte of Maggie’s Centres International Network
2010 – 2019

Location: Recinto del Hospital de Sant Pau i de la Santa Creu en Barcelona.
Stakeholders: Fundació Kálida, Nous Cims, Fundació Privada de l’Hospital de la Santa Creu i Sant Pau, Maggie’s Centres

Architects and Project Directors: Benedetta Tagliabue y Joan Callís – Miralles Tagliabue EMBT www.mirallestagliabue.com
Project Coordinator: Valentina Nicol Noris – Miralles Tagliabue EMBT
EMBT Design Team: Enrico Narcisi, Gabriele Rotelli, Marianna Mincarelli, , Paola Amato, Helena Carì, Astrid Steegmans, Lisa Zanin, Federico Volpi, Letizia Artioli, Giovanni Vergantini, Paula Gheorgue, Esther Saliente Soler, Vincenzo Cicero, Sofia Barberena, Philip Lemanski, Marco Nucifora, María Cano Gómez, Carlo Consalvo, Luis Angello Coarite Asencio, Teymour Benet, Cecilia Simonetta, Edurne Oyanguren, Yilin Mao, Marilena Petropoulou, Ludovica Rolando, Mikaela Patrick, Erez Levinberg, Pablo López Prol, Mabel Aguerre.
Gross Floor Area: 400 m2
Outdoor Area: 950 m2
Contract: Encargo directo

Interior design: Patricia Urquiola Studio
Landscape consultant: Miralles Tagliabue EMBT
Structure Engineer: Bernúz Fernández Arquitectes SLP
Engineering Facilities: Proisotec Enginyeria SLP
M&E Consultant: PYF SL
Measurements and Budget: Borrell Jover SLP
Contractor: Construcciones Pérez Villora S.A.
Construction cost: 1.850.000,00 Euros
Construction cost/m2: 2.769,00 Euros/m2

Chronology: (2006 – 2010) Concept design, (2016) Basic and Executive Project, (April 6, 2017) First Stone Ceremony, (May 9, 2019) Opening.


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×