28-05-2014

Katsuma Tai: casa come guscio protettivo a Tokyo

Katsuma Tai,

© Seiichi Ohsawa,

Tokyo (Giappone),

Housing, Ville,

Cemento,

Interior Design,

L’architetto giapponese Katsuma Tai trasforma i vincoli edilizi in opportunità per la forma. La casa nel quartiere Minato-ku a Tokyo ha una facciata principale divisa in due parti rastremate. Il volume guadagna spazio abitativo e contemporaneamente si alleggerisce riducendo il proprio impatto sullo skyline urbano.



Katsuma Tai: casa come guscio protettivo a Tokyo

La casa Nisiazabu, progettata da Katsuma Tai nel quartiere Minato-ku a Tokyo, è l’esito delle ricerche di un giovane esponente dell’architettura giapponese nell’attuale concezione abitativa di questo paese.

Il costo del suolo e l’alta densità demografica che porta all’urgenza di costruire su terreni di ridotte dimensioni con fortissimi vincoli costruttivi, sono stati invece visti dai progettisti come un’opportunità e hanno spinto le nuove generazioni a sviluppare soluzioni compositive di grande innovazione formale.

Nel progetto di Katsuma Tai a Tokyo le stringenti norme di confine edilizio hanno giocato un ruolo fondamentale nella definizione del fronte, che deve essere a una certa distanza dalla strada di accesso al lotto.

Per rispettare tale vincolo l’architetto ha disegnato una facciata divisa in due parti, non piane ma inclinate verso l’interno: la forma prismatica consente di sfruttare una maggiore porzione di spazio, pur rispettando, come da regolamento, l’angolo formato tra la linea della strada e la gronda. In questo modo l’impatto sullo skyline è limitato e il prospetto assume una personalità unica che distingue l’architettura nel contesto.

Sottolinea il suo disegno rastremato la grande apertura dell’ingresso pedonale, un profondo scavo nel volume che interessa piano terra e piano primo: il suo tamponato a vetro lascia intuire la vita all’interno durante le ore notturne, mentre di giorno è un belvedere sull’ingresso e l’unica finestra sul paesaggio urbano circostante.
Per il resto il volume si presenta ermetico nei suoi muri in cemento bianco privo di dettagli decorativi, con il chiaro intento di difendere la vita familiare dalle influenze della città.

Come abbiamo più volte rilevato nei progetti giapponesi presentati da Floornature, il concetto abitativo pone al centro la protezione del nucleo da un contesto esterno che incombe. L’architettura residenziale è un guscio difensivo da sviluppare, in rapporto alla natura, come ambiente salubre, dove il controllo della luce e dell’aria assumono valenza fondamentale.


Nel progetto di Katsuma Tai il vuoto creato dall’esile e leggera scala in metallo, che mette in comunicazione tutti e quattro i livelli, garantisce la circolazione d’aria e l’illuminazione naturale. Non esistono finestre che offrano una vista, ma solo lucernari che incorniciano il cielo, catturano luce indiretta e creano ventilazione naturale. Dal mondo esterno si assorbono solo gli influssi benefici, tagliando fuori rumore e immagini non direttamente funzionali all’equilibrio interno.

Mara Corradi

Progetto: Katsuma Tai
Committente: Privato
Luogo: Minato-ku, Tokyo
Progetto delle strutture: Motoi Nomura
Area del lotto: 66,69 mq
Inizio Progetto: 2012
Fine lavori: 2013
Struttura in cemento
Scala interna in metallo verniciato
Pavimento in ceramica e teak
Fotografie: © Seiichi Ohsawa

http://www.tai-archi.co.jp


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature