18-04-2019

Il nuovo refettorio E26 dello studio BAST è Architettura Emergente 2019

BAST,

Jordi García,

Montbrun-Bocage, France,

Scuola, Ristoranti,

Mies van der Rohe Award, Premio,

Il nuovo refettorio per l'edificio scolastico preesistente di Montbrun-Bocage in Francia, crea fisicamente un recinto ma grazie alla facciata vetrata conserva la vista sul paesaggio circostante. Il progetto dello studio BAST di Toulouse sarà premiato come Architettura Emergente 2019 in occasione dei Mies van der Rohe Awards.



Il nuovo refettorio E26 dello studio BAST è Architettura Emergente 2019

I vincitori del Mies Van Der Rohe Award 2019 e del premio Architettura Emergente, assegnati dalla Commissione Europea e dalla Fundació Mies van der Rohe ad architetture contemporanee realizzate sul territorio europeo, hanno puntato ancora una volta i riflettori su temi di grande attenzione e protagonisti del dibattito architettonico internazionale: il recupero urbano degli alloggi popolari e con essi dei grandi edifici in cemento armato realizzati negli anni sessanta, l'architettura dei piccoli centri rurali dove il rapporto con il paesaggio ha una componente fondamentale da non perdere e al contrario da valorizzare.
In particolare a questo secondo tema è legato il vincitore del premio Emerging Architecture / Architecture émergent 2019, il progetto del nuovo refettorio scolastico di Montbrun-Bocage, piccolo comune vicino ai Pirenei nel dipartimento dell'Alta Garonna, in Francia realizzato dallo studio BAST di Tolosa.

BAST è l'acronimo di Bureau Architectures Sans Titre, lo studio d'architettura fondato a Tolosa da Louis Leger, Laurent Didier e Mathieu Le Ny associati a Jean-Baptiste Friot e Yann Chereau. I tre giovani architetti hanno realizzato un progetto che ben incarna la mission dello studio, o più semplicemente la massima che caratterizza tutte le loro opere: “Un projet n’est pas une envie d’auteur mais une suite logique de choix” (un progetto non è il desiderio di un autore ma una logica sequenza di scelte).
Il progetto con cui BAST ha vinto il premio Emerging Architecture, è il nuovo refettorio scolastico di Montbrun-Bocage, un piccolo comune dell'Alta Garonna - regione dell'Occitania che ha una popolazione di poco inferiore ai 500 abitanti e sorge in prossimità dei Pirenei francesi. Il nuovo refettorio è un ampliamento del piccolo complesso scolastico di Montbrun-Bocage dedicato attualmente a 61 piccoli allievi, il committente è proprio il comune di Montbrun-Bocage. Gli architetti hanno progettato una struttura che chiude il cortile dell'edificio preesistente in modo da ottenere un recinto e delimitare lo spazio aperto dove i bambini possono giocare. Allo stesso tempo la nuova costruzione, che idealmente separa le classi dai prati, è un limite fisico ma non visivo. Realizzata con pareti interne e di copertura in legno e pareti perimetrali interamente vetrate non ostacola la visione del paesaggio circostante. Un piccolo edificio razionale ed essenziale che si inserisce nel complesso e risolve anche alcuni problemi topografici, migliorando i percorsi interni al sito della scuola.

La Giuria del Premio della Commissione Europea per l'Architettura Contemporanea è rimasta favorevolmente colpita dalle scelte esecutive e progettuali dello studio BAST. Un progetto realizzato con un budget limitato realizzato con notevole cura, precisione e con una grande attenzione al contesto rurale in cui si inserisce. In rapporto alla semplicità della costruzione Benjamin Aubry, architetto ed esperto dei Mies Van Der Rohe Award 2019, ha notato come gli architetti di BAST hanno proposto grandi spazi ricchi di poesia ed estremamente pratici.

(Agnese Bifulco)

Name of work: E26 (school refectory)
Placement: Emerging Architect Special Mention
Prize year: 2019

Location: Montbrun-Bocage, France
Year completed: 2017
Studios: BAST https://bast0.com/
Total area: 1500 m2
Usable floor area: 200 m2
Client: commune de Montbrun Bocage

Images courtesy of Fundació Mies van der Rohe, photos by BAST, Jordi García

www.eumiesaward.com
www.miesbcn.com

Social media channels:
@EUMiesAward (Facebook, Twitter, Instagram)
@FundacioMies (Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn)
@CreativeEuropeEU (Facebook)
@europe_creative (Twitter)
#EUMiesAward2019 #EUMiesAward #winners


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×