12-02-2020

H&P Architects: casa-tubo e “caverna tropicale” in Vietnam

H&P Architects,

Nguyen Tien Thanh,

Vietnam,

Ville,

Fondere architettura e paesaggio è lo scopo della “caverna tropicale”, come lo studio H&P Architects definisce il suo progetto, che trasforma una casa-tubo vietnamita in una nuova abitazione di famiglia nella città di Bac Ninh, presso Hanoi.



H&P Architects: casa-tubo e “caverna tropicale” in Vietnam

L’abitazione su sei livelli progettata dallo studio H&P Architects nella città di Bac Ninh, presso Hanoi, in Vietnam, viene definita dai suoi stessi progettisti una “caverna tropicale” perché a questo elemento naturale si sono ispirati nella sua concezione. Il punto di partenza è la cosiddetta casa-tubo, una sorta di tipologia architettonica che negli anni è diventata tipica di alcune città vietnamite, di Hanoi in particolare. Come l’edificio oggetto della riqualificazione di H&P Architects, le case-tubo, accostate una all’altra a formare le cortine edilizie delle vie vietnamite, sono abitate dalla stessa famiglia che comprende più generazioni e, a partire dal piano commerciale a quota di terra, si sono sviluppate in altezza per far posto ai nuovi nuclei nel tempo. Il concetto di caverna dunque non nasce forse solamente dall’immagine pittoresca che se ne ha comunemente, con un ingresso basso e nascosto, con un’estensione in altezza al centro e con grande sviluppo in profondità, ma proprio dalla tradizione vietnamita di costruire case con ridotta dimensione di facciata.
Pare infatti che nel XIX secolo fosse in vigore nel paese una legge per cui l’ammontare delle tasse da pagare dovesse essere calcolato in base alla larghezza della facciata della propria abitazione, sicché le famiglie abbiano cominciato a costruire sempre più in profondità e in altezza. A questo si aggiunse il fatto storico che lo sviluppo del Vietnam durante il Novecento abbia reso i centri urbani sede di attività commerciali che naturalmente si aprivano su strada, relegando spesso le abitazioni nei retri o collocandoli al livello superiore: man mano che la famiglia aumentava, di generazione in generazione, la casa saliva di livello per ospitarli.
La caverna tropicale è ugualmente una suggestiva e condivisibile immagine con cui H&P Architects descrive il percorso che ha condotto la ricostruzione di questa casa per una famiglia che ospita ben 4 generazioni. L’originale disposizione spaziale si aggiorna secondo lo stile di vita attuale. Quello che un tempo era il negozio lascia spazio all’ingresso e agli ambienti giorno: un ampio e profondo ambiente è protetto da un sistema di porte a libro che all’occorrenza si aprono per lasciare spazio di parcheggio o di gioco. Salendo, l’architettura contempla vuoti tra i piani che creano momenti di comunicazione e passaggi di luce e aria, necessari nelle case-tubo. Dall’alto, visibili sono i flussi di luce provenienti dal lucernario, ispirati alle insenature delle caverne e capaci di disegnare raggi luminosi che interrompono l’oscurità dovuta all’assenza di finestre laterali. Nel tipico uso delle abitazioni che sorgono in climi tropicali, la residenza è ricca di vegetazione: da quella in vaso ai veri e propri arbusti, piantati negli spazi ricavati tra le camere e i muri perimetrali, come quelli che fanno da filtro con il contesto urbano, disegnati lungo il prospetto principale, fino al verde sul tetto.
Qui, per gestire il problema della grande quantità di luce in ingresso e del buio interno, lo studio H&P Architects ha trasformato il fronte stradale in un’unica facciata brise-soleil dinamica per la modulazione dei raggi solari. I moduli frangisole in legno e metallo, della dimensione di 920 x 6600 mm ognuno, sono comandati da due sistemi manuali composti da un volante servoassistito che comanda una lunga barra, conservando così una ritualità nell’apertura e nella chiusura di quella che è la principale “porta” sulla città.
Osservando le piante dei piani, si nota che ognuno è differente dall’altro, in parte per una motivazione filosofica, cioè per rappresentare la diversità di ogni nucleo all’interno della stessa famiglia, in parte per rendere tangibile questa diversità in una struttura abitativa dalle molteplici espressioni spaziali. Le stanze dalle pareti oblique e i vani scala mai consecutivi creano prospettive inattese che sono coerenti con quel senso di dinamismo che l’architettura trasmette già dall’esterno. La presenza del verde, della luce, della ventilazione naturale disegnano un ricco sistema di spazi ibridi tra interno ed esterno, dove architettura e paesaggio trovano un’interessante fusione.
Dicono a tal proposito i progettisti: “Nell’attuale urbanizzazione non pianificata, le residenze urbane stanno man mano soffocando, isolandosi e tagliandosi fuori dalle relazioni amichevoli con l’ambiente circostante. Questo rende le persone insicure anche quando sono a casa propria. Tropical Cave viene introdotta come una soluzione per affrontare questo problema, creando un rifugio in cui i proprietari possano di nuovo sentirsi in un posto sicuro e al contempo vivere in armonia con l’ambiente in una casa contemporanea.”

Mara Corradi


Architects: H&P Architects
Team: Doan Thanh Ha,Tran Ngoc Phuong, Nguyen Hai Hue, Trinh Thi Thanh Huyen, Nguyen Duc Anh, Ho Manh Cuong, Nguyen Van Thinh, Nguyen Thi Ngoc Mai
Location: Hai Ba Trung Street, Bac Ninh City, Vietnam
Land area: 160 sqm (9,7m X 16,5m)
Total floor area: 700 sqm
Completed: January 2019
Photographs: © Nguyen Tien Thanh


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature