15-01-2018

Henning Larsen Architects Art Pavilion Videbæk Danimarca

Henning Larsen Architects,

Kirstine Mengel,

Videbæk, Danimarca,

Art Center, Padiglioni, Musei,

Un ampliamento che conserva l'atmosfera dell'edificio principale e stabilisce uno stretto legame con la natura circostante, lo studio Henning Larsen Architects ha firmato l'estensione del Vestjyllands Kunstpavillon di Videbæk, Danimarca.



Henning Larsen Architects Art Pavilion Videbæk Danimarca

Il 10 settembre 2017 a Videbæk, Danimarca, è stato inaugurato il museo Arne Haugen Sørensen. Dedicato all'importante artista e grafico danese, il museo è un progetto dello studio Henning Larsen Architects che aveva firmato anche il primo nucleo del padiglione. Gli architetti hanno infatti ampliato il Vestjyllands Kunstpavillon di Videbæk, un progetto che lo studio aveva realizzato nel 2012, prima della scomparsa dell'architetto Henning Larsen. L'occasione è stata fornita dalla necessità di ampliare l'edificio preesistente per poter ospitare le opere di Arne Haugen Sørensen. La nuova area espositiva è infatti destinata esclusivamente alle opere di Arne Haugen Sørensen.

Nella mostra inaugurale, che ha ricostruito la sua vita artistica, il pubblico ha potuto scoprire le oltre 70 opere donate dall'artista e grafico danese unitamente alle ceramiche realizzate dalla moglie, l'artista Dorthe Steenbuck Crab. Un'esposizione di: dipinti, acquerelli, litografie, sculture, ceramiche e modelli per pale d'altare, Arne Haugen Sørensen è infatti noto soprattutto come artista religioso per aver decorato oltre 25 chiese in Danimarca. Per ospitare la generosa donazione di opere d'arte è stato necessario ampliare il museo di una superficie di 400 mq. Gli architetti hanno quindi progettato un'estensione che fosse in connessione con l'edificio realizzato nel 2012 e che ne conservasse la poetica armonia con il contesto naturale.

Il legame con il contesto era infatti un elemento essenziale del progetto che Henning Larsen aveva realizzato nel 2012, tanto che non si può parlare dell'Art Pavilion Videbaek senza accennare al contesto in cui sorge il museo. Siamo nella città di Videbæk, nella regione dello Jutland centrale vicino al fiordo di Ringkøbing, il museo è stato costruito nella parte occidentale del grande parco verde cittadino in prossimità del lago. La città danese di Videbæk, dal 2007 non più municipalità autonoma, è nota per una grande scultura in acciaio corten a forma di V, realizzata nel 1996 da Per Arnoldi e nota come "The V". La scultura si trova all'ingresso della città, questo importante landmark urbano è richiamato anche nel progetto di Henning Larsen Architects. Gli architetti usano infatti dei pilastri inclinati a forma di “V” per sorreggere la copertura del padiglione e proteggere il percorso esterno.

Il museo è stato costruito nella parte occidentale del Parco Videbæk, il suo volume inserito ai margini del verde e in prossimità del lago richiama una casa da tè giapponese. L'ampliamento del padiglione riprende il concetto già espresso nell'edificio realizzato nel 2012, con il percorso esterno che avvolge l'intera costruzione. È uno spazio intermedio tra interno e esterno, che permette al padiglione di presentarsi al suo pubblico con una facciata aperta e dinamica. Una geometria che rimanda al movimento degli alberi del parco e dei giunchi del lago quando ondeggiano mossi dal vento, ma che allo stesso tempo richiama la scultura “The V”. La facciata è l'elemento architettonico comune che crea una immediata e stretta connessione tra i due edifici e il parco in cui si trovano.

All'interno del padiglione, la sala dedicata alle mostre è progettata per assicurare una corretta esposizione delle opere d'arte. Lucernari a soffitto e vetrate permettono alla luce solare di pervadere lo spazio e creare un gioco di ombre che migliora l'esposizione delle sculture. La luce è un elemento fondamentale, una costante nelle opere di Henning Larsen. L'architetto infatti amava indicare come materiali principali delle sue architetture lo spazio e la luce. Lui stesso era definito da critici e studiosi dell'architettura come il “maestro della luce”, un chiaro esempio di questo suo modus operandi è l'HARPA. La Concert Hall e Centro Conferenze di Reykjavik (Islanda) che gli valse il premio dell'Unione Europea per l'architettura contemporanea Mies Van Der Rohe Award vinto nel 2013, pochi mesi prima della morte.

(Agnese Bifulco)

Progetto: Henning Larsen Architects https://henninglarsen.com/
Luogo: Videbæk, Danimarca
Fotografie: Kirstine Mengel


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×