17-02-2020

Counterspace progetterà il Serpentine Pavilion 2020

Counterspace,

Londra,

Musei, Padiglioni,

Serpentine Pavilion,

Il 10 febbbraio è stato annunciato lo studio che progetterà il nuovo Serpentine Pavilion, la struttura temporanea che accoglierà la programmazione estiva delle Serpentine Galleries di Londra. Si tratta dello studio d'architettura Counterspace di Johannesburg, guidato dagli architetti Sumayya Vally, Sarah de Villiers e Amina Kaskar, e come da tradizione il padiglione sarà la loro prima opera nel Regno Unito.



Counterspace progetterà il Serpentine Pavilion 2020

A 20 anni dal primo Serpentine Pavilion, progettato da Zaha Hadid, sarà un team tutto al femminile a progettare la nuova struttura temporanea che dall'11 giugno all'11 ottobre 2020 accoglierà la programmazione estiva delle Serpentine Galleries di Londra. Il 10 febbraio, la celebre istituzione londinese ha reso noti i nomi dei progettisti del padiglione, confermando la tendenza degli ultimi anni: quella di affidare il progetto del Serpentine Pavilion a giovani e nuove promesse dell'architettura mondiale.
Dopo l'architetto giapponese Junya Ishigami progettista dell'edizione 2019 e l'architetto messicano Frida Escobedo, autrice del padiglione temporaneo dell'edizione 2018, a unirsi al prestigioso parterre di firme internazionali collezionate dal Serpentine Pavilion saranno gli architetti Sumayya Vally, Sarah de Villiers e Amina Kaskar, giovani fondatrici dello studio d'architettura Counterspace di Johannesburg, Sudafrica. Come da tradizione il Serpentine Pavilion sarà la loro prima opera nel Regno Unito.

In un anno segnato da "divisioni" politiche, come la recente Brexit, il padiglione delle Serpentine Galleries di Londra diventa invece portatore di un dialogo internazionale, un luogo di dibattito e di nuove idee, sia per gli eventi previsti sia per i concetti a cui è ispirata la struttura architettonica. Nel corso dell'estate il padiglione ospiterà un importante e ambizioso progetto multipiattaforma delle Serpentine Galleries intitolato: Back to Earth. Lo scopo è esplorare alcune domande che ricadono nel dibattito architettonico contemporaneo sui cambiamenti climatici. In particolare ci si chiede: "come può l'architettura creare uno spazio in cui siamo tutti legati, ma non classificati?" o ancora "come può l'architettura promuovere il benessere?", "può una struttura evolvere e cambiare insieme all'ambiente?". Parallelamente il padiglione sarà concepito esso stesso come un evento e rappresenterà l'incontro di forme provenienti da altre parti della città.
L'architetto Sumayya Vally, capogruppo del progetto, ha spiegato che il padiglione sarà realizzato con tecniche costruttive sia innovative che tradizionali, attraverso un processo di addizione, sovrapposizione, sottrazione e giunzione di forme architettoniche. Si tratta di forme che hanno rilevanza per le comunità di migranti, oppure per altre comunità periferiche della città. Queste forme saranno le impronte di alcuni luoghi, spazi o manufatti che fanno parte della memoria e dell'identità di Londra come: Brixton, Hoxton, Hackney, Whitechapel, Edgware Road, Peckham, Ealing, North Kensington e altri. Il padiglione comprenderà quindi delle parti mobili che saranno spostate in questi diversi quartieri della città per seguire alcuni eventi e poi, nel corso dell'estate, torneranno nei giardini di Kensigton, per completare la struttura del Serpentine Pavilion. Il padiglione sarà quindi costituito da materiali di diversa natura sfruttando diversi approcci alla sostenibilità, sia a basso contenuto tecnologico che ad alta tecnologia. Sfumature e distinzioni di colore o di texture renderanno subito comprensibile ai visitatori l'opera di ricostruzione del padiglione. I luoghi della memoria e della cura della città si interesecheranno tra loro diventando parte del Serpentine Pavilion e creando spazi per stare insieme.

(Agnese Bifulco)

Project: Serpentine Pavilion 2020
Design: Counterspace ( Sumayya Vally, Sarah de Villiers and Amina Kaskar) https://counterspace-studio.com/
Location: Londra UK
Date: 11 June – 11 October 2020

Images courtesy of Serpentine Galleries © Counterspace

Captions
01. Serpentine Pavilion 2020 designed by Counterspace, Design Render, Exterior View © Counterspace
02. Amina Kaskar, Sumayya Vally and Sarah de Villiers of Counterspace. Photographed by Justice Mukheli in Johannesburg, 2020. © Counterspace
03. Serpentine Pavilion 2020 designed by Counterspace, Design Render, Interior View © Counterspace


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature