1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Coop Himmelb(l)au

Coop Himmelb(l)au


Biografia

Coop Himmelb(l)au è un gruppo di architetti attivo dal 1968 e noto a livello internazionale per le teorie sperimentali sull’architettura. Fondatori dello studio sono Wolf Dieter Prix, Helmut Swiczinsky e Rainer Michael Holzer.

Design Principal e CEO dello studio è attualmente Prix, mentre Holzer e Swiczinsky sono rimasti nella società rispettivamente fino al 1971 e al 2001.

Nato a Vienna nel 1942, Wolf D. Prix ha studiato architettura alla Vienna University of Technology, alla Architectural Association di Londra e al Southern California Institute of Architecture (SCI-Arc) di Los Angeles.
Membro di diverse istituzioni di architettura (l'Österreichische Bundeskammer der Architekten und Ingenieurkonsulenten, Bund Deutscher Architekten, Germania - BDA e il Royal Institute of British Architects - RIBA, tra le altre), Prix è "annoverato tra i creatori del movimento architettonico decostruttivista".

"Negli anni '70 Prix e Swiczinsky (...) crearono progetti che smaterializzarono la pesantezza dell'architettura convenzionale attraverso angoli ariosi inaspettati e complicate soluzioni spaziali. Questi esuberanti risultati sono stati raggiunti attraverso un processo che Prix ha descritto come "disegnare con gli occhi chiusi", una tecnica paragonabile al disegno automatico praticato da dadaisti e surrealisti negli anni '20 e '30" (J. Zukowsky, Enc. Britannica).

Dopo questo inizio caratterizzato da un’attività provocatoria e di ricerca fatta soprattutto di installazioni artistiche, lo studio vede negli Ottanta la realizzazione pratica di alcuni dei propri arditi progetti.
Si segnalano in tal senso l’attico in Falkestrasse 6 a Vienna (1988), dove lo studio realizza una sopraelevazione in forte contrasto con il carattere dell’edificio storico e l'intervento sulla fabbrica Funder Werk a St. Veit an der Glan in Austria (1987-1989).

Quest'ultimo, con la sua "architettura espressiva", è composto di elementi che conferiscono al complesso “una testa e un corpo inconfondibili. La giocosa evocazione scultorea della centrale elettrica con i "camini danzanti", il ponte dei media come connessione tra energia e produzione, il design libero del tetto volante come "ali", i baldacchini sagomati degli ingressi e l'angolo delle aree del laboratorio e degli uffici dissolte nel vetro verso sud, si stagliano tutte contro la sala, che è stata consapevolmente mantenuta bianca e semplice".
L'insieme di tali soluzioni "che assomigliano a esplosioni angolari di metallo e vetro, sono serviti da sconvolgimenti del loro ambiente tradizionale e delle aspettative delle persone sull'architettura", meritando così l'invito alla mostra "Deconstructivist Architecture" al MoMA di New York nel 1988 che diede allo studio fama internazionale.

Mettendo in discussione “le linee pulite, le forme rettangolari e la rigida pianificazione spaziale di architetti modernisti come Le Corbusier", lo studio realizza opere divenute celebri per lo spirito controcorrente, l’aggressività delle forme, spesso brutali e contorte ma decisamente innovative.

Il loro modo di progettare è perfettamente interpretato dagli strumenti della renderizzazione 3D, che esaltano la leggerezza e l’apparente inconsistenza delle relazioni tra le parti costruite.
Da questo concetto deriva anche il nome dello studio, "Himmelblau", che significa “celeste”, “colore del cielo”, ma mettendo fra parentesi la "l" diventa "Himmelbau" che significa “costruzione che sta in cielo”.
Nella loro mission attuale, l'architettura è vista "come parte del 21° secolo; come arte che riflette e dà un'immagine speculare della varietà e vivacità, tensione e complessità delle nostre città".

Molto note sono opere come il Padiglione di arte contemporanea del Museo di Groningen in Olanda (1994); il Gasometer, un edificio industriale riconvertito in complesso residenziale a Vienna (2001) e l'edificio polifunzionale BMW Welt a Monaco di Baviera (2007).
Numerose le opere pubbliche, musei, scuole e centri culturali, che si prefigurano come veri e propri landmark urbani, quali le storiche realizzazioni in Germania e Austria e le più recenti architetture in Cina e Corea del Sud, come "il colossale e scultoreo International Conference Center a Dalian in Cina (2011) e il Cinema center a Busan in Corea del Sud (2008-2011), esteso complesso che ospita teatri, cinema, aree d’intrattenimento, ristoranti e uffici amministrativi, caratterizzato da una copertura fortemente a sbalzo retta soltanto da un elemento conico centrale" (Treccani)

Tra i recenti progetti, la torre dell'hotel a cinque stelle al Dawang Mountain Resort a Changsha in Cina (2017), mentre sono in corso la Banca centrale dell'Azerbaigian a Baku; il "5th World" Russell Means Library a Porcupine; il Museo della Scienza e della Tecnologia a Xingtai in Cina.

Oltre al cofondatore Prix, oggi lo studio vede la presenza nel direttivo di Harald Krieger, Karolin Schmidbaur, Markus Prossnigg ed un team composto da 150 persone provenienti da 19 diversi paesi del mondo. Numerosi i premi e i riconoscimenti conseguiti, come l’American Architecture Award nel 2005 (assegnato per l'Akron Art Museum), l'International Architecture Award nel 2007 e l’European Award del RIBA nel 2008 (per il BMW Welt).
 
Coop Himmelb(l)au opere e progetti famosi
 
- Science and Technology Museum Xingtai (Cina), 2019 - in corso
- Edificio residenziale sociale Cape 10, Vienna (Austria), 2019
- Paneum - Wunderkammer des Brotes (House of Bread II), Asten (Austria), 2017
- Alban Berg Sculpture, Vienna (Austria), 2016
- Museum of Contemporary Art & Planning Exhibition (MOCAPE), Shenzhen (Cina), 2016
- The 5th World, Russell Means Library, Porcupine, South Dakota (USA), 2015 - in corso
- European Central Bank (ECB), Francoforte sul Meno (Germania), 2014
- Flying Garden Tower - Gateway Gardens (progetto), Francoforte sul Meno (Germania), 2014
- Musée des Confluences, Lione (Francia), 2014
- House of Music II, Aalborg (Danimarca), 2014
- Ice World and 5 Star Hotel Star, Dawang Mountain Resort, Changsha (Cina), 2013 - in corso
- Busan Cinema Center, Busan (Corea del Sud), 2012
- Dalian International Conference Center, Dalian (Cina), 2012
- Martin Luther Church, Hainburg (Austria), 2011
- Olympic Lake Park Rio (progetto), Rio de Janeiro (Brasile), 2011
- Public Transportation Complex (progetto), Toulon (Francia), 2009
- Central Bank Azerbaijan, Baku (Azerbaijan), 2008 - in corso
- Edificio polifunzionale BMW Welt, Monaco di Baviera (Germania), 2007
- Akron Art Museum, Akron, Ohio (USA), 2007
- Villa S., Millstatt (Austria), 2006
- Apartment and Office Building Schlachthausgasse, Vienna (Austria), 2005
- Espansione dell'Academy of Fine Arts, Monaco (Germania), 2005
- Apartment Building Gasometer B, Vienna (Austria), 2001
- Centro cinematografico UFA, Dresda (Germania), 1998
- Ufficio e centro ricerche, Seibersdorf (Austria), 1995
- Padiglione di arte contemporanea del Museo di Groningen (Olanda), 1994
- Rehak House (progetto), Los Angeles (USA), 1990
- Installazione Folly # 6 per EXPO '90, Osaka (Giappone), 1990
- Funder Werk 3, St.Veit/Glan, (Austria), 1989
- Attico in Falkestrasse 6, Vienna (Austria), 1988
- Mostra “Architecture is now”, Stoccarda (Germania), 1982
- Hot flat, Vienna (Austria), 1978
- Casa con il tetto volante, Londra (Inghilterra), 1973
- Villa Rosa, 1968

Sito ufficiale

www.coop-himmelblau.at

 

Correlati: Coop Himmelb(l)au


Correlati

07-07-2020

I Vincitori del Premio italiano di Architettura 2020

Si è svolta il 30 giugno al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo la premiazione...

More...

06-07-2020

Mostra all'Aedes Architecture Forum: Arctic Nordic Alpine – In Dialogue With Landscape. Snøhetta

Dal 4 luglio al 20 agosto l'Aedes Architecture Forum di Berlino ospita la mostra: Arctic Nordic...

More...

03-07-2020

Dominique Coulon & associés Complesso scolastico René Beauverie a Vaulx-en-Velin

Lo studio d'architettura Dominique Coulon & associés ha progettato il nuovo complesso...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature