02-06-2021

Consegnata la Royal Gold Medal 2021 a David Adjaye OBE

David Adjaye,

Londra,

Premio,

Il 26 maggio attraverso una cerimonia in streaming l'architetto David Adjaye OBE ha ricevuto la Royal Gold Medal, il più importante riconoscimento britannico assegnato annualmente dal RIBA, Royal Institute of British Architects.



Consegnata la Royal Gold Medal 2021 a David Adjaye OBE

È dal 1848 che annualmente il Royal Institute of British Architects (RIBA) assegna la Royal Gold Medal, il più importante riconoscimento britannico nel campo dell'architettura, nato per celebrare un professionista o uno studio d'architettura che abbia avuto un'influenza significativa, diretta o indiretta, sul progresso della disciplina. Nel corso della sua storia, tra gli altri sono stati insigniti della medaglia britannica gli architetti: George Gilbert Scott (1859), Frank Lloyd Wright (1941), Norman Foster (1983), Renzo Piano (1989), Tadao Ando (1997), Frank Gehry (2000), Rem Koolhaas (2004), Álvaro Siza Vieira (2009). Negli ultimi cinque anni il titolo è stato assegnato a Zaha Hadid (2016), Paulo Mendes da Rocha (2017), Neave Brown (2018), Nicholas Grimshaw (2019) e nel 2020 allo studio Grafton Architects di Yvonne Farrell e Shelley McNamara. Il 26 maggio 2021, con una cerimonia virtuale che ha unito il Ghana e il Regno Unito, specchio dei tempi eccezionali che stiamo vivendo, la Royal Gold Medal è stata consegnata all'architetto David Adjaye OBE.

L'architetto ghanese-britannico si è imposto all'attenzione internazionale negli ultimi 25 anni, in un continuo crescendo di popolarità. Il premio ricevuto è quindi assegnato alla lunga attività svolta negli anni. Il suo studio, Adjaye Associates, è stato fondato nel 2000 e oggi ha tre sedi ad Accra, Londra e New York, che gestiscono progetti in tutto il mondo, diversi per funzioni e dimensioni, passando dalle residenze private ai mobili e alle mostre, fino a grandi centri culturali o ai masterplan delle città. Il premio riconosce anche l'intesa attività accademica esercitata dall'architetto sia nel Regno Unito sia negli Stati Uniti, in prestigiose università come: Harvard, Michigan, Pennsylvania e Princeton.

Ringraziando per il premio ricevuto ed estendendo il ringraziamento a tutte le persone che hanno sostenuto e accompagnato il suo cammino, David Adjaye ha sottolineato come l'architettura rappresenti per lui un modo per costruire bellezza per tutti i popoli del mondo e per contribuire all'evoluzione della disciplina. L'architetto ha inoltre sottolineato come l'impatto sociale dell'architettura sia sempre stato e continuerà ad essere l'elemento fondamentale che lo guida nelle sperimentazioni architettoniche. Tra i progetti più noti e che hanno regalato grande fama all'architetto va certamente ricordato lo Smithsonian National Museum of African American History and Culture, realizzato con Freelon Adjaye/Bond SmithGroup nel 2016 a Washington, DC. Un'architettura che sorge in un luogo simbolico per la storia americana lungo il National Mall, con vista sulla Casa Bianca, lì dove il 28 agosto del 1963, Martin Luther King tenne il suo celebre discorso “I have a dream”. Questo edificio iconico svolge un ruolo fondamentale nel ricordare una parte importante della storia americana, mentre le problematiche razziali sono tornate prepotentemente all'attenzione della cronaca quotidiana.

Lo studio Adjaye Associates, ha attualmente in corso diversi progetti in varie parti del mondo. Dagli Stati Uniti, dove con lo studio Cooper Robertson sta realizzando una nuova sede per lo Studio Museum a Harlem, New York; all'Europa dove guida il progetto dell'UK Holocaust Memorial and Learning Centre, con Ron Arad Architects come architetto del memoriale, e Gustafson Porter + Bowman per il progetto del paesaggio. Fino all'Africa, con la National Cathedral of Ghana ad Accra, al Medio-Oriente con The Abrahamic Family House, un complesso interreligioso ad Abu Dhabi; o all'Australia con il George Street Sydney Plaza a Sydney.
Per celebrare David Adjaye, il RIBA ha commissionato all'artista, studiosa e coreografa Adesola Akinleye una serie di video ispirati alle opere dell'architetto, visibili sul canale Youtube del RIBA.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of RIBA

Captions

Sir David Adjaye OBE portraits photo by Francis Kokoroko (01-02)
Smithsonian National Museum of African American Arts and Culture, photo by Nic Lehoux (03), Alan Karchmer (04-06)
MOSCOW School of Management photo by: Iwan Baan (07), Aram Arakelyan (08), Ed Reeve (09)
Ideas Store Whitechapel - London - photo by: Adaye Associates (10-11)
Aishti Mixed-Use Development - Beirut photo by: Guillaume Ziccarelli (12), Julien Lanoo (13)
Bernie Grant Art Centre - London photo by: Assen Emilov (14)
Francis Gregory Library - Washington DC photo by: Edmund Sumner (15)
Museum of Contemporary Art Denver -Denver photo by: Nic Lehoux (16), Dean Kaufman (17)
Rivington Art Place - London - photo by: Lyndon Douglas (18)
Ruby City - San Antonio photo by: Dror Baldinger FAIA (19)
Specere Kielder - Scotland photo by: James T M Towill (20)
Sugar Hill Mixed-Use Development - New York photo by Leonid Furmansky


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature