26-05-2020

Migliorare l'uso degli spazi nei nuovi ambienti quotidiani: il grande formato Maximum

Design, rivestimenti, contemporaneo,

Marmo, Gres Porcellanato,

Top bagno, Premio, GranitiFiandre, Top tavolo, Top cucina,

Il rapporto che intercorre tra l'uomo e gli spazi abitati è una priorità del design, soprattutto in questi tempi di cambiamento di abitudini sociali e personali. Una soluzione progettuale di assoluto rilievo è rappresentata dalla grande lastra ceramica tecnica, qual è Maximum di GranitiFiandre. Un connubio di performance tecniche ed estetiche in un prodotto che si propone come risposta a molte esigenze dell'abitare quotidiano



Migliorare l'uso degli spazi nei nuovi ambienti quotidiani: il grande formato Maximum
Tra i molti aspetti da riconsiderare nel design post Covid-19, emerge con forza la questione relativa al rapporto tra gli spazi e l'uomo, ossia alla prossemica.
Trasversale a molte discipline, nel design la prossemica studia "le situazioni di contatto e non contatto tra le persone, esamina le distanze personali che si stabiliscono automaticamente in gruppi di persone che sono ferme alle fermate dei veicoli pubblici o in coda ad uno sportello postale", come ben descritto da Bruno Munari nel suo celebre manuale Da cosa nasce cosa (1981).
Come tutti possiamo constatare in questi primi giorni di riapertura delle attività sociali, questi temi sono più che mai di attualità e impongono alcune riflessioni, non solo ai designer e architetti, ma anche a chiunque si appresti a costruire, ristrutturare o rimodernare la propria abitazione o attività commerciale.
 
Non è una situazione del tutto nuova: negli ultimi decenni l'uomo ha modificato più volte il suo rapporto con lo spazio e gli oggetti, senza l'obbligo imposto da emergenze sanitarie, ma in virtù di adattamenti a nuove forme di edifici. Si pensi a realtà quali centri commerciali, ma anche ai nuovi spazi museali, aeroporti, stazioni e impianti sportivi.
Anche il rapporto con lo spazio domestico è stato spesso modificato per favorire l'inserimento di nuove tecnologie e valorizzare piccole aree. Ne sono esempi quotidiani le cucine e gli armadi a scomparsa, ideali per piccoli appartamenti e monolocali.
Inoltre, come afferma Munari nel prosieguo della sua riflessione, il diverso rapporto tra l'uomo e lo spazio è altresì un fattore culturale.
Nella casa tradizionale giapponese, ad esempio, "tutto lo spazio è abitabile (...) senza mobili e spazi definiti, si può stare dove si vuole", cambiando dimensione agli spazi, grazie alle tradizionali finestre continue e pareti mobili.
In tal modo il legame tra interno ed esterno è totale, valorizzando così il concetto zen del vuoto, di fatto il vero spazio abitato dall'uomo, mentre i muri non sono altro che i confini del vuoto stesso.
 
Questi spunti di riflessione sul rapporto tra uomo e ambiente, a cui se ne potrebbero aggiungere molti altri, hanno un obiettivo comune: il miglioramento della qualità della vita, a cui il design aspira da sempre.
Nel design contemporaneo è in particolare il mondo delle superfici a rivestire oggigiorno un ruolo di primaria importanza, per tutti gli aspetti legati alla facilità d'igiene e di pulizia, all'inalterabilità, alla resistenza dei materiali.
Una soluzione che migliora la qualità della vita e valorizza lo spazio reale e quello percepito, è data dalla ceramica tecnica grande formato.
 
Con la maxilastra è possibile coniugare massima libertà progettuale e flessibilità, mantenendo immutata nel tempo l'estetica originale, grazie alle proprietà uniche del gres porcellanato, come in Maximum di GranitiFiandre, il più grande formato disponibile sul mercato della ceramica tecnica.
Con l'esperienza decennale della holding Iris Ceramica Group di cui GranitiFiandre è brand di punta, le lastre ceramiche di Maximum riducono drasticamente la quantità di interruzioni nell’unità progettuale, mentre l'ampia proposta di sottomultipli garantisce inoltre grande versatilità per ogni esigenza. Lo spazio è quindi rivisto e reinterpretato secondo canoni formali nuovi che influiscono in modo sostanziale sul progetto stesso. 
Essendo estremamente leggero (solo 14 kg. per mq. nel formato 300x150x6 mm.) Maximum assicura facilità di posa e manutenzione, risultando particolarmente indicato per il rivestimento di pareti in ambienti a uso residenziale e commerciale, sia interni che esterni.
 
Tra le collezioni Maximum spicca la varietà della gamma dedicata ai Marmi.
La luminosità della lastra, i dettagli eleganti e pregiati, nonché il grande formato "contribuiscono ad aumentare il valore percepito degli ambienti rispettando ed esaltando le scelte stilistiche del progettista e i desideri del committente".
Il tutto mantenendo inalterate le performance di resistenza e pulibilità, tipiche del porcellanato tecnico estetico. 
Le 3 varianti qui presentate si differenziano nelle cromie, ma donano agli ambienti la medesima atmosfera raffinata e al tempo stesso delicata, tipica dei migliori marmi.
Dal nero di Sahara Noir, con le sue venature preziose e riconoscibili, emergono sottili e intensi giochi di luci e ombre, resi ancora più evidenti dalle finiture, satin o lucidata. 
Il delicato azzurro di Azul Macaubas, con le striature bianche-grigie e i tocchi di oro e beige, è in grado di esaltare e caratterizzare ogni ambiente con grazia e un tocco di lusso.
Travertino Maximum, a cui recentemente è stato assegnato il riconoscimento AD Great Baths Award 2020, rappresenta il connubio perfetto tra classico e contemporaneo, "archetipo di bellezza nell'arte e nell'architettura al di là di ogni tendenza passeggera".
I Marmi Maximum di Fiandre sono soluzioni innovative, versatili nelle molte applicazioni e una garanzia in termini di resistenza e facilità di manutenzione.
Lo spazio è un aspetto condizionante della vita dell'uomo: le grandi lastre con la loro estetica senza tempo permettono di vivere in modo sereno e appagante gli ambienti quotidiani, migliorando notevolmente la fruizione e la qualità del nostro tempo negli edifici.


Marco Privato


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature