23-01-2019

Elbaunderground, nuovo approccio sostenibile al turismo

Roberto Ridi,

Isola d'Elba, Toscana,

Tempo Libero,

Recupero, Paesaggio, Sostenibilità,

L’isola d’Elba in Toscana è una meta turistica famosa in tutto il mondo.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Elbaunderground, nuovo approccio sostenibile al turismo

Elbaunderground, nuovo approccio sostenibile al turismo L’isola d’Elba in Toscana è una meta turistica famosa in tutto il mondo. Ma l’Elba ha anche una lunga storia industriale dovuta alle sue miniere ferrose, aperte quasi duemila anni fa. Ora un tale patrimonio è accessibile grazie all’iniziativa Elbaunderground.


Il turismo è la principale fonte di guadagno dell’isola d’Elba, ogni anno meta di turisti provenienti da tutto il mondo. Per aumentare le attrattive dell’isola toscana, in un momento storico in cui tutto dev’essere esperienza, qui si va oltre l’offerta del mero soggiorno balneare. Una decisione che porta, nel caso elbano, alla valorizzazione di un patrimonio storico-paesaggistico unico nel suo genere, presentandosi quindi come occasione per aprire a un turismo più consapevole e sostenibile.
Quello dell’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino al 1981 quando chiuse l’ultima miniera. Sull'isola si trovano infatti giacimenti inesauribili, tanto da sembrare eterni, fra cui troviamo ferro, pirite, ematite, solo per nominare alcune delle oltre 200 varietà minerali presenti nella superficie dell’isola, nonché più di un ventesimo di tutti i minerali presenti sulla terra. Allora scendere sottoterra da turisti consapevoli, alla scoperta di quelli che ancora oggi sono considerati tra i più estesi bacini minerari al mondo, significa affrontare un vero e proprio viaggio nella storia e nella scienza
É stata così creata una nuova attrazione per tutta la famiglia, in quanto il turismo minerario rappresenta oggi una delle frontiere più affascinanti dedicate alla visita esperienziale, in cui il turista non solo vede, ma è coinvolto in prima persona attraverso attività immersive. Si passa dalla visita alle gallerie alla raccolta di minerali, dal percorso di trekking mineralogico fino alla visita agli impianti di lavorazione delle pietre. Il tutto nella splendida cornice paesaggistica dell’isola d'Elba, una località che cambia in continuazione, in effetti il lato orientale, quello rivolto allo stivale, è dominato dai giacimenti ferrosi, mentre quello occidentale, che guarda al mar Tirreno e alla Corsica, dalla pietra granitica tutt’ora scavata.
Un’immersione non solo nel sottosuolo, ma anche nella storia e nel paesaggio dell’isola, infatti non a caso la campagna porta l’hashtag #Ellbaunderground. Un nuovo modo per esplorare il luogo in cui si fanno le vacanze, riflettendo e apprezzando il contesto di cui si gode ospitalità temporanea. Il tutto con una grande enfasi alla sostenibilità, in quanto la manutenzione delle vecchie strutture minerarie combatte il loro degrado, aiutando a preservare sia i landmark territoriali che il paesaggio stesso. Un paesaggio culturale che si lascia scoprire in maniera sostenibile, a piedi, in bicicletta o a dorso d’asino, mezzo di trasporto elbano per eccellenza dall’antichità fino alla metà del secolo scorso. Insomma qui si fa del turismo un elemento trainante della protezione ambientale.

Christiane Bürklein

I siti minerari dell’Isola d’Elba 
https://www.minieredicalamita.it 
https://www.parcominelba.it 
https://www.museomum.it 
Immagini: Roberto Ridi
hashtag #Elbaunderground

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×