05-06-2020

Addio all'artista Christo, pioniere della land art

Christo,

New York, USA,

Land Art,

Arte, Landscaping,

"La bellezza, la scienza e l'arte trionferanno sempre", Christo aveva scritto queste parole in una lettera del 1958, ma oggi appaiono come la più importante eredità che l'artista ha lasciato al mondo attraveso le sue opere. Un comunicato rilasciato dall'ufficio di Christo nella pagina facebook ufficiale, ha reso noto che l'artista è morto per cause naturali il 31 maggio 2020 nella sua casa di New York, aveva 84 anni.



Addio all'artista Christo, pioniere della land art

"Christo ha vissuto la sua vita al massimo, non solo sognando ciò che sembrava impossibile, ma realizzandolo. Le opere di Christo e Jeanne-Claude hanno unito le persone in esperienze condivise in tutto il mondo, e il loro lavoro continua a vivere nei nostri cuori e nei nostri ricordi." Con queste parole appassionate l'ufficio di Christo ha annunciato attraverso la pagina facebook ufficiale, che l'artista è morto per cause naturali il 31 maggio 2020 nella sua casa di New York, all'età di 84 anni. A corredo delle parole una bella fotografia realizzata da Wolfgang Volz, un ritratto dell'artista in una delle sue ultime opere: "The Floating Piers". Un successo mondiale con oltre 1 milione di visitatori per soli 15 giorni di apertura. L'opera era stata realizzata in Italia sul lago d'Iseo nel 2016. "The Floating Piers" era un percorso pedonale costituito da 70.000 metri quadri di tessuto giallo cangiante, sostenuto da un sistema di pontili modulari, larghi 16 metri e alti 50 cm, con i bordi degradanti e realizzati con 200.000 cubi in polietilene ad alta densità. Un'installazione temporanea che permetteva di “camminare sull'acqua”, regalando un nuovo punto di vista e una prospettiva insolita sul panorama, giocando con quello “straniamento del paesaggio” caratteristica comune a molte opere della coppia.

Christo Vladimirov Javacheff, conosciuto come Christo, era nato il 13 giugno 1935 a Gabrovo, Bulgaria. Nel 1957 aveva lasciato la Bulgaria prima per Praga, poi per Vienna e infine si era trasferito a Ginevra, in Svizzera. Nel 1958, a Parigi incontra Jeanne-Claude Denat de Guillebon, che diventa sua moglie e compagna nell'attività artistica. Tutte le opere porteranno infatti sempre la firma “Christo and Jeanne-Claude”, anche dopo la morte di lei, avvenuta il 18 novembre 2009. Nel corso degli anni Sessanta del 1900, la coppia si era trasferita a New York, dove Christo ha vissuto per 56 anni. Dagli Stati Uniti gli artisti si sono spostati in tutto il mondo per realizzare le loro opere monumentali, spingendosi tanto nelle grandi opere, quanto nei primi oggetti confezionati oltre i confini tradizionali della pittura, della scultura e dell'architettura. Un elenco delle opere più celebri comprende: Wrapped Coast, Little Bay a Sydney, Australia (1968-69), Valley Curtain in Colorado (1970-72), Running Fence in California (1972-76), Surrounded Islands a Miami (1980-83), The Pont Neuf Wrapped a Parigi (1975-85), The Umbrellas in Giappone e in California (1984-91), Wrapped Reichstag a Berlino (1972-95), The Gates nel Central Park di New York (1979-2005), The Floating Piers in Italia sul lago d'Iseo (2014-16) e The London Mastaba nel Serpentine Lake di Londra (2016-18).

L'ultima opera temporanea è L'Arc de Triomphe, Wrapped (Project for Paris, Place de l'Étoile), prevista per l'autunno 2020, ma rinviata di un anno dal Centre des Monuments Nationaux e dal Centre Pompidou di Parigi a causa della pandemia. Anche la mostra dedicata alle loro opere: Christo and Jeanne-Claude. Paris! prevista per marzo 2020 è stata riprogrammata, sempre al Centre Georges Pompidou, dal 1° luglio al 19 ottobre 2020. La morte di Christo non fermerà L'Arc de Triomphe, Wrapped, che si svolgerà dal 18 settembre al 3 ottobre 2021, perchè gli stessi artisti desideravano che le loro opere in corso di realizzazione continuassero anche dopo la loro morte e ci piace immaginarli così come in questa foto di Wolfgang Volz, di nuovo insieme e alla ricerca di nuovi siti per le loro creazioni.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Christo and Jeanne-Claude

Photo: Wolfgang Volz


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature