24-02-2021

UAD presenta il campus internazionale della Zhejiang University in Cina

UAD Architectural Design & Research Institute of Zhejiang,

Zhao Qiang,

Zhejiang, Cina,

Università,

UAD è lo studio d'architettura nato in seno alla Zhejiang University nel 1953. Conta più di 1400 impiegati, alcuni dei quali hanno progettato e realizzato il nuovo campus internazionale dell'Università. Questo sorge tra il lago Juanhu e un parco lagunare ed è stato ideato in uno stile neoclassico che tende a variare a seconda del blocco di edifici, mantenendo come elemento caratterizzante il mattone di colore rosso scuro. Uno spazio d'eccellenza, multifunzionale, dove studenti e professori possono vivere e portare avanti gli studi e la ricerca.



UAD presenta il campus internazionale della Zhejiang University in Cina

Il nuovo campus internazionale dell'Università di Zhejiang è stato ultimato alla fine dell'anno scorso e porta la firma dello storico studio d'architettura cinese UAD, forma contratta di Architectural Design & Research Institute of Zhejiang. Questa realtà è stata infatti fondata nel 1953, crescendo enormemente da allora, fino a contare più di 1400 impiegati, tra cui figure di spicco nel panorama del design e dell'architettura cinese e internazionale che hanno curato la realizzazione alcuni tra gli edifici più importanti del paese.

L'International Campus della Zhejiang University sorge nell'omonima provincia vicino alla costa del Mar Cinese Orientale e si estende per una superficie di 67 ettari, dei quali UAD ha edificato circa il 60%. Il lotto su cui sorge il campus ha un grande potenziale naturalistico, essendo incastonato tra il lago Juanhu a Sud e un vasto parco lagunare a Nord. Gli architetti di UAD hanno voluto portare l'elemento acqueo anche all'interno del campus, impostando la planimetria generale attorno a un lago artificiale dalla forma frastagliata, sul quale si affacciano gli edifici più particolari: l'auditorium, l'aula magna, la libreria, il club degli studenti e la facoltà d'arte. Il campus conta in totale una cinquantina di strutture, incluso l'ospedale, il ginnasio e le residenze degli studenti, tutte suddivise geograficamente in base alla destinazione d'uso. Raccontano gli architetti: “Il progetto del campus si differenzia notevolmente dal modello tradizionale che ruota attorno ad aree funzionali, ma adotta invece come struttura base il "college residenziale" di stampo britannico e definisce un'organizzazione funzionale di "alloggi per gli studenti + complessi dedicati all'insegnamento e ai servizi + aree dedicate alla ricerca scientifica pubblica", proponendo così un modello polifunzionale”.

Lo stile di base che UAD e i due architetti in capo al progetto, Dong Danshen e Lao Yanqin, hanno scelto per il Campus Internazionale dell'Università di Zhejiang è un neoclassico “flessibile”, che potesse richiamare la realtà internazionale del campus. Infatti, muovendosi attraverso esso, è possibile notare questa base comune modificarsi, andando a fondersi di volta in volta con elementi più razionalisti o casual, magniloquenti o minimali. Come ha scritto lo studio in una nota stampa: “È diverso ma inclusivo e non riflette solo la profondità storica dell'internazionalizzazione, ma esprime anche la sicurezza di sé e il senso di appartenenza alla cultura specifica dell'Università di Zhejiang”.

L'elemento fondante che in prima istanza distingue l'insieme del Campus dagli edifici circostanti è il mattone in cotto, ricercato per il modo in cui cambia cromia: dal colore chiaro, se messo a contatto con la pioggia o la forte umidità, questo scurisce, dando un senso di maggior calore e calma. A partire dal singolo mattone, UAD ha studiato oltre una dozzina di texture differenti, utilizzate per decorare e rivestire i numerosi edifici che compongono il campus. Queste, nelle intenzioni degli architetti, rappresentano una “reinterpretazione del linguaggio architettonico tradizionale”. Su un piano più concreto, le variegate composizioni geometriche giocano con i pieni e i vuoti, andando a formare, nelle giornate di sole, texture particolari e scenografiche grazie alle ombre proiettate.

Nell'era della globalizzazione, dove le risorse educative e la ricerca sono condivise a livello internazionale, il nuovo e grande Campus dell'Università di Zhejiang rappresenta un orizzonte a cui tendere non solo per gli obiettivi con i quali è nato, ma anche per l'accurato studio che sta dietro alla sua forma architettonica.

Francesco Cibati

Project name: International Campus of Zhejiang University
Location: No. 718 Haizhou East Road, Ninghai, Zhejiang
Year: 2020
Client: Haining Social Construction Development Investment Group Co., Ltd.
Client Administration institution: Haining International Campus Project Construction Headquarters Office
Architectural firm: The Architectural Design & Research Institute of Zhejiang University Co., Ltd.
Chief architects: Dong Danshen, Lao Yanqing
Architects: Ye Changqing, Chen Jian, Chen Yu, Lu Ji, Yang Yidong, Hu Huifeng http://www.zuadr.com/
Area: 66.67 hectares (666,700 sqm)
Total construction area: 399,231.31 sqm
Photographer: Zhao Qiang


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature