17-10-2014

Team CS: Rotterdam Centraal Station

Team CS,

© Jannes Linders,

Rotterdam,

Stazioni,

Vetro, Pietra,

Ultimata nel 2014, la Rotterdam Centraal Station è un’infrastruttura che connette diversi sistemi di accesso alla città. L’opera, notevole esempio di architettura contemporanea, è un progetto del Team CS (Benthem Crouwel Architects, MVSA Meyer en van Schooten Architecten, West 8), vincitore del concorso bandito nel 2003. Il rivestimento della copertura è costituito da 130.000 celle solari.



Team CS: Rotterdam Centraal Station

Dopo circa dieci anni dall’apertura del concorso per la nuova stazione centrale di Rotterdam, l’opera progettata dal Team CS (Benthem Crouwel Architects, MVSA Meyer en van Schooten Architecten, West 8) è stata inaugurata lo scorso marzo dal Re d’Olanda. Il sovrano ha consegnato alla città un’architettura di respiro internazionale dalle forme contemporanee e in grado di essere apprezzata dalla popolazione intera per la sua funzione di landmark. I materiali utilizzati per la Rotterdam Centraal Station, il vetro della copertura e della facciata nord, il legno del rivestimento della hall e l’acciaio come scheletro dell’intero complesso identificano questo edificio quale simbolo e segno della nuova Rotterdam.

Sentita era la necessità di erigere un terminal di dimensioni e capienza tali da accogliere un transito pari a 110.000 persone al giorno, con una previsione di incremento fino a 323.000 nel 2025, a cui il preesistente edificio della stazione non avrebbe più potuto far fronte. Strategicamente si trattava di disegnare il nuovo punto di connessione tra nord e sud d’Europa e dal punto di vista sociale e culturale la nuova architettura aveva l’ambizione di essere un polo dei trasporti, ferroviario, metropolitano, automobilistico, ciclistico.

Per prima cosa andava riqualificata e restituita alla popolazione la grande piazza su cui si affacciava la vecchia stazione di Rotterdam, risalente agli anni ’50 e oggi demolita, progetto di Sybold van Ravesteyn, architetto olandese noto per le numerose realizzazioni nel campo delle infrastrutture. La piazza che prima ospitava la stazione degli autobus viene liberata di ogni ostacolo visivo e valorizzata come un grande vuoto urbano, che prepara la prospettiva sul nuovo fronte monumentale. Tram, bus e taxi sono stati allocati ai lati della stazione e integrati nel tessuto urbano. I binari si raccolgono sotto la copertura trasparente di vetro e acciaio, che letteralmente li abbraccia, dando ai viaggiatori in arrivo sui treni un senso di protezione e accoglienza. La struttura è leggera e ariosa grazie al disegno a Y dei pilastri che sostengono il tetto, 10.000 mq di superficie coperti da 130.000 celle solari in grado di generare una potenza di 320 megawatt all’anno.

L’ingresso sud principale e l’ingresso nord hanno caratteri molto differenti, più rigoroso quest’ultimo e più simbolico il primo. Con la sua magia verticale vetrata, il fronte nord quasi scompare, integrando l’infrastruttura con il tessuto urbano del Provenierswijk, un quartiere dal carattere ottocentesco, da cui l’afflusso di passeggeri è contenuto. Al fronte sud è affidata invece la funzione iconica: la facciata presenta un segno slanciato, una grande ala obliqua che si sporge sulla piazza appoggiata su due basamenti, con un ingresso completamente vetrato che porta l’insegna storica della Rotterdam Centraal Station e il suo orologio.



La piazza pubblica e la hall della stazione, alla stessa quota e con la stessa pavimentazione, si prolungano l’una nell’altra, facendo dell’architettura un monumento pienamente integrato nella città. Alla stessa quota urbana, la hall con le biglietterie si prolunga nell’area commerciale, con negozi, ristoranti e uffici, fino all’ingresso nord. A un livello superiore si trovano le banchine ferroviarie, mentre a un livello inferiore si accede alla stazione della metropolitana.

Mara Corradi

Progetto della Rotterdam Centraal Station: Team CS (Benthem Crouwel Architects, MVSA Meyer en van Schooten Architecten, West 8)
Capiprogetto: Jan Benthem, Marcel Blom, Adriaan Geuze, Jeroen van Schooten
Collaboratori: Arman Akdogan, Anja Blechen, Freek Boerwinkel, Amir Farokhian, Joost Koningen, Joost van Noort, Falk Schneeman, Daphne Schuit, Matthijs Smit (†), Andrew Tang, Wouter Thijssen, Joost Vos
Committente: Comune di Rotterdam e ProRail
Luogo: Rotterdam (Olanda)
Progetto delle strutture: Arcadis and Gemeentewerken Rotterdam
Superficie utile lorda: 46.000 mq
Concorso: 2003
Inizio Progetto: 2003
Fine lavori: 2014
Impresa costruttrice: Bouwcombinatie TBI Rotterdam Centraal (BTRC)
Iemants NV (zuidhal)
Facciate in vetro
Copertura in vetro e acciaio
Rivestimento del soffitto in legno (23.000 mq di pannelli Western Red Cedar)
Pavimento interno ed esterno in pietra multicolor red China

Materials and suppliers

Rail‐related part
Client: ProRail
Main contractor: Mobilis TBI
Subcontractor steel: CSM, Belgium
Subcontractor RVS roof: Ridder Systems
Subcontractor glass roof: Scheuten Glas
Subcontractor solar panels: Scheuten Glas
Subcontractor wooden beams: GLC
Subcontractor concrete facade elements: Heringbau
Subcontractor stone passage: J. Visser natuursteen
Subcontractor wooden ceiling: Verwol
Subcontractor stone platforms: Van Stokkum natuursteen
Subcontractor polyester concrete: PPGevelbouw

South hall
Client: OBR / Gemeentewerken
Main contractor: Iemants Staalconstructies, te België
Subcontractor facade: Scheuten glas
Subcontractor concrete: BAM
Subcontractor RVS roof: ME Construct
Subcontractor letters: Bas Neon
LED screen: Havenbedrijf Rotterdam
The cloud: John Kormeling
Contractor walking bridge: Peters Stahlbau GmbH, Duitsland

Fotografie: © Jannes Linders, Luke Harley

www.benthemcrouwel.nl
www.mvsa-architects.com
www.west8.nl


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature