07-08-2020

I vertiport della città del futuro di MVRDV

MVRDV,

Innovation center, Stazioni,

Masterplan,

La Urban Airbus Mobiliy (UAM) potrebbe essere la frontiera della futura mobilità urbana e i vertiport sono gli hub per approdare nelle città in maniera agile.



I vertiport della città del futuro di MVRDV Il lungo dialogo fra architetti e mobilità fa un passo avanti nell’immaginare il futuro e concretizzarlo con i vertiport ideati, appositamente per la città dei prossimi anni, dallo studio MVRDV grazie al sistema UAM (Urban Airbus Mobiliy).
Concepiti assieme ad Airbus, Bauhaus Luftfahrt, ETH Zurigo e Systra, aziende del settore aerospaziale, gli architetti di MVRDV hanno pensato gli hub per la micromobilità aerea, a fronte degli sviluppi della tecnologia dei droni. Il settore, infatti, è in forte espansione, passando dal campo militare a quello civile. Così è stato studiato un particolare approdo urbano ribattezzato, per l’appunto, “vertiport”, in quanto il decollo e l'atterraggio avviene in maniera verticale.
Il problema degli spostamenti attuali, nascono dal fatto che nonostante siano relativamente veloci e sicuri fra le città, conservano l’incognita del cosiddetto “ultimo miglio” che talvolta, nelle tempistiche, eguaglia l’intero viaggio. Un’incertezza che ha fatto ripensare la mobilità attraverso all’uso di droni, da utilizzare per piccoli e medi viaggi, sorretti da una rete di vertiport di diversa tipologia, in funzione del luogo in cui verranno collocati.
Uno dei più suggestivi è quello pensato, a forma di grattacielo, per le grandi città, dove i balconi sono metaforicamente i garages delle abitazioni, mentre altre tipologie, non meno interessanti, sono più basse e in grado di mimetizzarsi con la natura. Inoltre, tali hub accolgono in sé altre funzioni, favorendo chi vi arriva, in quanto vi trova immediatamente quanto cerca, ovvero strutture educative e sanitarie, o di incubazione di impresa. Allo stesso tempo però potranno anche fungere da ponte per collegare i quartieri, azzerando le difficoltà di trasporto metropolitano.
Tutto il sistema così concepito ha anche risvolti ambientali, come l’autosufficienza energetica, la diminuzione di nuove strade e quindi dell’occupazione del suolo, nonché del traffico urbano. Infine, data la facilità di realizzazione, tutto il sistema UAM consente un’accelerazione del salto tecnologico per quei paesi attualmente in via di sviluppo.



Fabrizio Orsini


Architect: MVRDV
Founding Partner in charge: Winy Maas
Director: Enno Zuidema
Design Team
Kris Schaasberg, Irene Luque Martín, Halina Veloso E Zarate, Chun Hoi Hui, Laura Huerga, Rocio, Calzado Lopez, Sophia Armpara, Francesco Barone, Boris Maas, Vedran Skansi, Monika Novkovikj, Paul van Herk, Leo Stuckardt, Chiara Tomassi, Nika Jazaei, Isabella Suppa, Yayun Liu
Visualisations
Antonio Luca Coco, Luca Piattelli, Francesco Vitale, Pavlos Ventouris, Kirill Emelianov, Magda Bykowska, Jaroslaw Jeda, Angelo La Delfa
Strategy & Development: Kris Schaasberg, Greetje Wieringa, Bart Dankers, Daan van Gool
Images: © MVRDV
Copyright: MVRDV 2018 – (Winy Maas, Jacob van Rijs, Nathalie de Vries)
Partners: Urban mobility engineering, Systra
Simulation: Bauhaus Luftfahrt
Energy systems: Tractebel
Business case and development: Upstone



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature