02-11-2020

Powerhouse Company Loop of Wisdom una nuova icona per Chengdu

Powerhouse Company,

Jonathan Leijonhufvud,

Chengdu, China,

Musei, Cultural Center,

Lo studio d'architettura Powerhouse Company ha progettato il museo tecnologico e il centro informazioni di un nuovo quartiere di Chengdu, antica città cinese e capitale della provincia di Sichuan. Il progetto è diventato subito un importante punto di riferimento anche per la struttura iconica che avvolge tutta l'area, un lungo nastro rosso che segue l'andamento orografico del sito e costituisce un'invitante passeggiata per il pubblico.



Powerhouse Company Loop of Wisdom una nuova icona per Chengdu

“Loop of Wisdom” e il nuovo museo tecnologico con centro visitatori progettato dallo studio d'architettura Powerhouse Company è diventato in breve tempo un'icona e un landmark facilmente riconoscibile per il suo territorio. Siamo a Tianfu, un nuovo distretto di Chengdu, antica città cinese capitale della provincia di Sichuan. Qui lungo la grande arteria di collegamento, Tianfu Avenue, sono in corso diversi interventi di sviluppo residenziale e commerciale e tra questi il progetto Unis Chip City, voluto da Unis Group. L'importante gruppo, produttore di chip e componenti high-tech, è il committente del Loop of Wisdom Museum e Reception Center progettato dallo studio Powerhouse Company. Agli architetti era stata in un primo tempo richiesta solo una struttura temporanea che potesse attirare l'attenzione del pubblico, evidenziando quindi la presenza del centro di formazione tecnologica e del centro informazioni collegati allo sviluppo del nuovo insediamento.
L'idea esposta dagli architetti di Powerhouse Company ispirata alla forma archetipa di un anello e legata all'orografia dell'area oggetto di intervento, ha invece ricevuto ampi consensi e colpito favorevolmente i committenti, tanto da diventare un progetto definitivo. Il lungo nastro rosso, richiama la superficie geometrica nota come nastro di Möbius, segue l'andamento orografico del terreno avvolgendo tutta l'area e diventando un'invitante passeggiata per il pubblico. La forza di questo landmark urbano è proprio nel non essere una struttura effimera, ma nello stabilire un rapporto con il pubblico e renderlo partecipe dell'installazione. È un'icona che le persone possono vivere e allo stesso tempo un testimonial per le funzioni contenute negli edifici. La scelta del nastro di Möbius allude infatti all'ingegnosità umana e al know-how high-tech del gruppo Unis, così come l'alta qualità dell'edificio e la tecnologia di avanguardia utilizzata nel progetto e nella sua realizzazione.
Il nastro rosso è realizzato in un asfalto specifico per l'atletica che rende il percorso adatto anche ai runner, si sviluppa per 698 metri e arriva fino a 25 metri di altezza dal suolo regalando viste panoramiche sul contesto circostante e sulle montagne lontane. Il colore rosso è stato scelto perchè crea un importante contrasto con il verde del paesaggio e rende il percorso ben visibile di giorno. Alla sera ogni elemento, come i corrimano e le grondaie, è accuratamente nascosto alla vista e l'illuminazione a LED lascia emergere solo il profilo aerodinamico della struttura per esaltarne le linee fluide e l'elegante semplicità.
Sotto l'iconica struttura a nastro si sviluppano gli spazi espositivi del museo con le facciate interamente vetrate alte 13 metri, il confine tra interno ed esterno diventa evanescente e si stabilisce un continuo legame con la natura e il paesaggio circostante.
Il Loop of Wisdom ha avuto un immediato successo social e avrà un seguito, l'edificio conserverà un ruolo centrale nella comunità e diventerà un centro sportivo con scuola e pista da corsa olimpionica.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Powerhouse Company photo by Jonathan Leijonhufvud

Time span: 2019 - 2020
Size: 5 000 m²
Location: Chengdu, CN
Type: Public Spaces
Client: Uni-Hiku

Architects: Powerhouse Company
Partners in charge: Nanne de Ru, Stijn Kemper
Project lead: Niels Baljet
Project team: Rui Wang, Albert Takashi Richters, Maarten Diederix, Meagan Kerr, Remko van der Vorm, Daan Masmeijer, Michiel Bosch, Niek Koning, Gert Ververs, Giovanni Coni, Stavros Voskaris, Filip Galić, Severino Iritano, Davide del Sante, Reto Egli, Penny Uni, Dries Brøns, Caroline Desplan, Eli Keijser, Rafael Zarza Garciá, Yanni Huang, Kimi Fei

Collaborators
Co-architect: Chengdu JZFZ Architectural Design
Interior architect: CCD / Xenario
Landscape architect: AECOM / Wisto
Urban planner: Woods Bagot
Structural engineer / MEP consultant / Facade engineer: Chengdu JZFZ Architectural Design
Lighting consultant: Shenzhen Minkave Technology
Contractor: CSCEC / Suzhou Kelida Decoration
Branding: Beijing Yitongboya Corporate Image Design
Photography: Jonathan Leijonhufvud Architectural Photography
Visualizations: Mir / ATCHAIN


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature