29-02-2016

Pabellón 3E di TACO: tempo e architettura

TACO,

Mosca, Russia,

Housing,

riqualificazione,

Gli architetti messicani TACO (Taller de Arquitectura COntextual) sono stati incaricati di ripensare un'abitazione che, dagli anni '40, ha visto cambiare la funzione degli spazi che la compongono, evolvendosi assieme alla storia dei proprietari e della loro famiglia.



Pabellón 3E di TACO: tempo e architettura

Pabellón 3E è il risultato di un intervento architettonico di riqualificazione su un'abitazione in Messico a Merida, nella penisola dello Yucatan. Lo studio TACO –Taller de Arquitectura Contextual– è stato incaricato di ripensare gli spazi interni degli edifici che compongono l'abitazione, in special modo di un padiglione acquistato negli anni '40 dalla proprietà vicina con l'obiettivo di far posto alla famiglia crescente.
Nel corso degli anni, con la crescita dei figli e delle rispettive famiglie, le stanze create all'interno del padiglione si sono svuotate e, data l'età dei padroni di casa, la decisione finale è stata quella di ripensare l'ambiente in modo da creare le condizioni per vivere con le minori risorse finanziarie possibili.

Tutte le funzioni primarie sono state portate al piano terra, per evitare alla coppia anziana che è rimasta nell'abitazione l'utilizzo di scale. La riorganizzazione degli spazi prevede una camera da letto, il bagno, due cabine armadio, un ufficio con ingresso indipendente e una terrazza che funziona come punto di ritrovo, cucina e bar. Un giardino interno è stato realizzato con l'intenzione di renderlo centro gravitazionale della struttura, pivot nella circolazione tra gli spazi.

Lo stile di quest'abitazione, nonostante le modifiche succedutesi nel tempo, rimane squisitamente messicano nei colori, nei materiali e nelle forme. Le facciate dell'edificio sono realizzate principalmente in cemento bianco. Le parti forate permettono un buon ricircolo dell'aria, rendendo superflua la presenza di un sistema di riscaldamento/raffrescamento. All'interno il bianco delle pareti è interrotto, talvolta, da colori caldi, che rendono l'ambiente intimo e ospitale.

Francesco Cibati

Anno: 2012
Luogo: Merida, Yucatan, Messico
Superficie: 140 mq
Progetto: TACO – Taller de Arquitectura Contextual
Team: Carlos Patron Ibarra, Alejandro Patron Sansor, Ana Patron Ibarra
Fotografie: Leo Espinosa, Carlos Patron

www.arquitecturacontextual.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature