24-06-2021

Archi-Tectonics 512GW Townhouse New York

Archi-Tectonics, Winka Dubbeldam,

Federica Carlet, Archi-Tectonics, Evan Joseph Images,

New York, USA,

Residenze, Appartamenti,

riqualificazione,

Lo studio Archi-Tectonics guidato dall'architetta Winka Dubbeldam ha completato nel 2020 un interessante progetto di ristrutturazione e riconversione nel quartiere Soho di New York City, negli Stati Uniti. Un capannone industriale dalla pianta di forma rettangolare, stretta e allungata, è stato trasformato in una struttura residenziale. Sono stati costruiti quattro nuovi piani per raddoppiare lo spazio a disposizione e ottenere una torre residenziale di ben 8 piani. In più è stata creata una pelle “climatica”, un involucro 3D che avvolge l'edificio e come la pelle umana contribuisce a regolare la temperature degli spazi interni.



Archi-Tectonics  512GW Townhouse New York

512GW Townhouse è un interessante progetto di ristrutturazione e riconversione realizzato nel 2020 dallo studio Archi-Tectonics guidato dall'architetta Winka Dubbeldam. Una nuova residenza urbana che è stata realizzata nel quartiere Soho di New York City, negli Stati Uniti.
La preesistenza trasformata dagli architetti in una struttura residenziale spaziosa e flessibile con una bella varietà di spazi anche esterni, era originariamente un capannone industriale dalla pianta di forma rettangolare, stretta e allungata che ne esaltava la verticalità. Lo spazio a disposizione è stato raddoppiato con la costruzione di 4 nuovi piani sopra la struttura a schiera esistente.
Per offrire un'immagine unitaria del nuovo edificio di 8 piani, gli architetti hanno creato un unico involucro 3D definito "pelle climatica" perché proprio come una pelle lo avvolge interamente. In più, grazie alle sue diverse configurazioni, questa “pelle” permette agli abitanti di regolare la ventilazione e l'illuminazione degli ambienti, adattando di volta in volta l'edificio alle condizioni ambientali esterne. Per esempio nei mesi più caldi la presenza della pelle agisce da filtro nei confronti dell'irraggiamento solare, di contro nei mesi più freddi i pannelli sono aperti per poter aumentare la radiazione interna. Il risultato in termini di sostenibilità è un miglioramento delle condizioni climatiche di tutto il complesso, a fronte di una riduzione dei consumi energetici per aria condizionata e riscaldamento.
Questo involucro conferisce anche carattere alla townhouse, diventandone l'elemento distintivo. La pelle è costituita da un reticolo di acciaio e pannelli speciali pieghevoli. I pannelli permettono diverse configurazioni lasciando quindi che l'aspetto dell'edificio possa variare nel corso della giornata e a seconda dei punti di vista. Quando i pannelli sono chiusi l'insieme appare come una superficie liscia, se invece sono aperti ricordano le piume delle ali degli uccelli o le trame di un tessuto di pizzo che riveste l'edificio. La "pelle" ha anche un importante ruolo di filtro tra lo spazio privato della casa e quello pubblico urbano, offrendo un giusto compromesso in termini di privacy e regalando alla residenza degli ambienti esterni, ma privati. Il rivestimento si estende anche al di sopra della copertura per creare un'ultima grande stanza esterna privata con tetto verde.
Nell'organizzazione degli interni, la sfida più importante per gli architetti è stata ovviamente valorizzare lo spazio presente pur nella limitata metratura a disposizione. Un risultato ottenuto lavorando su vuoti a doppia altezza che collegano tra loro piani e funzioni, con un interessante gioco di intrecci visivi e punti di vista che attraversano l'edificio. In più per conservare l'immagine storica dell'edificio stesso, sono stati recuperati e usati i materiali esistenti, in particolare mattoni e acciaio nero. In acciaio, per esempio è la scala che collega tutti gli otto piani fino al tetto e alla grande finestra che regala una bella vista panoramica su Soho.

(Agnese Bifulco)

Impages courtesy of Archi-Tectonics, photo by (01-05) Archi-Tectonics, (10,11,14) Federica Carlet, (06-09, 12,13, 15-21) Evan Joseph

Architects: Archi-Tectonics https://www.archi-tectonics.com/
Principal in Charge: Winka Dubbeldam, Assoc. AIA
Partner in Charge: Justin Korhammer
Archi-Tectonics Team: Hanxing Zu, Sarah Laulan, Filomena Nigro, Avra Tomara, Royd Zhang, Zhe Wen, Kristina Kroell, Elena Sarigelinoglu, Hsiang Wei Chen, Adin Rimland, Boden Davies, Nariman Kiazand, Robin Zhang, Thiebaud Nell
Main Contractor: Galcon Construction
Consultants Structural Engineers: WSP GROUP
Mechanical Engineers: 2LS Consulting Engineering


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature