25-02-2019

Manuelle Gautrand Hyde Park Residence Amsterdam

MVRDV, Manuelle Gautrand Architecture ,

Amsterdam,

Housing,

Gli edifici a blocco progettati da Manuelle Gautrand per il nuovo distretto Hyde Park di Amsterdam, hanno volumetrie che rispondono all'esigenza di massimizzare l'irraggiamento solare e regalare viste sul parco per i residenti. Sono queste le due caratteristiche fondamentali del masterplan dell'intera area progettato dallo studio MVRDV.



Manuelle Gautrand Hyde Park Residence Amsterdam

Hyde Park è il nuovo quartiere residenziale e commerciale che sarà costruito nella regione di Amsterdam, sviluppando l'area vicino alla stazione di Hoofddorp. MVRDV ha progettato il masterplan che trasformerà in un nuovo e attraente quartiere urbano quella che era un'area desolata, tra la stazione ferroviaria e il centro di Hoofddorp, fatta di spazi vuoti e del complesso per uffici Beukenhorst-West.
Nel progetto degli edifici sono stati coinvolti diversi studi d'architettura: Barcode, Team V, MVSA, Manuelle Gautrand e Studio Nine Dots. Due sono le caratteristiche fondamentali della visione di insieme che emergono dal masterplan dello studio MVRDV, così come dal progetto delle 400 unità abitative di Hyde Park Residence dello studio francese Manuelle Gautrand Architecture: la necessità di massimizzare l'irraggiamento solare e di regalare viste panoramiche sul parco. Un risultato raggiunto progettando edifici a blocco con volumetrie diverse, costruzioni di alta qualità con giardini interni insonorizzati che danno vita a un nuovo e soleggiato quartiere verde a soli quattro minuti di treno dall'aeroporto di Amsterdam Schiphol e dodici minuti da Zuidas, il quartiere finanziario della città.

Lo studio Manuelle Gautrand Architecture ha progettato per l'Hyde Park Residence 400 unità abitative suddivise in nove edifici. Ogni blocco residenziale ha una diversa volumetria, sono nove case "tematiche" organizzate attorno a un nucleo paesaggistico per creare un “villaggio armonioso” pur nella diversità degli edifici che lo compongono. Le differenze tra le “case” non riguardano solo la volumetria, ogni edificio appare come un'opera a se stante. Diversi quindi i colori, i materiali, le altezze e ovviamente i volumi. Nel primo edificio chiamato “Big Bite” si alterneranno mattoni bianchi e vetrati. Una soluzione che evidenzia anche all'esterno la composizione architettonica degli appartamenti, i mattoni vetrati riservati agli spazi di circolazione sono infatti alternati al bianco del volume principale. Il gioco di contrasti riecheggia anche in altri edifici, nel secondo in mattoni bianchi è il rivestimento degli spazi di circolazione e la parte principale è in grandi pannelli metallici colorati. L'intento è quello di creare un'architettura “giocosa” che con i suoi colori richiama e crea un trait d'union con le altre “case” del villaggio. Lo spazio esterno assume maggiore importanza in alcune case. Nell'edificio 3, ad esempio, la facciata è composta da grandi vetrate e logge in legno che regalano agli abitanti viste privilegiate. Nelle “case” 4 e 5 gli elementi esterni sono le terrazze metalliche che risaltano nel contrasto cromatico con i mattoni delle facciate, o come nell'edificio 5, ne valorizzano l'aspetto scultoreo. Nell'edificio 6, il contrasto è giocato tra i pannelli metallici che rivestono la facciata principale e i mattoni rossi che evidenziano le terrazze esterne con logge vetrate sui gradoni. L'edificio 7, riprende la composizione in mattoni bianchi della prima “casa”, con le aree comuni evidenziate dal rivestimento in pannelli verdi. Nell'edificio 8, un volume alto e stretto in mattoni rossi, gli architetti hanno previsto inserti di colore nero per evidenziare in facciata gli spazi di circolazione e la suddivisione in loft. L'edificio 9 non rispetta l'allineamento al perimetro del lotto degli altri edifici e si protende in parte all'interno del nucleo paesaggistico. Il rivestimento in pannelli metallici verdi richiama la presenza delle grandi terrazze che si affacciano sul cortile interno e regalano viste paesaggistiche sul lotto.

(Agnese Bifulco)

Masterplan Hyde Park: MVRD www.mvrdv.nl

Project: "HYDE Park" Residence
Location: Amsterdam - The Nederlands
Architect: Manuelle Gautrand Architecture
Local Architect: Inbo (Amsterdam)
Surface: 39.000 m²
Dates: Studies In Progress - Expect Delevery: 2022
Programme: 400 Housing Block + 250 Parking Lots
Green Design Gold Leed Certification
Images courtesy of Manuelle Gautrand Architecture, Credits: © Romain Ghomari

www.manuelle-gautrand.com


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×