05-05-2020

MAD Architects Architettura e paesaggio lo Quzhou Sports Park

MAD Architects Ma Yansong,

Quzhou, Cina,

Sport & Wellness,

A Quzhou, nella provincia cinese dello Zhejiang, lo studio MAD Architects guidato dall'architetto Ma Yansong ha progettato uno stadio e altre attrezzature sportive che si dissolvono nel paesaggio. Si tratta del grande Quzhou Sports Park, un parco che si estende su una superficie complessiva di 570.000 metri quadrati e che comprende sia strutture sportive, tra cui: uno stadio per 30.000 persone, un gymnasium per 10.000 spettatori, piscina, campi di allenamento all'aperto, centro servizi per gli atleti; sia un museo della scienza e della tecnologia ed altre aree per bambini.



MAD Architects Architettura e paesaggio lo Quzhou Sports Park

Lo studio MAD Architects, guidato dall'architetto Ma Yansong, è impegnato in una grande progetto sportivo: il Quzhou Sports Park, costruito nell'omonima città di Quzhou, nella provincia cinese dello Zhejiang. Il progetto complessivo dell'area è stato completato ed è in corso la prima fase di costruzione dello stadio. Alla fine dei lavori, annunciata per il 2021, il Quzhou Sports Campus diventerà il più grande complesso del mondo costruito nella terra, comprenderà sia strutture sportive, tra cui: uno stadio per 30.000 persone, un gymnasium per 10.000 spettatori, piscina, campi di allenamento all'aperto, centro servizi per gli atleti; sia un museo della scienza e della tecnologia ed altre aree per bambini.

Il progetto realizzato dallo studio MAD per il parco sportivo, è partito da una profonda conoscenza del sito, sia per quanto riguarda gli aspetti culturali della città di Quzhou, sia per quelli naturali del territorio. Quzhou è infatti una città molto conosciuta per la sua lunga storia e anche per il bellissimo scenario naturale. Il 71,5% del suo territorio è coperto da foreste, il resto è per la maggior parte irrigato e coltivato ad agrumi, te e gelsi. Il sito scelto per il parco sportivo è un'ampia area con vegetazione lussureggiante e pendii naturali. Alle sollecitazioni del contesto si è unita un'importante riflessione: progettare strutture sportive che trasmettessero l'essenza “di un luogo dove le persone si riuniscono e fanno attività fisica”. L'architetto Ma Yansong e il suo team hanno quindi scelto di progettare edifici incassati nel terreno, per dar vita a un parco dove viene messa in rilievo l'attività fisica degli atleti e dei cittadini. Non ci sono facciate costruite in elevazione ma pendii verdi che diventano parte del paesaggio e offrono agli utenti nuovi luoghi dove sostare o fare esercizio fisico. I contorni degli edifici diventano curve incise nel verde per tracciare percorsi pedonali che completano il paesaggio e permettono di superare le pendenze. In questo modo i grandi impianti sportivi, lo stadio da 30.000 posti, il gymnasium da 10.000 e la piscina, sono nascosti nel verde e contribuiscono a un'immagine coesiva dell'intero campus che si presenta come un paesaggio da ammirare dai diversi punti di osservazione integrati nei percorsi. La scelta adottata dallo studio MAD consente di superare l'immagine classica dello stadio così come quella della copertura protettiva per l'area spettatori. Al suo posto gli architetti disegnano una installazione che fluttua leggera sulle tribune e che unisce alla funzione pratica una nuova immagine estetica che diventa un landmark urbano del parco.
Il progetto del campus sportivo ha riguardato anche i diversi percorsi pedonali e ciclabili, che collegano il parco alla città permettendo anche ai pendolari di attraversarlo e di godere della bellezza della natura. L'intento è quello di incentivare una mobilità a bassa emissione di carbonio e di fare in modo che il Quzhou Sports Campus non sia un parco a tema chiuso, ma uno spazio integrato nella città e nella vita quotidiana dei suoi abitanti.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of MAD Architects

Project Name: Quzhou Sports Park
Location: Quzhou, China
Date: 2018-2021


Base area: 574,931 m2 (Phase one: 327,370 m2; Phase two: 247,561 m2)
Construction area: 390,074 m2 (Phase one: 269,474 m2 ; Phase two: 120,600 m2)

Partners in-charge: Ma Yansong, Dang Qun, Yosuke Hayano
Associate Partners in-charge: Liu Huiying, Kin Li, Fu Changrui
Design team: Kin Li, Xu Chen, Li Cunhao, Iting Lien, Kyung Eun Na, Thoufeeq Ahmed, Alessandro Fisalli, Li Hui, Ma Yin, Tian Jin, Melanie Weitz, Ma Yue, Zhou Haimeng, Xiao Yuhan, Li Gang, Yuki Ishigami, Luis Torres, Su Le, Kang Wenzhao, Zhang Kai, Pittayapa Suriyapee, Yu Lin, Neeraj Mahajan, Connor Hymes, Zhang Yufei, Zhang Bo, Li Guangchong, Wang Qi, Song Minzhe, Cao Xi, Liu Hailun, Zhang Xiaomei, Zheng Kangcheng

  Owner: Quzhou West District Development and Construction Management Committee Class A
Design Institute: Sidi International Design Consultant (Shenzhen) Co., Ltd.
Landscape Planning Designer: PWP Landscape Architecture, EADG
Structural Consultant: Schlaich Bergermann Partner
Mechanical and Electrical Consultant: SC Consultant Limited
Curtain Wall Consultant: RFR Asia
Lighting Consultant: Beijing Ningzhijing Lighting Design Co., Ltd.
Logo Design: Kenya Hara (Japan Design Center)
Digital Media Support: SAN


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature