23-06-2021

Il Garden Cafe progettato da Steyn Studio per Bosjes, Sud Africa, assieme a SquareOne, Meyers e Liam Mooney

Steyn Studio,

Steyn Studio, SquareOne, David Southwood, Sarah Keogh, Dook,

Western Cape, Sudafrica,

Bar,

Steyn Studio, architetti con sede nel Regno Unito, hanno realizzato un giardino didattico per la tenuta sudafricana Bosjes, a sua volta corredato da un bar e un negozio di souvenir. Nella progettazione e realizzazione Steyn Studio si è avvalso della collaborazione di altri professionisti, come SquareOne, paesaggisti, e il designer Liam Mooney, da lungo tempo curatore degli interni per la blasonata tenuta del Western Cape. La struttura, realizzata in travi di quercia curvate in maniera scenografica, dà l'impressione di un intreccio tessile che emerge dal terreno, richiamando in un unicum le strutture abitative della tradizione Boscimane e quelle coloniali olandesi risalenti alla fine del Seicento.



Il Garden Cafe progettato da Steyn Studio per Bosjes, Sud Africa, assieme a SquareOne, Meyers e Liam Mooney

La storica tenuta di Bosjes è stata fondata nel 1790 in Sud Africa, nel Western Cape, da una famiglia di coloni olandesi. Oggi è una famosa location per eventi di ogni tipo, vantando nel proprio parco la presenza dell'antica casa padronale e della già famosa cappella di Bosjes. Il brief richiedeva la realizzazione di tre nuove strutture che si instaurassero armoniosamente nel contesto, senza togliere importanza a quanto già presente. È così che dalla fine del 2020 la tenuta ospita nel centro del parco anche un giardino didattico, un piccolo negozio di souvenir (Winkel) e un bar (Die Spens).

A curare la costruzione delle strutture è stato lo studio d'architettura Steyn, con sede a Londra, lavorando assieme a SquareOne Landscape Architects, paesaggisti che hanno aiutato nella cura del giardino didattico e nell'integrazione delle costruzioni nel contesto naturale circostante. La squadra di lavoro contava altri due professionisti, ossia gli architetti Meyer & Associates per la gestione realizzativa, e il designer d'interni Liam Mooney che ha curato – come già da decenni – l'aspetto degli ambienti.

Il progetto del Garden Cafe vuole essere una celebrazione architettonica e minimalista della valle di Breedekloof, luogo importante nella cultura e nella storia della regione del Capo Occidentale. Il Cafe infatti trae ispirazione dal popolo nomade dei San, anche detti Boscimani, abitanti originari della valle, in seguito raggiunti e schiavizzati dai coloni olandesi e poi inglesi.

La parte interessata dal giardino didattico ricrea diversi ecosistemi su tre ampi terrazzi in pendenza e collegati dalla strada di accesso, integrando nel paesaggio zone umide e habitat forestali che puntano alla ripopolazione della vegetazione autoctona. Raccontano gli architetti: "Il nuovo giardino è un microcosmo concettuale di un più ampio paesaggio, che ripropone il contesto regionale agricolo della valle di Breedekloof . Il nuovo giardino didattico offre quindi affascinanti spazi ricreativi che incoraggiano bambini ed adulti ad interagire con il mondo naturale e gli edifici che vi si annidano."

Entrambi gli edifici sono parzialmente incastonati nelle pendenze, adottado un tetto ricoperto di vegetazione che migliora la performance climatica dell'edificio, diminuendo al contempo l'impronta ecologica. L'altezza è studiata in modo da non occludere la vista sulle montagne circostanti. Le sue semplici forme architettoniche traggono ispirazione dalle capanne usate tradizionalmente dai San durante le migrazioni, dette "Matjieshuis", strutture di doghe ricurve coperte di stuoie intrecciate, ma anche dalle abitazioni dei primi coloni olandesi, chiamate "KapHuis", strutturate con tralicci a sostenere il tetto in paglia e il pavimento ribassato per guadagnare volume d'aria. Steyn Studio ha deciso di fondere le due identità tradizionali in un unicum contemporaneo che le sintetizzasse. Le strutture del bar e del negozio si presentano dunque come candide forme organiche dalle ampie vetrate, poste sotto al livello del terreno e collegate da una recinzione intrecciata, che gli architetti descrivono in una nota stampa: "Strutture in travi di quercia curvate in modo scenografico costituiscono il fulcro visivo che guida i visitatori verso l'interno per poi intrecciarsi e creare le recinzioni del bar/ristorante e del negozio di souvenir che vengono quindi 'ricoperte' con i nuovi giardini. Nel tempo, queste travi si integreranno ulteriormente nel giardino grazie alla crescita di oltre una dozzina di specie di piante rampicanti".

Con la realizzazione del Garden Cafe, la tenuta Bosjes aggiunge dunque un nuovo landmark al proprio parco, che arriva a unire architettura, sivicoltura e garden design: un progetto "intessuto nel paesaggio", come dicono gli architetti di Studio Steyn.

Francesco Cibati

Commencement date: August 2018
Completion: December 2020
Gross areas: Gardens 20000 mq, Shop 190 mq, Deli | 550 sqm
Location: Bosjes Estate, Breedekloof Valley, Western Cape, South Africa
Design architect: Steyn Studio (UK) http://www.steynstudio.com
Project architect: Meyer & Associates Architects Urban Designers (South Africa)
Landscape architect: Square One Landscape Architects
Furniture& Fit-out Design: Liam Mooney Studio
Photo Credits: David Southwood, Dook, Sarah Keogh, Steyn Studio, SquareOne 


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature