04-05-2017

IDentities: l'Indonesia alla Milano Design Week

Milano,

contemporaneo, Design,

Milano Design Week,

È un progetto ambizioso quello che ha portato per la settimana del Fuori Salone 28 designer indonesiani a Milano nel cuore di Zona Tortona. Promosso dal governo Indonesiano IDentities si propone di far conoscere al mondo le eccellenze nel design di una nazione in forte crescita e dalla incredibile biodiversità naturale e culturale.



IDentities: l'Indonesia alla Milano Design Week

All'ultimo Fuori Salone è comparsa per la prima volta una nazione che fino a oggi, non è ancora stata associata al design: l'Indonesia. Con le sue 700 lingue, 300 etnie, 17000 isole e oltre 260 milioni di abitanti, il florido arcipelago del sud-est asiatico ha da poco dato inizio a un progetto ambizioso quanto importante. Il primo passo si chiama IDentities ed è stato presentato a Interspazio in Zona Tortona durante la Milano Design Week.

IDentities è la contrazione delle parole "Indonesia" e "Entities". È una mostra di living e arredi e il suo obiettivo è far conoscere al mondo la qualità del design indonesiano.

All'open call lanciata da BEKRAF, agenzia per lo sviluppo dell'industria creativa indonesiana, hanno aderito più di 400 realtà da tutto il paese. La selezione ha fatto il suo corso e, alla fine, 28 professionisti hanno avuto l'occasione di esibire le proprie creazioni al principale evento mondiale di design. Il tutto, bisogna aggiungere, a spese del governo.

I prodotti esposti raccontano una storia che ha radici profonde nella tradizione, ma abbraccia le forme del design contemporaneo. Pezzi unici, realizzati a mano con materie prime locali come il Rattan, il Taek o la seta, decorati con splendidi pattern tradizionali Batik, eppure contemporanei nelle forme, nella freschezza e nella leggerezza.

Non si tratta di un progetto prettamente commerciale, ha spiegato il designer Alvin T, vogliamo soprattutto restituire dignità e rispetto alle capacità e alla storia di un paese che troppo spesso viene visto dai paesi occidentali come "manovalanza a basso costo".

L'Indonesia reclama il suo posto nel panorama del design contemporaneo, lo fa a ragion veduta e senza dimenticare le sue radici. L'augurio è che la nascente "industria artigiana" del design indonesiano possa davvero decollare.

Francesco Cibati


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature