1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Diller Scofidio + Renfro

Diller Scofidio + Renfro


Biografia

Lo studio associato Diller Scofidio + Renfro con sede a New York è stato fondato nel 1981 dagli architetti Elizabeth Diller (Lódz, 1954) e Ricardo Scofidio (New York, 1935), marito e moglie nella vita e legati professionalmente dal 1979.
Charles Renfro (Baytown, 1964) è stato dapprima collaboratore dello studio dal 1997, quindi ne è diventato partner nel 2004. Il quarto socio dello studio dal 2015 è Benjamin Gilmartin.

Prima di diventare l'attuale realtà, riconosciuta dagli anni Duemila come una delle più influenti della scena newyorchese e tra le più celebri a livello internazionale, lo studio Diller-Scofidio non si occupava espressamente di architettura tradizionale, bensì di progetti artistici in chiave modernista declinati attraverso installazioni, sculture, scenografie e altre opere d'arte e di design.
Tra questi progetti, anche di piccola portata, si ricorda ad esempio la posa di 2.500 coni arancioni nel Columbus Circle di New York City per 24 ore allo scopo di mostrare i modelli di traffico (1981); l'installazione multimediale sospesa Para-site, presentata al MoMA (1989) e la casa privata a forma di mezzaluna Slow House (1989).

Per tutti gli anni Novanta i loro lavori sono stati commissionati ed esposti nelle principali istituzioni d'arte del mondo.
Da queste esperienze iniziali e dalla profonda attenzione allo spazio e alle conseguenze sociali dell'arte, è nato il loro "approccio interdisciplinare all'architettura, capace di accogliere con diverse suggestioni i linguaggi, non solo artistici, più disparati, dai nuovi media alla performance" (Treccani). Questo elemento risulta essere un vero e proprio marchio di fabbrica nel momento in cui allo studio sono stati commissionati i progetti che li hanno resi celebri negli ultimi decenni.
 
In particolare Elizabeth Diller, nata in Polonia e trasferitasi negli States con la sua famiglia quando aveva 6 anni, annovera un passato da artista concettuale.
Nel 2018 la Diller è stata inserita per la seconda volta dal TIME tra le "100 persone più influenti del mondo” (la prima era stata nel 2009, con il partner Scofidio). Unico architetto presente in lista nel 2018, la Diller è stata definita come una "visionaria che immagina cose che il resto di noi deve vedere per credere, che vede opportunità dove altri vedono delle sfide" (E. Broad).
 
Il progetto che ha posto lo studio all'attenzione internazionale è stato il Blur Building (2002), struttura metallica sul lago svizzero di Neuchâtel in Svizzera, realizzata per l'Expo 2002, dove un computer vaporizzava l'acqua del lago e la trasformava in una nuvola di vapore.
Da allora lo studio ha svolto attività in tutti i settori dell’architettura pubblica, dalle opere commerciali e residenziali, dal landscape all’urbanistica. Il loro linguaggio coniuga strutture dal carattere spettacolare con layout di interni che sfruttano attentamente lo spazio in funzione della fruibilità e della comprensione dello stesso da parte del pubblico.

Tra le opere pubbliche più significative, i numerosi interventi nell’ambito della ristrutturazione del Lincoln Center for the Performing Arts di New York; la riprogettazione dell’Alice Tully Hall; il rinnovo e l’ampliamento della Juilliard School; l’ampliamento della Scuola dell’American Ballet; la ristrutturazione dell’atrio del New York State Theater; il nuovo ristorante Hypar Pavilion.
 
Tra le strutture più significative dello studio spicca tuttavia la High Line di Manhattan, l'ex linea ferroviaria sopraelevata lunga 2,3 km. adattata a parco lineare e costruita in più fasi dal 2009 al 2019. Scongiurata l'ipotesi iniziale di abbattimento dell'infrastruttura considerata obsoleta, lo studio DS+R ha trasformato l'High Line in un punto di riferimento per residenti, artisti, amanti del verde. Il parco è infatti un'opera che ha avuto un notevole impatto nel processo di rinnovamento urbano di New York, creando una passeggiata nel verde che attraversa isolati e vecchi magazzini, diventando spesso un vero e proprio palcoscenico pubblico. Ne è stata prova tangibile la Mile Long Opera, una straordinaria performance lirica collettiva, ideata da Liz Diller insieme al compositore premio Pulitzer David Lang, durata 6 serate, dal 3 all'8 ottobre 2018, in cui sono stati riuniti per cantare lungo l'intera lunghezza del parco oltre un migliaio di artisti.
 
Tra gli ultimi progetti, si ricorda lo Zaryadye Park a Mosca (realizzato da DS+R in un consorzio internazionale nel 2017) con i suoi 13 ettari di verde non è solo un grande parco nel pieno centro di Mosca, ma una piazza urbana e uno spazio sociale che ha contribuito a modificare il landmark della capitale russa. Per ottenere questi aspetti che si sviluppano in modo simultaneo, "i paesaggi naturali sono sovrapposti in cima agli ambienti costruiti, creando una serie di face-off elementali tra il naturale e l'artificiale, urbano e rurale, interno ed esterno".
Mentre il centro per le arti The Shed ad Hudson Yards, New York (2019), è un edificio di 8 piani con un teatro e spazi espositivi, la cui costruzione è durata 11 anni. La particolarità architettonica è il secondo tetto che può essere allungato per coprire la piazza antistante, aumentando considerevolmente la capienza del pubblico. Presentato dalla Diller come "un’architettura di infrastrutture", la struttura punta alla massima flessibilità e al desiderio di essere parte integrante delle performance degli artisti.
 
Diller, Scofidio + Renfro opere e progetti famosi
 
- Museum of Image & Sound, Rio de Janeiro (Brasile), 2020
- The Tianjin Juilliard School, Tientsin (Cina), 2020
- United State Olympic Museum, Colorado Springs (USA), 2020
- London Centre for Music (progetto), 2019
- Rinnovamento ed espansione del MOMA, New York (USA), 2019
- The Shed, Hudson Yards, New York (USA), 2019
- Columbia Business School, New York (USA), in corso
- High Line, New York, NY, Phase 1 (2009), ph. 2 (2011), 3 (2014), The Spur (2019)
- Zaryadye Park (con Hargreaves Associates e Citymakers), Mosca (Russia), 2017
- Roy and Diana Vagelos Education Center, New York (USA), 2016
- BAMPFA - Berkeley Art Museum & Pacific Film Archive, Berkeley (USA), 2016
- Museo d'arte The Broad, Los Angeles (USA), 2015
- McMurtry Art and Art History Building, Palo Alto (USA), 2015
- President's Bridge, Lincoln Center, New York (USA), 2012
- The Granoff Center for the Creative Arts, Providence (USA), 2011
- Hypar Pavilion and Lincoln Restaurant, New York, (USA), 2010
- Rinnovamento Alice Tully Hall, New York, (USA), 2009
- Riqualificazione e ampliamento della Juilliard School, New York (USA), 2009
- Ampliamento della School of American Ballet, New York (USA), 2007
- Institute of Contemporary Art, Boston (USA), 2006
- Padiglione Blur, Swiss Expo, lago di Neuchâtel (Svizzera), 2002
- Complesso residenziale Slither, Gifu (Giappone), 2000
- Ristorante Brasserie, Seagram Building, New York (USA), 2000
 
Sito ufficiale
 
www.dsrny.com

Correlati: Diller, Scofidio + Renfro


Correlati

07-07-2020

I Vincitori del Premio italiano di Architettura 2020

Si è svolta il 30 giugno al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo la premiazione...

More...

06-07-2020

Mostra all'Aedes Architecture Forum: Arctic Nordic Alpine – In Dialogue With Landscape. Snøhetta

Dal 4 luglio al 20 agosto l'Aedes Architecture Forum di Berlino ospita la mostra: Arctic Nordic...

More...

03-07-2020

Dominique Coulon & associés Complesso scolastico René Beauverie a Vaulx-en-Velin

Lo studio d'architettura Dominique Coulon & associés ha progettato il nuovo complesso...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature