23-08-2019

L’hotel ad anello, in cemento vetro e alluminio, dello Sheraton di MAD

MAD Architects Ma Yansong,

Xia Zhi,

Huzhou, China,

Hotel, complesso turistico,

Vetro, Metallo, Cemento,

In Cina l'hotel Sheraton di MAD Architects ha la forma di un arco, che specchiandosi nel lago si trasforma in un anello, caratterizzando il territorio con la sua presenza moderna



L’hotel ad anello, in cemento vetro e alluminio, dello Sheraton di MAD A Huzhou, in Cina, sorge sul lago il Tai Lake Hot spring Resort, un edificio che, riflettendosi nell’acqua, completa il suo arco, diventando un anello di cemento rivestito di vetro e alluminio.
Non era facile realizzare sulle sponde di un lago un hotel alto 120 metri e dalla forma ad arco, però i MAD architects ci sono riusciti, progettando un edificio dalle alte prestazioni strutturali, capace di resistere non solo ai carichi del vento, ma anche alle sollecitazioni telluriche al quale il territorio su cui sorge è soggetto.
Forse un grattacielo prismatico, con la sua elasticità atta a dissipare le scosse di un sisma, avrebbe creato qualche problema in più. Motivo per cui la forma ad arco del nuovo hotel non ha solo reso tutta la struttura più rigida, eliminando gran parte delle oscillazioni che spesso le strutture molto alte sono costrette a garantire, ma ha anche regalato al proprietario ben due torri, collegate mediante una forma a ponte che dona ai suoi ospiti un'impagabile vista sul paesaggio.
La sfida strutturale pertanto è stata risolta brillantemente con un core scatolare in cemento armato, attorno al quale si affacciano le stanze dell’hotel. Questo infatti, salendo verso l’alto, si congiunge alle estremità, mantenendo la propria forma sagomata e assicurando l’unione fra i due piloni portanti.
Un tale espediente progettuale ha consentito di avere vantaggi strutturali, ma anche distributivi, evitando tutte, o quasi, le problematiche del momento statico che si genera nell'incastro della trave di congiunzione fra le torri. Problematica che si sarebbe potuta generare se la struttura fosse stata realizzata con una classica forma trilitica. Invece con una tale scelta tecnologica, apparentemente semplice, l'intera struttura portante pare non esistere e gli ospiti possono godere, senza intralci visivi, di un paesaggio di primaria bellezza. Allo stesso modo la città acquista una caratterizzazione urbana che prima mancava, benché fosse famosa per il suo commercio, tanto da farsi guadagnare il soprannome di “Casa della seta”.

Fabrizio Orsini

Location: Huzhou, China
Program: Hotel Building Area: 59,686 sqm
Building Height: 120 m
Associate Engineers: Shanghai SianDai Architecture Design (Group) Co., Ltd.,
Structural Engineer: China Majesty Steel Structural Design Co., Ltd.,
Façade/Cladding Consultants: Zhejiang Zhongnan Curtain Wall Co., Ltd., Shanghai Timalco Curtain Wall Engineering Co., Ltd.,
Landscape Architect: EDSA - Landscape Design
Directors in Charge: Ma Yansong, Dang Qun, Yosuke Hayano Design Team: Xue Yan, Tony Yam, Zhao Wei, Yu Kui, Eric Baldosser, Qui Gao, Xiang Ming, Fu Changrui, Zheng Tao, Zhang Yihang, David William, ItzhakSamun, RuiXiaolon, Wang Wei, Wang Xiaopeng, XieXinyu, Ye Jingyun, Zhang Fan, Liu Jinbao, Ma Rui

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×