11-10-2021

Songzhuang Micro Community Park di Crossboundaries

Crossboundaries,

Arch-Exist,

Songzhuang,

Parco urbano,

Paesaggio,

Lo studio internazionale e multidisciplinare Crossboundaries ha realizzato a Songzhuang un vivace parco comunitario all’aperto. Il tutto nasce dall’idea di una comunità di artisti che diventa motore del cambiamento e del progresso, tradotta dagli architetti in un parco inclusivo.



  1. Blog
  2. Landscaping
  3. Songzhuang Micro Community Park di Crossboundaries

Songzhuang Micro Community Park di Crossboundaries Parliamo spesso dell’importanza dell’arte per il progresso di una società e di come impulsi artistici possono generare un cambiamento sociale. Prova ne sono i molteplici progetti di arte urbana, di land art, di installazioni che coinvolgono i cittadini ad esplorare il loro habitat, troppo spesso non attraente o, più semplicemente, per mancanza di tempo. 
In questo filone di interventi si inserisce il Songzhuang Micro Community Park dello studio multidisciplinare Crossboundaries, fondato nel 2005 a Beijing da parte di Binke Lenhardt e DONG Hao. Quando nel 2018 per Songzhuang, nel distretto di Tongzhou, è stato organizzato un concorso di masterplan con partecipazione internazionale per riaffermare l'importanza del nuovo modello di "Art City”, Crossboundaries ha partecipato. Troppo allietante era la possibilità di riproporre in chiave contemporanea un’idea che ha le sue origini oltre un secolo prima quando artisti da tutta la Cina sui terreni dell'Antico Palazzo d'Estate nel nord-est di Pechino a Yuanmingyuan. Nacque una comunità creativa e un periodo di intensa esplorazione artistica. Dalla metà degli anni ’90 del secolo scorso vi era una specie di revival di questo movimento e molti collettivi hanno cominciato a replicare questo modello di comunità creativa in quella zona periurbana. I risultati sono in particolare Factory 798, Caochandi e il Songzhuang Art District.
Quest'ultimo è quello a maggiore sviluppo con più di 5.000 artisti che vivono nel suo territorio e 35 gallerie d'arte di grandi e medie dimensioni, che ne fanno uno delle più grandi comunità di artisti contemporanei della Cina, se non del mondo. Troviamo qui una combinazione di artisti e appassionati e di una popolazione anziana che ha creato una dinamica interessante, una vera impollinazione reciproca, con ogni gruppo che ha però esigenze particolari rispetto agli spazi pubblici. Vi era quindi bisogno di offrire strutture comunali versatili e inclusive per tutti i cittadini e la proposta di Crossboundaries è stata scelta per trasformare un paesaggio stradale lineare adiacente a un parcheggio vicino alla Xiaopu Cultural Plaza in un vivace parco comunitario all’aperto. Spiega Dong Hao, co-fondatore di Crossboundaries: ”Il progetto del parco comunitario si è rivelato un grande successo nel riunire l'agenda del governo del distretto e i piani di investimento, presentando un modo di vivere che rafforza il proprio patrimonio autentico come luogo di arte collettiva e di influenza".
Nello specifico, il componente principale del parco proposto è un muro di mattoni grigi perforati con posti a sedere integrati in aree designate, alternati a un doppio strato inferiore di acciaio Corten perforato. Dietro il muro si trova una zona verde piena di pini cinesi meridionali e bassi cespugli, che formano un buffer naturale rispetto all'area di parcheggio a cui si può accedere attraverso vari percorsi nascosti. Sul lato della strada, lunghe fioriere incorniciate con bordi in acciaio Corten separano il parco dalla strada più trafficata. Il tutto sapientemente combinato con gli alberi esistenti incorporati nel pavé.
Il lotto a forma di L presenta una serie di "stanze" all'aperto che possono essere fruite in maniera illimitata, stimolando una varietà di attività lungo un percorso ad anello, che serve come elemento di collegamento. Il percorso giallo collega fisicamente queste “stanze” tra di loro, mentre forma anche un collegamento visivo tra le diverse aree pubbliche. Il parco realizzato da Crossboundaries risponde alle esigenze di tutti gli utenti: la natura inclusiva del design, con la sua varietà di spazi invitanti, luminosi e colorati, è stata immediatamente accolta dalla comunità locale come un vero modello di integrazione che incoraggia l'interazione per tutte le fasce di età. E migliora ovviamente la qualità ambientale della zona nonché la resilienza del quartiere.

Christiane Bürklein

Project: Crossboundaries
Location: Beijing, China
Year: 2021
Images: BAI Yu

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature