27-01-2020

Eskew+Dumez+Ripple, The Shop al CAC di New Orleans

Eskew Dumez Ripple,

Sara Essex Bradley, Neil Alexander,

New Orleans, USA,

Co-Working,

Lo studio di architettura statunitense Eskew+Dumez+Ripple ha realizzato a New Orleans, Louisiana, uno spazio co-working davvero speciale. Il progetto, denominato The Shop, si trova al terzo e quarto piano dello storico edificio del Contemporary Arts Center, The CAC, nel centro città, combinando il recupero con una nuova destinazione d’uso, al preciso scopo di dare maggiore vitalità dell’istituzione.



  1. Blog
  2. Architettura Sostenibile
  3. Eskew+Dumez+Ripple, The Shop al CAC di New Orleans

Eskew+Dumez+Ripple, The Shop al CAC di New Orleans Di co-working se ne vedono tanti, in quanto sono una soluzione contemporanea al mondo del lavoro, sempre più flessibile e digitale. Ma The Shop, dello studio Eskew+Dumez+Ripple, è qualcosa davvero speciale, non da ultimo per la sua collocazione, ovvero il terzo e il quarto piano del Contemporary Arts Center (CAC) nel centro di New Orleans, una delle più importanti istituzioni culturali della città. L'edificio risale a circa 100 anni fa ed era di proprietà della famiglia Besthoff, che utilizzava la struttura come magazzino, fabbrica di gelati e vetrina per la sua catena di farmacie K&B, abbreviazione di Katz & Besthoff. Il CAC affittò i primi due piani dell'edificio nel 1976. Nel 1997 la K&B vendette la sua attività nel 1997, ma la famiglia Besthoff ha donato l'intero edificio al CAC nel 1999. Da allora, il CAC ha cercato un modo per sviluppare lo spazio. 
La realizzazione di The Shop sugli ultimi due piani del CAC, ha innescato una completa ristrutturazione dell’edificio – la prima su larga scala negli ultimi 40 anni – trasformando uno spazio storicamente sottoutilizzato in fulcro dell’imprenditoria per l'innovazione di Downtown New Orleans, con particolare riguardo alla tecnologia, all'arte e alle imprese culturali.
L’intervento si sviluppa su oltre 3716 metri quadrati, offrendo spazi co-working per un gruppo diversificato di professionisti del settore creativo. Infatti, dislocati sui due piani, si trovano ora 69 uffici completamente arredati, sette sale conferenze attrezzate con le più moderne tecnologie e 1393 metri quadrati per i servizi condivisi. I livelli sono collegati da un’iconica scala aperta e culminano in un tetto attrezzato con vista sulla città.
La ristrutturazione, a opera di Eskew+Dumez+Ripple, conserva l'architettura classica del Warehouse District dell'edificio esistente, pur incorporando elementi moderni. Lo spazio luminoso è caratterizzato da soffitti alti con travi a vista, ampie finestre, una collezione d'arte contemporanea e dispone di un layout fluido, nonché aperto. 
Il cuore di The Shop è l'area comune, progettata per facilitare la conversazione e la connessione tra gli utenti. Questa infatti vanta una cucina completa, posti a sedere, una postazione caffè, snack disponibili per l'acquisto e uno spazio comune e ricreativo. I mobili d'epoca sono stati acquistati da diversi fornitori per dare alle aree living, di entrambi i piani, un'atmosfera da salotto. Attingendo all'ispirazione del CAC stesso, nonché mettendo in contatto gli utenti che lavorano insieme alla comunità artistica, sono stati commissionati murales personalizzati per lo spazio e collocate opere d'arte locali e nazionali per abbellire le pareti.
Per gli architetti di Eskew+Dumez+Ripple l’aspetto sostenibile del progetto è stato molto importante. Così le finestre a vetro singolo nelle facciate sud e ovest dell'edificio del Contemporary Arts Center sono state sostituite con vetri isolati in classe Low-E, al fine di ridurre la perdita di calore e gli spifferi. L'illuminazione è a LED, quindi in grado di diminuire anche il consumo energetico di oltre l'80% e dalla durata fino al 25% in più rispetto alle lampadine tradizionali. I sensori di occupazione, dislocati in tutto lo spazio, accendono e spengono automaticamente le luci. I lucernari sono stati sostituiti, al preciso scopo di mantenere l'illuminazione diurna esistente e migliorare l'isolamento. In fine, è stata realizzata una nuova copertura del tetto ad alto indice di riflessione luminosa, alleviando lo stress termico dell’intero edificio.
The Shop di Eskew+Dumez+Ripple infonde nuova vita a una preesistenza dal passato industriale, dalla struttura in legno e rivestimento in mattoni, con un nuovo uso, infondendo linfa vitale al quartiere e all’istituzione del CAC.

Christiane Bürklein

Project: Eskew+Dumez+Ripple - https://www.eskewdumezripple.com/
Project team: Eskew+Dumez+Ripple; YKM Consulting, MEP Engineer; PACE Group, Civil/Structural Engineer; Studio Interior Design, Art Curation; AOS, FF&E Procurement
General Contractor: Palmisano Group
Location: New Orleans, USA
Year: 2018
Photography: Neil Alexander; Sara Essex Bradley

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature