21-07-2020

Berger+Parkkinen Associated Architects Laboratori dell'Istituto di Farmacia Salisburgo

Berger+Parkkinen Associated Architects,

Hertha Hurnaus,

Salisburgo, Austria,

Università,

Lo studio Berger+Parkkinen Associated Architects ha progettato un nuovo edificio per l'Università Medica Privata Paracelsus (PMU) di Salisburgo. È l'House D, la sede dei laboratori dell'Istituto di Farmacia, recentemente completata e costruita a pochi passi dall'House C, un progetto che sempre lo studio Berger+Parkkinen Associated Architects ha realizzato nel 2013 per l'università austriaca. I due edifici creano una interessante interazione architettonica e le loro caratteristiche comuni li rendono subito riconoscibili come parte di uno stesso campus, anche se si trovano ai due lati della strada.



Berger+Parkkinen Associated Architects Laboratori dell'Istituto di Farmacia Salisburgo

A Salisburgo, in Austria, la dismissione di un'attività produttiva in un'area del centro adiacente all'Università privata di medicina Paracelsus (PMU), ha reso disponibile un sito ideale per i progetti di ampliamento di questa istituzione fondata nel 2004. Negli ultimi anni, infatti, l'Università aveva deciso di ampliare la propria offerta formativa includendo un nuovo corso di laurea in farmacia. Il progetto del nuovo edificio, a servizio dell'istituto di farmacia con relativi laboratori, è stato affidato allo studio Berger+Parkkinen Associated Architects. Lo studio d'architettura aveva già lavorato per l'università austraca, progettando nel 2013 proprio la sede del'istituto di farmacia, la House C. La prossimità tra i due edifici crea una interessante interazione architettonica e le loro caratteristiche comuni li rendono subito riconoscibili come parte di uno stesso campus, anche se si trovano ai due lati della strada.

Lo studio Berger+Parkkinen Associated Architects ha tenuto conto della dimensione urbana dell'intervento progettuale. La volumetria del nuovo edificio si inserisce nel tessuto urbano della zona anche in termini di scala e diventa un ideale proseguimento di volumi preesistenti. Gli architetti hanno raccontato che la vera sfida per loro era rappresentata dalla necessità di "accogliere" le particolarità della House C e dei tre edifici gemelli della "Stadtwerke Areal". La soluzione è stata trovata adottando il concetto che era alla base della forma di queste costruzioni: fare in modo che lo spazio pubblico e il paesaggio diventassero parte dell'architettura. Un concetto che in House D è stato tradotto in un piano semipubblico scandito da un grande colonnato con alte vetrate. Il percorso di archi e pilastri collega l'auditorium, il cuore trasparente dell'edificio, con le sale per seminari, il foyer e le scale. Le pareti vetrate limitano solo fisicamente gli ambienti, ma non visivamente e permettono quindi di percepire tutto il piano come una rete di spazi aperti. La pianta del pianoterra sembra quindi evocare quella di una basilica a tre navate. Non si tratta però di un impianto rigido. La fila di colonne del lato Ovest, per esempio, non rispetta l'allineamento della facciata, ma è incassata e segue la vecchia linea di confine. La hall d'ingresso assume quindi una forma conica ed è evidenziata in facciata da archi di diversa ampiezza che diventano a doppia altezza in corrispondenza delle scale. Le due scale principali sono infatti elementi importanti del progetto che gli architetti hanno concepito come spazi di comunicazione tridimensionale. All'esterno, una progettazione attenta degli spazi aperti e del verde, il lotto si estende fino alla linea ferroviaria sopraelevata, restituisce un'immagine paesaggistica attraente che fa da sfondo alle sale per conferenze e offre luoghi di svago e relax a studenti e docenti.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of Berger+Parkkinen Associated Architects, photo by Hertha Hurnaus

Object: Pharmaceutical institute and laboratory building (Building D) Strubergasse 15, 6020 Salzburg
Client: Paracelsus Medical Private University

Architecture: Berger+Parkkinen Associated Architects
Landscape Design: Lindle+Bukor Studio for Landscape, Vienna
Structural Design: Marius Consulting ZT GmbH, Salzburg
Building services: Karres Technisches Büro GmbH, Salzburg
Building physics: Ing. Rothbacher GmbH, Zell am See
Fire protection: IBS Institute for Fire Protection Technology and Safety Research GmbH, Linz
Photos: Hertha Hurnaus

Start of planning: 01/2016
Start of construction: 07/2017
completion: 05/2019
Opening: 24 May 2019

Main floor space: 3,200 m2
Gross floor area: 4.600 m2


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature