09-02-2017

mostra Sections of Autonomy. Six Korean Architects Roma

Choi Moon-gyu (Ga.A Architects), Kim Seung-hoy (KYWC Architects), Kim Jun-sung (Architecture Studio hANd), Jang Yoon-gyoo (Unsangdong Architects Cooperation), Kim Young-joon (YO2 Architects), Kim Jong-kyu (M.A.R.U.), Toyo Ito, OMA,

Roma,

Mostra,

La mostra, in corso alla Fondazione Pastificio Cerere di Roma, presenta l'architettura coreana contemporanea attraverso i progetti realizzati da sei tra i più importanti architetti del paese.



mostra Sections of Autonomy. Six Korean Architects Roma

I progetti di sei tra i più importanti architetti coreani: Choi Moon-gyu (Ga.A Architects), Jang Yoon-gyoo  (Unsangdong Architects Cooperation), Kim Jong-kyu (M.A.R.U.), Kim Jun-sung (Architecture Studio hANd), Kim Seung-hoy ( KYWC Architects), Kim Young-joon (YO2 Architects) sono stati scelti dai curatori Choi Won-joon e Luca Galofaro per raccontare l'architettura coreana contemporanea nella mostra: "Sections of Autonomy. Six Korean Architects" inaugurata il 3 febbraio 2017 presso la Fondazione Pastificio Cerere di Roma.

Choi Won-joon, professore associato alla Soongsil University di Seul, è membro del gruppo di ricerca del Mokchon Architecture Archive, dedicato proprio alla costruzione di un archivio dell’architettura coreana. Il curatore ha spiegato come gli architetti selezionati siano rappresentativi di una prima generazione di architetti coreani non condizionati da pressioni ideologiche e liberi di esprimere la propria autonomia e individualità. Da qui il titolo della mostra: "Sections of Autonomy. Six Korean Architects". Sono architetti che hanno esordito tra la fine degli anni 90 e i primi anni del 2000, e che per formazione, collaborazioni o docenze hanno avuto rapporti diretti con importanti esponenti dell'architettura internazionale, da Toyo Ito a OMA.

Le opere selezionate sono presentate come frammenti di strutture urbane, lo scopo è quello di riprodurre la complessità e la vivacità delle metropoli coreane. Il progetto di allestimento firmato dallo studio LGSMA è un percorso articolato in diverse sale, alla prima con l'introduzione del curatore Choi Won-joon, seguono sei isole tematiche dedicate ciascuno ad un architetto fino all'ultima sala con una installazione su lastre di vetro dedicata alla Corea.

(Agnese Bifulco)

Titolo: Sections of Autonomy. Six Korean Architects
Curatori: Choi Won-joon & Luca Galofaro
Allestimento: studio LGSMA (Luca Galofaro Stefania Manna e Associati)
Luogo: Fondazione Pastificio Cerere, Roma - Italia

Autori esposti:
Choi Moon-gyu (Ga.A Architects) www.gaa-arch.com
Jang Yoon-gyoo (Unsangdong Architects Cooperation) www.usdspace.com
Kim Jong-kyu (M.A.R.U.) www.marunetwork.com
Kim Jun-sung (Architecture Studio hANd) www.h-and.co.kr
Kim Seung-hoy ( KYWC Architects) www.kywc.com
Kim Young-joon (YO2 Architects) www.yo2.co.kr

Images courtesy of Fondazione Pastificio Cerere www.pastificiocerere.it


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×