14-07-2021

nEmoGruppo e gli interior di The National Abu Dhabi

nEmoGruppo,

Abu Dhabi, UAE,

Uffici,

Ad Abu Dhabi, l'interior design della sede di The National, il più importante quotidiano in lingua inglese dell'emirato è stato realizzato dallo studio italiano di architettura nEmoGruppo. Gli uffici accolgono ogni giorno oltre cento giornalisti in spazi contemporanei e dinamici, dal design innovativo e articolati secondo un percorso che intreccia le varie tipologie di aree e relative funzioni.



nEmoGruppo e gli interior di The National Abu Dhabi

The National, il più importante quotidiano in lingua inglese degli Emirati Arabi Uniti ha una nuova sede ad Abu Dhabi, lo studio italiano di architettura nEmoGruppo ne ha realizzato l'interior design progettando con cura sartoriale il nuovo layout.
Il quotidiano è di proprietà del governo degli Emirati Arabi Uniti, è stato fondato nel 2008 e ha oltre nove milioni di lettori mensili. Attualmente viene realizzato in sei edizioni digitali dedicate a cinque aree geografiche (Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Golfo, Medio Oriente e Nord Africa) più un'edizione internazionale. Agli architetti di nEmoGruppo è stato chiesto di trasformare gli interni in una fedele traduzione, in elementi architettonici, di quella qualità dell'informazione e del linguaggio che caratterizza la storia del quotidiano.
I nuovi uffici sono stati progettati per accogliere, ogni giorno, oltre cento giornalisti in spazi contemporanei e dinamici, dal design innovativo e articolati secondo un percorso che intreccia le varie tipologie di aree e relative funzioni. La nuova sede di The National è, infatti, composta da diverse tipologie di spazi, progettati con cura e su misura per le funzioni da assolvere: reception, uffici per dirigenti e per i giornalisti più importanti, un ambiente comune per la redazione, sale riunioni, studio di registrazione, studio video e servizi fotografici oltre a zone ricreative, training e server room. Il layout progettato dagli architetti permette a ciascun giornalista di trovare facilmente, ogni giorno, il proprio percorso tra funzioni e aree di interesse.
La reception, punto di ingresso alla sede, rappresenta un richiamo quotidiano per giornalisti e visitatori alla storia di The National fin dalla sua fondazione, quasi a sottolineare l'importanza delle radici e a non dimenticare la propria identità nell'affrontare le sfide quotidiane. Proseguendo lungo il corridoio da un lato si susseguono le vetrate degli uffici dei capiredattori, non allineate ma articolate secondo una linea spezzata che crea uno spazio dinamico, innovativo e contemporaneo. Sul lato opposto è, invece, il grande open space riservato alla redazione, con postazioni cablate e disposte in modo circolare intorno a un grande tavolo centrale di consultazione. Lo stesso motivo di cerchi è ripreso nel soffitto a cui sono sospesi grandi monitor che a ciclo continuo trasmettono notizie, homepage e web analysis.
Uffici riservati sono stati progettati per editors e designers, così come per lo studio fotografico con i relativi archivi e per lo spazio multimediale, con green screen e sala di registrazione audio. In punti strategici della sede sono poi posti alcuni brandwall, utili per gli shooting video, e sono state realizzate due sale riunioni. La più piccola, per 8 persone, è destinata a incontri informali. La più grande invece, per 16 persone sedute, segue un mood contemporaneo e lineare. Sono inoltre previste aree relax con cucina arredata per ogni ufficio e una training room riservata ai dipendenti con una parete per scambi di posta interni.
Grande attenzione è stata riservata a ogni aspetto del progetto. Sono stati scelti impianti ad alte prestazioni per garantire il miglior comfort acustico e luminoso, per esempio, e ancora gli architetti hanno riservato una notevole cura anche ai dettagli, apparentemente, più insignificanti. Dove, per esempio, non è stato possibile celare gli impianti nel controsoffitto si è provveduto a tinteggiarli di nero per renderli quasi invisibili.

(Agnese Bifulco)

Images courtesy of nEmoGruppo photo by Lorenzo Zoli

Project Name: The National headquarters
Location: Abu Dhabi
Client: The National International Media Investment FZ LLC

Interior Design: nEmoGruppo http://www.nemogruppo.com/ + M+N Architecture http://www.mn-architecture.com/
Architects: Alessandra Barilaro, Giacomo Casalino, Luca del Cucco, Davide Gamba

Life Space Interiors (of Mohammed Kailani)
Contractor: Marcoms
Collaborators: Lorenzo Zoli, Antonello Loi (local)
Photos: Lorenzo Zoli


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature