1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. JDS Architects - Julien De Smedt

JDS Architects - Julien De Smedt


Biografia

Nato a Bruxelles dall’appassionato d’arte francese Jacques Léobold e dall’artista belga Claude De Smedt, Julien De Smedt ha frequentato le scuole a Bruxelles, Parigi e Los Angeles, prima di laurearsi alla Bartlett School of Architecture di Londra (fonte: We Can Change the Weather, Vubpress 2010).

De Smedt ha dapprima collaborato con OMA a Rotterdam e nel 2001 è stato co-fondatore e direttore dello studio di architettura PLOT a Copenhagen, assieme a Bjarke Ingels.
Lo studio PLOT è stato attivo per 5 anni con una proficua collaborazione tra De Smedt e Ingels, prima che i due soci aprissero i loro attuali studi di progettazione.
La mission di PLOT risiede nell'etimologia del nome stesso (lett. trama, intreccio): "una narrazione è una serie di eventi, che sono legati insieme in un "PLOT". Ogni evento contiene intuizione, dramma e bellezza in sé, ma senza il PLOT rischiano di fallire (…)". Attraverso la sue opere lo studio ha cercato quindi di rendere la pratica architettonica superiore, la somma delle sue singole parti.

Tra i lavori dello studio: la Stavanger Concert Hall, premiata come Miglior Sala da Concerti al mondo in occasione della Biennale di Venezia del 2004; il Maritime Youth House (2004), premio AR+D a Londra (oltre alla nomination per il premio Mies van der Rohe); i complessi residenziali VM House (2005) e The Mountain (2008) e l'edificio polifunzionale per giovani The Gang School (2007), questi ultimi tutti a Copenhagen.
Julien De Smedt ha ricevuto nel 2003 il premio Henning Larsen e nel 2005 la medaglia Eckersberg.
 
Nel 2006 ha fondato il proprio studio JDSA - JDS Architects, con sedi a Bruxelles e Copenhagen.
JDSA è un ufficio multidisciplinare che si avvale attualmente dell'apporto di 30 professionisti e 500 collaboratori, con un ampio portfolio che spazia dall'architettura al design, dalla progettazione su vasta scala all'arredamento.
Lo studio sviluppa progetti per aziende private ed enti governativi in più di 40 paesi, anche limitando la progettazione pur di garantire degli standard qualitativi elevati. Lo studio si definisce infatti: "un partner proattivo per il suo cliente, piuttosto che un consulente".
Nell’approccio di JDSA i valori della sostenibilità ambientale si coniugano con l’analisi del paesaggio e una costante ricerca verso l’invenzione formale.

Julien De Smedt è tra i primi progettisti ad applicare le tecnologie di rappresentazione digitale come ausilio alla progettazione: prima ancora delle fotografie, sono diventati celebri i rendering dei suoi grandi complessi residenziali come il VM, la Montagna o l’Iceberg a Copenaghen.
Nel corso degli anni ha realizzato il nuovo Holmenkollen Ski Jump a Oslo (2011); il lungomare Kalvebod Waves a Copenhagen (2014), con cui ha vinto l'Urban Land Institute Prize for Best in Residential e il Forum Aid Award, entrambi nel 2009; il pluripremiato complesso residenziale The Iceberg ad Aarhus (2013); la Maison Stéphane Hessel, edificio a uso misto (asilo, ostello, sala congressi) a Lilla (2014).

Nel 2008 Julien De Smedt è stato insignito del Europe 40 Under 40, premio per i più promettenti giovani architetti e designer e nel 2009 del Maaskant Prize for Best Young Architect.
Si segnala la retrospettiva “This might not be appropriate” (2013) alla Vanhaerents Galleries di Bruxelles. Nel 2009 la casa editrice Actar ha pubblicato una monografia sul suo lavoro intitolata Agenda: Can we sustain our ability to crisis?
Julien De Smedt tiene conferenze e lezioni in sedi prestigiose: è stato visiting professor alla Rice University di Houston e all’Università del Kentucky ed è intervenuto alla Mediateca di Sendai, presso l’Associazione di Architettura Irlandese, alla Tate Modern a Londra, alla McGill University a Montreal, alla Yale University a New Haven, e alla SciArc e la USC a Los Angeles.

Moltissimi sono i cantieri dei suoi lavori aperti in tutto il mondo, ma Copenaghen resta la città che ha accolto le sue prime e principali opere.
 
Julien De Smedt opere e progetti famosi
 
- Charleroi Congress Palace, Charleroi (Belgio), 2016 - in corso
- Gangnam Bogeumjari Discrict Officetel, Seoul (Corea del Sud), 2014 - in corso
- Complesso residenziale Tad - Iceberg, Aarhus (Danimarca), 2014
- New Waterfront Kalvebod Waves, Copenhagen (Danimarca), 2014
- Maison Stéphane Hessel, Lille (Francia), 2014
- Complesso residenziale The Iceberg, Aarhus (Danimarca), 2013
- Hop - Holmenkollen Ski Jump, Oslo (Norvegia), 2011
- Padiglione belga Expo 2010, Shangai (Cina), 2009
- House of Arts and Culture (progetto), Beirut (Libano), 2009
- The Be Building (progetto), Bruxelles (Belgio), 2008
- The Twirl House, Aodi (Taiwan), 2007 - in corso
- The Gang School (con Bjarke Ingels), Copenhagen (Danimarca), 2007
- Helsingør Psychiatric Hospital (con Bjarke Ingels), Helsingør (Danimarca), 2006
- Complesso VM House (con Bjarke Ingels), Copenhagen (Danimarca), 2005
- Maritime Youth House (con Bjarke Ingels), Copenhagen (Danimarca), 2004
- Hotel, sports and conference center REN (progetto, con Bjarke Ingels), Shangai (Cina), 2004
- Stavanger Concert Hall (con Bjarke Ingels), Stavanger (Norvegia), 2003

Sito ufficiale

jdsa.eu

Correlati: Julien De Smedt JDS


Correlati

07-07-2020

I Vincitori del Premio italiano di Architettura 2020

Si è svolta il 30 giugno al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo la premiazione...

More...

06-07-2020

Mostra all'Aedes Architecture Forum: Arctic Nordic Alpine – In Dialogue With Landscape. Snøhetta

Dal 4 luglio al 20 agosto l'Aedes Architecture Forum di Berlino ospita la mostra: Arctic Nordic...

More...

03-07-2020

Dominique Coulon & associés Complesso scolastico René Beauverie a Vaulx-en-Velin

Lo studio d'architettura Dominique Coulon & associés ha progettato il nuovo complesso...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy

×
×

Rimani in contatto con i protagonisti dell'architettura, Iscriviti alla Newsletter di Floornature